Serie B - Perde l'imbattibilità San Severo in casa del Frata Nardò

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 101 volte
Serie B - Perde l'imbattibilità San Severo in casa del Frata Nardò

Ieri sera la Frata Nardò ha toccato le stelle con un dito quando quella interminabile sirena finale, tanto odiata e agognata durante il girone d’andata, ha decretato la fine delle ostilità. Col neo arrivato Marchetti out per infortunio, Ingrosso fuori anzitempo per un taglio all’altezza del volto, Bjelic febbricitante e le partenze di Rodriguez e Marengo, il Toro scrive una incredibile pagina di storia. San Severo arriva al PalAndrea da imbattuta assoluta nel panorama cestistico Nazionale, ovviamente intenta ad incanalare la sedicesima vittoria consecutiva. Ma davanti c’è il Toro in un "PalAndrea" esaurito in ogni ordine di posto come da tempo non si vedeva.

Nel primo quarto sono ben 31 i punti realizzati da una spettacolare Frata, mai vista così sino ad ora. Ventitrè (23) invece quelli subiti, un bilancio più che positivo dopo i primi dieci minuti, con la tachicardia che però a questo punto prende il sopravvento.

Nei secondi 10 minuti di gioco, tra l’incredulità dei presenti e le urla di coach Salvemini sulla panchina giallo nera, Nardò vola a +9 salvo poi subire un calo fisiologico e farsi rimontare da una mai doma San Severo.  Attimi d’apprensione per Ingrosso (al suolo dopo un colpo al volto subìto in penetrazione) che uscirà dal rettangolo di gioco non mettendoci più piede. I granata non mollano durante il prosieguo. Scattolin è la new entry per coach Olive, difesa e cuore le armi del classe ’98 che si rivelerà poi punto fermo per la vittoria finale. La Frata chiude avanti 45-40 all’intervallo lungo.

Un terzo quarto da ricordare al PalAndreaPasca: 70-51 recita il tabellone segnapunti dopo una manciata di minuti giocati. Stupore, gioia, incredulità, euforia, voglia di portarla a casa si mischiano alla dura realtà: è ancora lunga, è San Severo e non è imbattuto per caso. Infatti, crollo verticale granata e rimonta degli ospiti, meno uno (75-74) con 40 secondi da giocare. Ma nel finale concitato di gara arriva la storica vittoria granata per 78-77.

Pallacanestro Frata Nardò - Allianz Pazienza Cestistica San Severo 78-77 (31-23, 14-17, 26-15, 7-22)

Pallacanestro Frata Nardò: Alessandro Potì 22 (6/14, 2/3), Stefano Provenzano 14 (4/6, 1/6), Valerio Polonara 13 (4/7, 1/4), Goran Bjelic 10 (3/8, 1/4), Edoardo Scattolin 8 (3/4, 0/0), Federico Ingrosso 5 (1/1, 0/0), Daniele Dell'anna 4 (2/4, 0/0), Michele Dell'anna 2 (1/1, 0/0), Pasquale Muci 0 (0/0, 0/0), Gabriele Cannoletta 0 (0/0, 0/0). Coach: Davide Olive.

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Emidio Di donato 19 (3/5, 3/8), Leonardo Ciribeni 15 (3/5, 2/6), Ivan Scarponi 14 (1/3, 4/12), Riccardo Bottioni 11 (5/7, 0/1), Riccardo Malagoli 8 (2/6, 0/0), Massimo Rezzano5 (1/3, 1/5), Antonio fabrizio Smorto 5 (0/3, 1/2), Giuseppe Iannelli 0 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0), Vincenzo Ventrone 0 (0/0, 0/0). Coach: Giorgio Salvemini