Serie B - Pavia, Di Bella: "Bella squadra per un campionato tosto"

21.08.2017 11:50 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 203 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie B - Pavia, Di Bella: "Bella squadra per un campionato tosto"

La Winterass ha iniziato la stagione sotto la sguardo attento di una cinquantina di tifosi, fra cui l’ultimo rappresentante della grande Pallacanestro Pavia Raffaele Rosolen e “Cico” Sacchi, coach di Broni.  «Sono davvero contento di iniziare – attacca Di Bella – è stata una estate bella per quello che è il mio futuro. Il mercato ha creato interesse e attese fra i pavesi. La stagione scorsa è stata importante per far ritrovare il basket a tutta Pavia, sia per i derby che per il fatto che la Here You Can si è attaccata definitivamente alla città e alla sua squadra. Ora questa pavesità continua in serie B». L’unico rimasto della stagione scorsa è Alessandro Infanti, ma Gianmarco Bianchi ha cercato di costruire un gruppo che può pensare in grande. «E’ stata fatta una squadra importante per un campionato tosto come la serie B – continua Dibo – il gruppo è fisicamente interessante e tecnicamente ci sono giocatori che sono stati protagonisti in questi campionati. La presenza di Massimiliano Baldiraghi in panchina è molto importante perché è uno di quegli allenatori che riesce a far dare tutto ai propri giocatori». Di Bella è partito dalla serie B di Pavia per arrivare a giocare per lo scudetto, tante presenze in nazionale, quindi A2 e infine è tornato al Palaravizza. «Questa serie B mi incuriosisce parecchio – commenta il giocatore pavese – la mia intenzione era tornare a casa un giorno e sono convinto che questo possa essere il momento migliore. Vivo la situazione strana, non lo nego. Come giocatore me ne ero andato da Pavia quindici anni fa, per quanto riguarda il resto sono sempre stato presente e con la mia famiglia abbiamo costruito un settore giovanile importante per Pavia e fra i più importanti d’Italia. Ho visto con piacere tante facce di tifosi che conosco, vuol dire che il nucleo dei pavesi che seguono il basket c’è». Tutti i giocatori si sono presentati in forma, belli tirati. «A vent’anni potevo permettermi tutto – sorride Dibo – per continuare a giocare ad alto livello occorre mantenersi bene e io cerco di farlo al meglio».

Maurizio Scorbati