Serie C - Agliana al recupero della 24esima contro Liburnia Livorno

29.03.2017 14:31 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 99 volte
Serie C - Agliana al recupero della 24esima contro Liburnia Livorno

Si chiude domani sera – palla a due giovedì 30 marzo alle ore 19:30 – una settimana davvero intensa per la Endiasfalti Agliana, che recupera il match contro Liburnia disputando la terza partita in sette giorni. Dopo Lucca al PalaCarrara e la trasferta di Empoli, stavolta una Pallacanestro Agliana purtroppo errante si sposta a Montale, sperando che il ritorno al PalaBertolazzi aiuti ad invertire la rotta viste le due sconfitte consecutive da cui è reduce.

Dopo questa gara rimarranno da affrontare la capolista Pielle Livorno, Folgore Fucecchio e Sibe Prato, un derby ma anche un scontro Playoff a tutti gli effetti se la classifica dovesse rimanere così o addirittura complicarsi. Già, perchè all'inizio di questo tour de force la Pallacanestro Agliana viaggiava a quota 28 punti insieme ad Empoli e Liburnia, che però ne hanno azzeccate due su due e ora sono distanti quattro lunghezze. E allora ci sarà da fare molta attenzione per una qualificazione ai Playoff tutt'altro che certa visto che sotto il settimo posto dei neroverdi premono Montale (anche lei a 28 punti) e poi Certaldo, Prato e Altopascio a -2. Potenzialmente cinque squadre pronte a giocarsi il tutto per tutto nel rush finale di questa prima ma davvero intensa C Gold Toscana. Il recupero contro Liburnia svolgerà un ruolo decisivo: o i neroverdi acquisteranno margine sulle concorrenti, oppure la classifica della parte alta si spaccherà definitivamente in due.

«Siamo nella seconda settimana in cui si gioca ogni tre giorni ma le difficoltà, più che dal punto di vista fisico, le mostreremo sotto l'aspetto mentale causa le due sconfitte e gli impegni ravvicinati – così rompe gli indugi il vice-coach Filippo Toccafondi - dobbiamo essere bravi a non farle diventare un peso e a non permettere che questa situazione comprometta il match».

«Come si affronta una partita del genere? Con lo spirito e la rabbia che abbiamo fatto vedere contro Lucca e che deve venir fuori dopo due sconfitte a fila; il fatto che sia una avversario della nostra fascia deve essere uno stimolo in più per riprendere i punti Playoff lasciati per strada in queste giornate. Dopo la partenza di Bogani sapevamo che doveva essere ridistribuito il minutaggio, ma anche le responsabilità offensive: un cambiamento naturale che richiede i suoi tempi e che nasce dalle situazioni in campo. In queste giornate abbiamo visto un Pinna e un Cavicchi saliti di colpi ma al tempo stesso un Bargiacchi che si è trovato in difficoltà nel ruolo di terzo lungo e un Nieri che, complice l'infortunio al dito, non è al 100%. Una serie di piccoli problemi con cui dobbiamo imparare a convivere dato che per risolverli servirebbe tempo, che noi adesso non abbiamo».

«Di fronte troveremo una Libertas Liburnia reduce da due vittorie dopo aver perso in volata il derby contro Don Bosco – chiosa Toccafondi - che a tre giornate dalla fine vorrà mettere in cassaforte la qualificazione al post-season e puntare il più in alto possibile. Saranno senza il loro quattro titolare, Nesti, squalificato dopo il derby e quindi si presenteranno con sei senior; un fattore, visto che daranno spazio ai giovani, che dobbiamo far valere in quanto a fisicità ed esperienza».