Serie B - Quarto periodo da favola, l’Urania spegne nel finale un’indomita Cremona

23.03.2019 23:34 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Quarto periodo da favola, l’Urania spegne nel finale un’indomita Cremona

Terzo successo in fila per la Super Flavor che incassa il derby con Cremona. Non inganni lo scarto finale, i Wildcats hanno dovuto soffrire per quasi 35 minuti prima di piegare la resistenza di Bona e compagni. Decisivo il quarto periodo di grande intensità della difesa milanese, fondamentale l’impatto di Paleari nel break con cui l’Urania straripa. Gara tutta sostanza di Eliantonio e Simoncelli, straripa Perez nel finale che porta a 5 gli uomini in doppia cifra nella truppa di coach Davide Villa.

 

SCANZI DA BOLSHOI

Subito alto il ritmo della sfida, Eliantonio ed una tripla di Simoncelli per il primo mini parziale della Super Flavor, 5-2. Reazione immediata della Juvi con Ndiaye, Cremona dimostra subito l’efficacia della propria difesa, 7-6. Entra nella sfida anche Scanzi che da il suo contributo su entrambi i lati del campo, il “Rambo” dei Wildcats prima ferma Esposito e poi realizza un canestro da ballerino, 13-9. Entra capitan Paleari e si accende lo show, due assist enciclopedici del capitano vengono convertiti in due triple da Simoncelli e Negri, 19-9. Ferraroni che non molla la presa, due siluri per gli ospiti che si riportano a meno 6 alla fine del primo quarto, 21-15. Gara vibrante e ricca di fisicità in puro stile playoff, Urania difende con efficacia ma non capitalizza il grande sforzo, bugiardo il più 6 dopo 14 minuti, 25-19. 

 

ELIANTONIO INFALLIBILE

Lotta con ferocia Eliantonio ma Cremona ritrova il suo bomber Bona, è più 8 Super Flavor al 18’, 32-24. Terza penalità per Simoncelli, sin li il migliore tra i registi Wildcats, finale di quarto rabbioso per la truppa di coach che tiene 8 punti di margine all’intervallo, 34-26. Canovaccio immutato dopo la pausa lunga, tanta fisicità ed energia da entrambe le parti, Ndiaye torna a far danni nell’area colorata ma Milano trova finalmente il primo guizzo di Perez, 38-29. Ottimo lavoro a rimbalzo d’attacco per la Ferraroni che colpisce con Belloni, salgono le penalità in casa Urania con anche Perez a quota 3, è del pirata il vantaggio in doppia cifra, 44-33. Mai doma la Juvi in una gara che sale ancora di livello, le scorribande di Bona e Sipala per il meno 5, 46-41. Rientra Simoncelli che timbra subito una bomba fondamentale, un’ingenuità di Paleari regala due liberi gratuiti a Speronello che sigilla il meno 4 alla penultima sirena, 49-45.

 

BONA METTE PAURA

 Grande aggressività dei padroni di casa in apertura di ultima frazione, Simoncelli carica all’arma bianca, buone spaziature offensive non corroborate dalle percentuali dal perimetro, ancora il pericolo pubblico Bona porta i suoi ad un solo possesso, 51-48. Nervosismo in ascesa con tecnici in arrivo per coach Villa da una parte e Veronesi dall’altra, Bona sbaglia la tripla del sorpasso in transizione, un ruggito di capitan Paleari tiene avanti i Wildcats, 55-51. E’ una bolgia il PalaIseo dopo le triple in serie di Piunti e Negri che regalano il più 10 a Milano, 61-51. 

 

IL CAPITANO PER LA FUGA

Sfida infinita con gli uomini di coach Brotto aggrappati ai rimbalzi di Ndiaye, il quarto fallo di Simoncelli è l’ennesimo test da superare per i padroni di casa. L’uscita dell’ex Omegna toglie brillantezza ai possessi offensivi , risolve l’impasse Paleari con un 2+1 a dir poco prezioso, 64-52. E’ il momento di sferrare il colpo del KO, la premiata ditta Piunti-Perez regala il break che manda i titoli di coda, 70-52.