Serie B - Salerno espugna il PalaPulerà dopo un tempo supplementare

18.03.2018 22:04 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 84 volte
Serie B - Salerno espugna il PalaPulerà dopo un tempo supplementare

La Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno concede il bis nella gara valida per la 26^ giornata del campionato di Serie B Old Wild West. Ma che fatica! C’è voluto un tempo supplementare per stabilire la vincente del confronto tra la Mastria Vending Catanzaro e la squadra cara al presidente Nello Renzullo. 61-70 il punteggio finale che ha premiato i blaugrana che, dopo una discreta partenza, hanno accusato un passaggio a vuoto nel secondo periodo, al quale hanno posto rimedio nella ripresa. Di Prampero ha segnato sulla sirena il canestro che ha portato la partita all’overtime e qui il roster allestito dal diesse Pino Corvo, sfruttando una panchina più lunga e una maggiore lucidità, non ha consentito ai padroni di casa di segnare e si è aggiudicato la vittoria meritatamente, vendicando anche la sconfitta rimediata all’andata contro i calabresi. Coach Orlando ha potuto così festeggiare il secondo hurrà consecutivo alla guida della Renzullo Lars Salerno, bissando quello della scorsa settimana al termine del match con Isernia. Grazie al blitz compiuto un PalaPulerà gremito in ogni ordine di posti, grazie all’ingresso gratuito stabilito dalla società del presidente Procopio per chiamare a raccolta il pubblico amico, la Virtus Arechi Salerno approfitta dello scivolone di Cassino in casa della Costa d’Orlando e con 38 punti all’attivo risale al terzo posto, occupato ora in coabitazione con i laziali e con la Virtus Valmontone (che ha vinto 51-64 ad Isernia). In vetta prosegue la marcia di Palestrina (44 punti), tallonata da Barcellona (42). A quattro giornate dal termine della stagione regolare, però, tutto può ancora succedere, anche alla luce dei tanti scontri diretti ancora in calendario, come quello dal quale la prossima settimana sono attesi capitan Cucco e compagni, che andranno a far visita proprio alla Virtus Valmontone.

Nel primo quarto la Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno parte forte e piazza un break in avvio di 0-11 con i canestri di Sorrentino (dalla lunetta), Paci, Leggio (4 punti), Cucco e Di Prampero. Biordi spezza il sortilegio e segna il primo canestro per Catanzaro. I padroni di casa firmano un controbreak di 6-0 con Moricie e Di Dio. Alla tripla di capitan Cucco risponde ancora Biordi con un tiro piazzato che fissa il punteggio sull’8-14 dopo i primi 10 minuti di gioco.

Nel secondo quarto si assiste alla reazione veemente dei giallorossi. Pronti via e i calabresi firmano un 6-0, pareggiando i conti e costringendo coach Menduto a chiamare time out. Si torna in campo e Morici con una tripla regala il primo vantaggio al quintetto di coach Tunno. Paci lotta sotto le plance e segna 4 punti tra la seconda bomba di Morici e il canestro di Biordi. Dell’Uomo dall’arco dei 6.75 e i liberi di Morici portano Catanzaro sul +9. Di Prampero accorcia, ma Morici e Dell’Uomo portano i giallorossi ad un vantaggio in doppia cifra. Sorrentino accorcia da fuori. Morici e Medizza riportano avanti i padroni di casa. I canestri di Leggio e Paci (dalla linea dei liberi) permettono ai salernitani di andare al riposo sotto di 8 lunghezze (34-26).

Nella ripresa è la difesa a fare la differenza. Salerno stringe le maglie e mette la museruola alle bocche di fuoco dei calabresi. Catanzaro segna solo 8 punti, i blaugrana 14 e tornano a -3 (50-47) grazie alla buona vena degli esterni Cucco e Di Prampero. Si iscrive finalmente a referto anche Sanna fino a quel momento ben contenuto dalla difesa giallorossa.

L’ultimo quarto è avvincente. Catanzaro prova ad alzare nuovamente il ritmo, ma la difesa blaugrana non concede nulla o quasi a Medizza e soci. Si arriva all’ultima azione con Salerno sotto di 2 lunghezze e con la palla in mano. Il tiro di Cucco non entra, si lotta a rimbalzo e la rimessa viene assegnata ancora agli ospiti. Coach Menduto chiama time out e disegna lo schema da eseguire. Di Prampero segna da 3, gli arbitri assegnano il canestro da 2 e si va al supplementare.

All’overtime Catanzaro arriva senza benzina. I padroni di casa non segnano nemmeno un punto e la Virtus si impone per 61-70, pareggiando il -9 rimediato all’andata al PalaSilvestri. Vista la “calda” atmosfera del PalaPulerà, si può legittimamente dire che capitan Cucco e soci hanno compiuto un’autentica impresa, espugnando il campo dei calabresi.

Domenica prossima, 25 marzo, alle ore 18 la Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno sarà chiamata ad affrontare il secondo impegno consecutivo: i blaugrana cercheranno di tenere ancora aperta la striscia positiva nello scontro diretto in casa della Virtus Valmontone valido per la 27^ giornata del campionato di Serie B Old Wild West.

MASTRIA VENDING CATANZARO vs RENZULLO LARS VIRTUS ARECHI SALERNO 61-70 dts

PARZIALI: 8-14; 34-26; 50-47; 61-61; 61-70

Catanzaro: Morici 27, Biordi 13, Dell’Uomo 8, Medizza 5, Di Dio 4, Battaglia 2, Calabretta 2, Pichi, Commisso ne, Dolce ne, Markovic ne, Procopio ne.

All. Tunno

Renzullo Lars Salerno: Di Prampero 18, Cucco 13, Leggio 12, Paci 11, Sanna 8, Sorrentino 7, Bartolozzi 4, Mennella, Datuowei ne, Saletti ne.

All. Menduto

Arbitri: De Biase e Zancolò.

Note: nessun giocatore uscito per raggiunto limite di falli.