Serie B - Pavia, domani vs la Sangiorgese. Baldiraghi: «I nostri prossimi avversari sono imprevedibili»

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 119 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie B - Pavia, domani vs la Sangiorgese. Baldiraghi: «I nostri prossimi avversari sono imprevedibili»

Niente riposo per la Winterass. La squadra pavese giocherà domani a San Giorgio su Legnano contro la Sangiorgese (palla a due ore 20.30) nella dodicesima di andata e coach Baldiraghi vuole preparare la partita con la massima attenzione. «La Sangiorgese è una squadra strana – spiega l'allenatore pavese – gioca bene con le squadre forti come dimostra la vittoria di domenica contro l'Urania Milano, mentre contro le squadre che ritiene alla sua altezza o meno forti invece a volte si fa sorprendere, speriamo che ci consideri scarsi. Noi comunque dobbiamo essere pronti a disputare una grande partita». Baldiraghi sorride ma non ha dimenticato la faticosa vittoria casalinga contro Valsesia. «Quando incontri una squadra senza un giocatore importante come Gatti devi avere la ferocia di far diventare questo un vantaggio, ma il fatto che Valsesia abbia giocato con quintetti molto piccoli ci ha messo in difficoltà – spiega il coach – abbiamo attaccato molto male per troppe azioni la loro zona che diventava match up ma anche quando abbiamo costruito tiri aperti li abbiamo sbagliati. Decisivo il cambio di atteggiamento quando siamo andati sotto di cinque punti, abbiamo stretto le maglie della difesa e in attacco abbiamo avuto la freddezza e la determinazione di non sbagliare quando contava». Se in attacco decisivo è stato l'ultimo quarto, la difesa ha fatto la differenza, subendo solo 67 punti, che è quanto aveva stabilito a inizio stagione Baldiraghi per vincere. «Abbiamo commesso qualche errore sulla difesa sul pick and roll e alcune rotazioni sono arrivate troppo tardi – aggiunge il coach – la scelta era di difendere sugli esterni e concedere qualcosa ai lunghi dentro l'area, ma nel primo tempo abbiamo sbagliato troppo, mentre nella ripresa siamo stati bravi». La sconfitta ad Empoli ha pesato anche sulla sfida con Valsesia. «Abbiamo vinto che era quello che contava – sottolinea Baldiraghi – volevamo dimostrare al pubblico e a noi stessi che Empoli era stato solo un errore di percorso, un passaggio a vuoto. Come ha detto Di Bella, avevamo una scimmia sulle spalle perché volevamo vincere assolutamente e dimostrare quelche valiamo». Il dicembre di fuoco è appena cominciato e sarà pur vero che la Winterass ha la fortuna di non dover affrontare lunghi viaggi ma è anche vero che sono tutte partite ad alto rischio. A cominciare dalla prossima sfida con la Sangiorgese. 

Maurizio Scorbati