Serie B - Play off – San Severo vince anche gara 2. Ora la serie si sposta a Salerno

16.05.2018 00:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 161 volte
Serie B - Play off – San Severo vince anche gara 2. Ora la serie si sposta a Salerno

La Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno non riesce a pareggiare i conti nella serie con la Cestistica San Severo. La squadra pugliese si impone anche nella gara 2 della semifinale dei play off del campionato di Serie B Old Wild West. 74-55 il punteggio finale in favore dei gialloneri che, stavolta, hanno sofferto in avvio per poi cambiare passo nella ripresa, alzando l’intensità difensiva e costringendo la squadra di coach Menduto ad assumere scelte infelici in attacco.

Come accaduto in gara 1 è Bottioni a segnare il primo canestro del match. Di Donato porta San Severo sul 4-0, poi Sanna accorcia le distanze prima dalla lunetta e poi grazie ad un ottimo assist di Paci. Con un bell’arresto e tiro Rezzano batte la difesa salernitana, ma Di Prampero gli risponde pan per focaccia. Quindi si assiste al botta e risposta tra Scarponi e Sanna. Petrazzuoli spende il suo secondo fallo a metà quarto e può così fare il suo esordio nella serie Bartolozzi. La tripla di Rezzano riporta i gialloneri a +4, ma Bartolozzi è bravo a battere il suo avversario spalle a canestro. Di Donato prima segna un piazzato troppo facile concesso dalla difesa blaugrana e poi, dopo una palla persa in attacco dal quintetto di coach Menduto, subisce fallo da Sanna e porta i gialloneri sul 14-9. Sanna non ci sta e segna il suo settimo punto nel quarto. Dall’altro lato del campo fa altrettanto Rezzano. Il libero di Bartolozzi riporta la Renzullo Lars a -4, quindi Rezzano commette sfondamento ai danni di Sanna ma i salernitani sprecano l’occasione di rifarsi sotto. Dopo 10 minuti San Severo è avanti 17-12.

Nel finale di primo quarto alcune decisioni arbitrali sfavorevoli ai viaggianti fanno arrabbiare coach Menduto, punito con un fallo tecnico. Rezzano, in apertura di secondo periodo, capitalizza dalla lunetta. Poi Scarponi, con un pizzico di fortuna, realizza dalla media distanza e porta i suoi a +8. Salerno accusa un primo momento di difficoltà e il tecnico dei blaugrana prova la soluzione col doppio play. Paci fa 2/2 dalla lunetta e si sblocca, andando a segno poco dopo con un preciso jumper, che riporta la Virtus Arechi a due possessi di distanza. I blaugrana stringono le maglie difensive e Di Prampero segna il -2 in contropiede. Paci pareggia i conti con il suo classico gancetto e costringe coach Salvemini a chiamare time out. Rezzano commette il suo terzo fallo e viene preservato dal suo allenatore. La tripla di Di Donato e due canestri di Ciribeni ridanno ossigeno ai pugliesi. Spetta ancora a Paci e Sanna (quest’ultimo dalla linea della carità) il compito di accorciare le distanze. Lo stesso Paci, però, spende il suo terzo fallo e viene richiamato in panca. Malagoli ruba un rimbalzo in attacco a Bartolozzi, che si fa subito perdonare in attacco. Sul 29-25 coach Menduto chiama sospensione. Dopo il botta e risposta tra lo stesso Bartolozzi e Ciribeni dalla lunetta, ci pensa capitan Cucco a riportare i suoi a -2. Malagoli, prima di commettere il suo terzo fallo, fissa il punteggio sul 34-30 all’intervallo lungo.

In apertura di ripresa si assiste al duello balistico tra Di Prampero e Scarponi. Dopo il libero di Rezzano, Sanna da fuori e Sorrentino con una “zingarata” riportano Salerno a -1. Di Donato da fuori e Rezzano con un ottimo uso del perno permettono ai gialloneri di allungare nuovamente. Nonostante il passaggio a zona in difesa dei salernitani i pugliesi si portano sul +10 con due canestri in fila di Di Donato. Appena tornato in partita, Paci raggiunge la doppia cifra. La squadra salernitana continua a soffrire a rimbalzo e Rezzano firma il nuovo +10. Paci non ha intenzione di abbassare la guardia. La difesa blaugrana perde Scarponi che regala il nuovo massimo vantaggio ai suoi sul +11, quindi Di Donato rimpingua il bottino dei gialloneri e fissa il punteggio sul 54-51 al termine di un terzo periodo in cui l’attacco della Renzullo Lars non è risultato affatto fluido. Parziale nettamente favorevole ai pugliesi (20-11).

L’ultimo quarto si apre con la bomba di Sorrentino. Di Donato, però, segna col fallo. Ciribeni risponde prima a Mennella e poi a Paci, lasciando immutate le distanze tra le due squadre (61-48). Dopo il canestro di Bartolozzi, segnano in successione da fuori Ciribeni, Petrazzuoli e Scarponi, che si ripete poco dopo anche dalla media portando i padroni di casa sul +16. Salerno, inoltre, perde per raggiunto limite di falli Paci. I liberi di Rezzano ed il canestro di Datuowei servono solo per le statistiche. La partita finisce 74-55 e i tifosi della Cestistica San Severo possono meritatamente far festa.

La serie si sposta ora a Salerno. Venerdì 18 (palla a due alle ore 20.30) la Renzullo Lars ospiterà San Severo per gara 3. Perché ci sia anche un quarto confronto, capitan Cucco e compagni, che avranno bisogno del supporto degli sportivi salernitani come non mai, dovranno necessariamente vincere. In caso contrario i pugliesi centrerebbero l’accesso alla finale.

 

ALLIANZ PAZIENZA CESTISTICA SAN SEVERO – RENZULLO LARS VIRTUS ARECHI SALERNO 74-55

PARZIALI: 17-12, 17-18, 20-11, 20-14

Allianz Pazienza Cestistica San Severo:  20 (6/12, 2/4),  15 (4/13, 1/2),  14 (4/9, 1/2),  13 (2/2, 3/9),  6 (2/4, 0/0),  4 (2/2, 0/0),  2 (1/1, 0/0),  0 (0/1, 0/1),  0 (0/0, 0/0),  0 (0/0, 0/0),  0 (0/0, 0/0),  0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 11 / 21 - Rimbalzi: 40 9 + 31 ( 11) - Assist: 21 (,  5).

Virtus Arechi Salerno:  14 (6/10, 0/0),  11 (3/5, 1/4),  9 (2/4, 0/1),  6 (3/5, 0/4),  5 (1/7, 1/2),  3 (0/2, 1/8),  3 (0/2, 1/2),  2 (1/2, 0/0),  2 (1/1, 0/0),  0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 9 / 16 - Rimbalzi: 36 9 + 27 ( 12) - Assist: 11 ( 4).