Serie B - Secondo impegno stagionale per la Pallacanestro Crema

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 93 volte

Secondo impegno stagionale per la Pallacanestro Crema, di scena a Desio in un incontro che per i rosanero ha un po' il sapore della "classica". Moltissimi gli incroci tra le due formazioni in diversi anni di militanza in comune in serie C e serie B, con netta prevalenza dei brianzoli nei primi anni nella categoria più bassa e progressivo riscatto dei cremaschi negli anni successivi. Come nel primo turno del campionato sarà un incontro tra due formazioni che hanno sposato la linea verde, con la Rimadesio che ha dato ampio spazio ai prodotti del proprio settore giovanile. L'esordio nel torneo dei bluarancio della Brianza è terminato con una netta sconfitta al cospetto di Piacenza, peraltro secondo i pronostici una delle regine del campionato. Un nome prestigioso sulla panchina di Desio, quel Fabrizio Frates che nella massima categoria negli anni '90 tra Cantù e Treviso ha vinto una coppa Korac ed una coppa Italia, oltre ad essere stato il vice di Charlie Recalcati alle olimpiadi di Atene nel 2004, terminate con la medaglia d'argento. Nel ruolo di playmaker si alternano il giovanissimo classe '99 Canzi, prodotto del settore giovanile di Desio, ed il neoacquisto Fumagalli, classe ’96 di scuola Olimpia Milano che, oltre ad aver esordito in massima serie con la squadra meneghina, vanta esperienze in serie A2 a Mantova ed in serie B a Lecco, formazione dal quale è stato prelevato. Nello spot di guardia troviamo il dominicano Daniel Perez, 185 cm di pura esplosività, che la scorsa stagione giocava in serie B a Omegna. Il classe ’97 è cresciuto cestisticamente nei Crabs Rimini e nonostante la giovane età vanta anche un’esperienza in serie A2 con la casacca di Scafati. A dargli man forte nel ruolo ci sarà uno dei veterani della squadra: Casati, che nonostante i suoi 26 anni è insieme ad altri due coetanei l’elemento più “anziano” del roster. Il classe ’91 è cresciuto cestisticamente nell’Aurora, con la quale a livello giovanile ha disputato diverse finali nazionali. Confermato dalla scorsa stagione, prima di ritornare a Desio dove aveva esordito in prima squadra ai tempi della serie C, ha fatto esperienza tra B1 e B2 a Ferrara, Capo d’Orlando e Lecco. Nel reparto più nutrito, ovvero quello degli esterni, troviamo i giovanissimi Binaghi, Mazzoleni e Parma. Gli ultimi 2, classe '98 e '97 sono due prodotti del settore giovanile aurorino, con il primo, grande agonista, che ricoprirà anche il ruolo di capitano, mentre Binaghi, acquistato da Cernusco (serie C), vanta anch'esso la prestigiosa scuola Olimpia Milano. Oltre a questi tre Desio potrà schierare anche: Xavier Brown, figlio di Mike, primo straniero nella storia di Desio ed anch'egli prodotto del settore giovanile dell’Aurora e Fiorito, "anziano" di 26 anni che torna a Desio da Porto Sant'Elpidio, dopo tanta esperienza e tanti campionati vinti, soprattutto a Trento. Nel reparto lunghi c'è spazio per l'ennesimo prodotto della scuola di Desio, ovvero il classe '98 Corti, alla prima stagione "vera" dopo alcuni scampoli di gioco nei due anni precedenti e per LDe Paoli, preso da Lecco, con esperienze anche in A2 ad Agropoli ed in B a Treviglio, cresciuto a Treviso dove ha vinto due campionati nazionali giovanili. Un incontro sicuramente non facile per gli uomini di Salieri, attesi da una delle tifoserie più calde del torneo e da una squadra che dopo il -30 di Piacenza vorrà sicuramente riscattarsi davanti al proprio pubblico. Crema viaggia però sulle ali dell'entusiasmo, dopo la bella prestazione contro Bernareggio ed i primi due punti stagionali conquistati e punta ad espugnare il campo di una diretta concorrente per la salvezza. In casa rosanero ci sarà però da registrare l'assenza di Ferraro, infortunatosi ad una spalla dopo pochi minuti di gioco nella prima giornata, con tempi di recupero ancora da valutare.