Serie B - Orzinuovi ingaggia Andrea Tassinari

11.06.2018 14:30 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 324 volte
Serie B - Orzinuovi ingaggia Andrea Tassinari

L’Agribertocchi Orzinuovi è lieta di annunciare l’ingaggio di Andrea Tassinari per la stagione 2018/2019. Nato a Cento il 12 giugno 1996, Tassinari è un playmaker di 182 cm per 76 kg.
Andrea cresce cestisticamente nella Virtus Bologna, con la quale vince lo scudetto under 17 e, nella stagione 2014/2015, fa il proprio esordio in Serie A. Viene ingaggiato nella stagione 2015/2016 dalla Sangiorgiose dove disputa un ottimo campionato di Serie B mantenendo una media di 14.1 punti per partita e andando per ben due volte a referto con 39 punti. Nella stagione successiva ha l’occasione di poter giocare in Serie A2 con la maglia di Imola: gioca 28 gare assestandosi su una media di 5 punti in 18 minuti di utilizzo medio. Nella scorsa annata fa il suo ritorno nella squadra di San Giorgio su Legnano mettendo di nuovo in mostra il suo talento e chiudendo la stagione con quasi 15 punti di media.
Dotato di grande talento offensivo, Andrea Tassinari è il primo giocatore della nuova squadra orceana.
Andrea Tassinari ha parlato per la prima volta da giocatore di Orzinuovi: “Ho scelto di venire a giocare qui perché ritengo l’Orzibasket una società solida. Dopo aver parlato con Salieri e Muzio ho deciso anche io di “sposare” il nuovo progetto orceano. Dalla prossima stagione mi aspetto un bel gruppo di giovani, oltre che una crescita personale.”
Coach Salieri ha spiegato i motivi per cui Tassinari è stato scelto dall’Orzibasket: “Andrea è un giocatore che ha un enorme talento e ha tutte le caratteristiche della squadra che stiamo formando: è giovane, ha energia e voglia di affermarsi. Ad Andrea manca solo un po’ di continuità per essere un giocatore di categoria superiore e credo che per lui la prossima stagione sia importante per avere quell’ulteriore salto di qualità. Tassinari è un giocatore che stimo e che seguivo da diverso tempo, con la dirigenza abbiamo condiviso che fosse il giocatore giusto per dargli le chiavi della squadra.”