Serie B - Palestrina vince la battaglia con la Luiss

19.03.2018 00:07 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 91 volte
Serie B - Palestrina vince la battaglia con la Luiss

Quint'ultimo atto della fase regolare, Palestrina per il primato, Luiss per un posto al sole. Derby per nulla scontato al PalaIaia, aperto da un Alessandri che vuole farsi perdonare l'espulsione di domenica: cinque punti e assist per Gatti: 8-2. Luiss pronta a rispondere, ma Barsanti spara la prima tripla e Palestrina conferma l'ottimo momento, coinvolgendo anche Duranti e Paesano che ripagano con canestri e spettacolo. Schiacciata al settimo minuto di quest'ultimo che vale il 18-10 e il primo timeout ospite. Un minuto basta a Beretta per sistemare le cose, la Luiss è di nuovo a contatto, sfiorando addirittura il sorpasso con una tripla sfortunata di Veccia. Viatico al buon finale di quarto che regala a Palestrina il +4 grazie al coast-to-coast del subentrato G.Rossi.
Dura ancora per poco il vantaggio, Veccia ci ritenta e impatta, vanificando un gioco da tre punti di G.Rossi e dopo qualche errore offensivo di Palestrina c'è pure il sorpasso certificato da un'imperiosa schiacciata di Beretta: 24-26. Partita viva, Gatti non sente la pressione e colpisce dall'arco, senza smorzare l'onda emotiva di una Luiss che corre e mette in affanno i padroni di casa: De Dominicis e Bonaccorso fanno suonare un campanello d'allarme immediatamente silenziato da G.Rossi e il capitano Alessandri, buona la bomba dall'angolo sotto la tribuna 32-32. Altro possesso ben sfruttato dagli arancio verdi dopo aver sciupato l'impossibile con tanti tiri da sotto, ma il +1 non basta a far girare l'inerzia, spostata nuovamente da Bonaccorso con due schiacciate, prima a rimorchio, poi in campo aperto su un recupero. Altro stravolgimento, minuto finale perfetto della Citysightseeing. Gatti fa 2/2 dopo un contatto in avvicinamento, pressione e ripartenza, Paesano si ritrova libero dalla sua mattonella e non perdona, completa il tutto G.Rossi con uno scippo a 2 secondi dalla sirena, Bonaccorso non può evitare l'antisportivo: 39-36.
Esce meglio la Luiss dagli spogliatoi, veloce a rimettersi in scia e premere sulla leva del sorpasso. Sul -6 Alessandri prende l'iniziativa ed accorcia, Gatti gli da man forte e in un amen è 52-53. Beretta non si ferma ma G.Rossi non si fa pregare e ristabilisce la parità. Spettacolo al PalaIaia, si respira aria di playoff, non c'è soluzione di continuità e dopo la sfuriata ospite ecco riversarsi sul parquet tutta la forza della capolista. E' di Fiorucci il tiro da tre del sorpasso, di G.Rossi i due liberi che portano i suoi a +4, con altri due minuti da vivere in questo terzo quarto. Fiorucci incanta con altri due punti stavolta ben smarcato, G.Rossi si esalta in avvitamento e si resta con due possessi pieni di vantaggio. Fondamentale anche in chiave morale la gestione conclusiva che porta Alessandri a un tiro aperto: bomba del 69-62 con un PalaIaia incandescente.
Lontana la conclusione, Molinari suggerisce per Alessandri dalla rimessa che segna al volo, bello anche il taglio di Molinari premiato dal positivo Fiorucci, Palestrina tenta di costruire un margine rassicurante ma la Luiss non abdica. Beretta non cala mai nelle percentuali, Bonaccorso la riapre dai 6.75: sette minuti da giocare e 73-69. Cefarelli rosicchia altri due punti, ma Bonaccorso deve commettere un altro antisportivo e da regolamento viene espulso. Viaggio in lunetta in un silenzio assoluto, Alessandri non sbaglia e sulla rimessa G.Rossi vede Paesano tutto solo apparecchiando la tavola per la schiacciata del 77-71. Momento cruciale, Marcon si guadagna a sua volta due liberi, sbaglia il primo mette il secondo. Uno scivolone da via libera a G.Rossi: +7, ma Scuderi indovina la tripla e contemporaneamente viene ravvisato un fallo di Barsanti su Beretta. Cinque punti che in pratica ricuciono tutto il distacco, ora gli arbitri decidono di fischiare ogni contatto e così si va avanti solo a cronometro fermo. Nessuno perde colpi dalla linea della carità, +3 per Palestrina cristallizzato fino alla banale persa di Beretta che rompe l'equilibrio. Arancio verdi che non allungano, G.Rossi commette infrazione di passi a due minuti dal termine, dall'altra parte Beretta riesce a segnare in tap-in con un'impercettibile deviazione. Barsanti interrompe un digiuno personale che durava dal primo quarto e firma l'88-83 in allontanamento, altra corsa e Marcon tiene la Luiss in vita realizzando l'ennesimo 2/2. Ultimo giro di lancette palpitante, Palestrina non trova il fondo della retina e sceglie di difendere forte, Barsanti costringe Scuderi a un sanguinoso fallo in attacco. Quando sembra finita però arriva una scivolata di G.Rossi che spiana la strada a Beretta, errore e rimbalzo di Paesano ma Palestrina non tiene la palla e fa un regalo agli universitari. Fallo sistematico su Marcon, 88-86 perché dalla panchina arriva l'ordine di fallire il secondo e G.Rossi può finalmente mettere la parola fine a questo duello, inutile il sigillo di Beretta (doppia doppia con 30 punti e 14 rimbalzi), 90-88 per la capolista che vede più vicino il primo posto.

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Gatti 14, Fiorucci 5, Alessandri 25, F.Rossi ne, G.Rossi 21, Barsanti 5, Duranti 3, Cecconi ne, Mattei ne, Paesano 15, Molinari 2, Gobbato ne. All. Lulli
BNL LUISS ROMA: Faragalli, Di Fonzo 2, Miriello ne, Veccia 6, Scuderi 9, De Dominicis 8, Marcon 15, Bonaccorso 10, Martone 4, Beretta 30, Cefarelli 4, Gebbia ne. All. Paccariè
Parziali: 21-17, 39-36, 69-62