Serie C - A Ferentino finisce la corsa del San Nicola Cedri

10.06.2018 00:30 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 419 volte
Serie C - A Ferentino finisce la corsa del San Nicola Cedri

Una stagione che si chiude in maniera ingloriosa nella semifinale di Ferentino. Il San Nicola Basket Cedri si fa sorprendere dal Cus Genova per 56-62 e fallisce il secondo appuntamento per salire in serie B; una sconfitta che ha messo in mostra i limiti mentali del team biancoblu, che, zoppo per gli infortuni di Zamo e Garofalo, ha smesso di giocare di squadra nei minuti cruciali non trovando più il canestro e facendosi sorprendere da una Cus ordinata e capace di non snaturarsi; in questo modo sono i biancorossi a giocarsi la finale di domani contro Pozzuoli. I primi sette minuti lasciano presagire una vera e propria passeggiata di salute per gli uomini di Falcombello. Linton Johnson riesce sempre a prendere posizioni profonde in pitturato e trova punti facili; quando viene raddoppiato il 43 è bravo a pescare i suoi compagni appostati sulla linea dai tre punti. Riccio è caldissimo dall’arco e i Cedri toccano subito il +9 sul 14-5; dall’altra parte l’attacco del Cus ristagna senza le invenzioni di Bedini e Dufour. San Nicola incappa in troppi problemi di falli, Viera commette il secondo dopo soli sei minuti di gioco e coach Falcombello, con l’assenza di Zamo, è costretto ad utilizzare Erra da 4 tattico, dando modo a Dufour e Bedini di attivarsi. Sotto 24-7, Genova torna a giocare la pallacanestro che tanto le piace, fatta di corsa ed isolamenti per i due alfieri offensivi di coach Pansolin. Il break di 7-0 in chiusura di primo parziale fa tremare i Cedri, che vedono gli avversari avvicinarsi progressivamente; Pignalosa tiene a bada per un po’ i tentativi avversari, ma i problemi di falli colpiscono anche lui, Erra (due per entrambi) e Linton Johnson, addirittura a tre; l’attacco biancoblu si inceppa definitivamente, Zavaglia e Vallefuoco nell’ultimo minuto segnano i punti del sorpasso per il 34-37 del 20’. Nel terzo quarto si vede un’altra San Nicola, determinata a dare il pallone sotto canestro a Linton Johnson. Il 43 propizia un break di 10-0 che fa volare i ragazzi di Falcombello, che toccano il +8 con due liberi di Viera. Merito è anche della difesa che costringe Genova a tiri difficili, ma la troppa foga costringe i Cedri a commettere due antisportivi che regalano vita alla Cus, capace, con Vallefuoco e Zavaglio, di instillare nuovi dubbiai biancoblu sul 48-45 del 30’. L’attacco di San Nicola si ingolfa nuovamente all’inizio del quarto parziale, fino a che cinque punti di Bedini fanno mettere la freccia a Genova che si ritrova sul +5 con la tripla da distanza siderale di Dufour. I Cedri perdono la trebisonda e si mettono ad attaccare in maniera scriteriata; i liberi di Pignalosa riescono a smuovere il punteggio fino al -2 ma alcuni extrapossessi regalati agli avversari riescono a tenere la forbice larga. Due tecnici per flopping a Pignalosa e Viera (il secondo molto dubbio) fanno scorrere i titoli di coda sulla gara, con i Cedri che si leccano le ferite.

San Nicola Basket Cedri – Cus Genova 56-62 (24-14, 34-37, 48-45)

San Nicola Basket Cedri: Pignalosa 17, Riccio 6, Di Martino NE, Viera 11, Marini, Garofalo NE, Aldi NE, Mihalich 3, Erra 3, Russo, Johnson 16, Donaddio NE. All. Falcombello

Cus Genova: Bianco NE, Bestagno NE, Vallefuoco N. 2, Dufour 16, Cassanello 3, Mangione NE, Bedini 17, Ferraro, Vallefuoco S. 11, Vicenzi NE, Zavaglio 13, Pampuro, Franconi NE. All. Pansolin