Serie B - Pallacanestro Crema si ferma in vista del traguardo

19.03.2018 15:18 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 113 volte
Serie B - Pallacanestro Crema si ferma in vista del traguardo

Come Dorando Petri Crema crolla in vista del traguardo e lascia i due punti alla Gordon Olginate, in una delle partite più belle e combattute viste in questa stagione al PalaCremonesi, con due squadre che si sono date battaglia per 45' intensi e giocati ad alto ritmo. Nemmeno una direzione arbitrale pessima, che ha scontentato entrambe le formazioni con continui cambi di metro di giudizio ed in generale troppo permissiva, ha rovinato lo spettacolo, pur togliendo dalla contesa per espulsione Poggi, Tagliabue e coach Alessandro Galli.

Il tutto, per di più, condito dal giallo di un tiro libero fallito dagli ospiti ma, a quanto risulterebbe, egualmente conteggiato nel punteggio.

In generale Crema ha pagato le basse percentuali nel tiro da fuori (7 su 39 alla fine), il che ha costretto gli uomini di Salieri a cercare molto più spesso del solito le penetrazioni al ferro, mentre nel momento decisivo dell'incontro Olginate ha trovato in Cardellini, uno dei tre ex dell'incontro, un fromboliere infallibile dai 6.75 metri.

Partono subito fortissimo le due squadre in campo. Dopo un iniziale vantaggio cremasco è Olginate a cercare il break, con Siberna già a quota 11 nei primi 10'. La reazione dei leoni cremaschi è affidata soprattutto a Paolin, mentre Poggi inizia la propria personale battaglia contro i grigi, inflessibili di fronte a contatti anche piuttosto evidenti.

Il quarto si chiude con Crema avanti per 20 a 18. Stesso copione per il secondo quarto; le due formazioni che non riescono ad andare oltre i quattro punti di vantaggio in un incontro sostanzialmente equilibrato, con i padroni di casa più spesso avanti nel punteggio e le due squadre che vanno al riposo lungo sul 35 a 34 per Crema.

Un solo punto di differenza anche al termine del terzo quarto (49/48), con il punteggio fissato da una tripla di Cardellini che inizia il proprio personale show, che lo porterà alla fine ad avere 5/6 dalla lunga distanza.

L'ultima frazione dei tempi regolamentari è un concentrato di emozioni: si parte con l'espulsione di Tagliabue per proteste, con i compagni che placcano lo scatenato centro lecchese per evitargli guai peggiori.

Si prosegue con Crema che a metà tempo sembra poter spaccare la partita. Cinque punti consecutivi di Bianchi danno il via al break cremasco, con i padroni di casa che beneficiano dell'espulsione di coach Galli per proteste per incrementare dalla lunetta il proprio vantaggio. Sul 69 a 56 a 150" dalla fine il match sembra concluso, ma Olginate non molla. Bassani e Cardellini da tre riaprono il match, gli ospiti rubano due palloni di fila e sul 70/68 nella tonnara del pitturato cremasco la mano vincente è quella di Siberna, che piazza il tap-in allo scadere dopo un tiro di Rota.

Nel mezzo della rimonta ospite, Crema perde Poggi per fallo antisportivo (dubbio) che fa espulsione dopo il tecnico dell'avvio, ed il tavolo conteggia due punti a Todeschini che fa 1 su due dalla lunetta.

I supplementari vedono Olginate sfruttare l'inerzia della rimonta. Cardellini colpisce subito, Bianchi piazza un gran canestro ma subito dopo si passa all'80/72 in favore degli ospiti.

Crema ha un sussulto con capitan Del Sorbo che ruba palla e piazza una tripla per il -3, ma gli uomini di Salieri non riescono a completare la rimonta ed il match si conclude sul punteggio di 87 a 82 per la Gordon.