Serie B - Semifinale, Montecatiniterme la prima volta è in casa Baltur Cento

12.05.2018 10:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 176 volte
Serie B - Semifinale, Montecatiniterme la prima volta è in casa Baltur Cento

La serie di semifinale playoff con la Baltur Cento è alle porte. Da domenica, inizierà un cammino vorticoso e senza fiato che porterà le due squadre a giocare tre (o quattro) partite in una settimana. Per Montecatiniterme Basketball sarà un cammino inesplorato, ricco di insidie ma anche stimolante, contro una grande squadra.

Com’è noto la serie con la squadra emiliana si giocherà al meglio delle cinque partite, ovvero per approdare nella finale di tabellone, e sfidare la vincente di Fiorentina-Borgosesia, sarà necessario vincere tre partite. Garauno si giocherà domenica alle 18 a Cento, garadue martedi 15 alle 21 sempre al Pala Ahrcos di Cento, mentre la terza partita si giocherà al Palaterme venerdi 18 alle 21. L'eventuale quarta partita si giocherà al Palaterme domenica 20 alle 20,30 (non alle 18, attenzione!), mentre se si renderà necessaria la quinta e ultima gara, si giocherà mercoledi 23 maggio alle 21 a Cento. 

La società emiliana ha messo a disposizione dei nostri tifosi, che saliranno a Cento con un pullman organizzato dagli Old Lions, una tribuna che può contenere fino a un centinaio di spettatori, considerando che domenica al PalaAhrcos ci sarà il tutto esaurito.

E la sfida che attende i rossoblù equivale a scalare una montagna a mani nude. La Baltur è un’autentica corazzata, prima classificata nel girone B con un clamoroso bilancio di 26 vinte e 4 perse, una delle candidate più autorevoli alla promozione di A2, un obiettivo che la società insegue da diversi anni e che, per costanza di investimenti e di presenza ad altissimi livelli, se lo meriterebbe pure.

La squadra allenata da Giovanni Benedetto è esperta, solida, con una panchina smisurata, che ha perso per strada il lungo titolare Benfatto, fermato da un grave infortunio. Ma la lunghezza del roster dovrebbe permettere a Benedetto di sopperire all'assenza, grazie alla duttilità di Piunti (ex Orzinuovi), giocatore che va spesso in doppia cifra di punti e rimbalzi, ma soprattutto alle doti offensive di Nelson Rizzitiello, il grande ex di turno, che cerca la sua terza promozione in A2 consecutiva. Sono loro le anime del pitturato della Baltur, che sul perimetro presenta una batteria di esterni spaventosa, ad iniziare dagli oriundi Sebastian Vico e Adrian Chiera, mentre in regia agiscono il giovane Pasqualin e l'esperto Cantone, anche lui reduce da una promozione con Orzinuovi. Chiera e Vico conoscono bene l'arte di fare canestro, giocatori dotati di punti nelle mani, senso del canestro e grandi mezzi atletici (soprattutto Chiera). Dalla panchina escono, oltre a Cantone che poi in realtà gioca parecchi minuti, l'estroso D'Alessandro (uno dei migliori nella serie vinta con la Sangiorgese) e il promettente Ba. La Baltur arriva a questa semifinale dopo aver eliminato abbastanza agevolmente in due partite la Sangiorgese, vincendo sia in casa (74-62) che a San Giorgio su Legnano (59-76). Finora le uniche squadre ad aver sconfitto la corazzata estense sono state Piacenza, Crema (unico ko casalingo di tutta la stagione), Forlì e Vicenza. Chiudiamo con un altro dato interessante, che rende l'idea del valore della Baltur: ha chiuso la stagione regolare come miglior difesa del girone (64,8 punti per gara) e (quasi) miglior attacco: il terzo assoluto, dopo Faenza e Piacenza, con 78,4 punti per gara.