Serie B - Mola, battesimo durissimo a Nardò. L'ex Ferilli: "Faremo la nostra partita. Rispetto senza timore"

22.09.2016 15:12 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 126 volte
Serie B - Mola, battesimo durissimo a Nardò. L'ex Ferilli: "Faremo la nostra partita. Rispetto senza timore"

C siamo, ancora tre giorni e poi sarà battesimo, battesimo di fuoco a casa del NArdò, uno dei roster, almeno sulla carta, meglio attrezzati - assieme all'Udas Cerignola - per questa nuova Serie C Silver. Subito prova durissima per i ragazzi di coach Patella che cominceranno su un campo storicamente inviolabile per qualsiasi avversario. L'Andrea Pasca Nardò in estate ha rinnovato tanto, costruendo un gruppo ben assortito e dalle qualità tecniche invidiabili, chiavi in mano a Mauro Stella, play classe 1984 con diverse esperienze in B tra Bisceglie, San Severo, Corato, Francavilla e Palermo,  ottima lettura di gioco e letale in campo aperto. Intelligenza tattica e grande tiro dall'arco per Provenzano, altro punto di forza dei "Tori" assieme alla new entry sotto le plance,  quella di Polonara, buona difesa e duttilità offensiva, ennesimo curriculum che presenta solo serie B tra Pescara (sfiorato A2 nell'ultima stagione con 9.4, 10 rimbalzi e 25 minuti di utilizzo), Lanciano, Francavilla, Rovereto e Senigallia.  In granata quest'estate è arrivato anche Martino,  esterno potenzialmente esplosivo, classe 1993 con esperienza nelle giovanili della Scavolini Pesaro e le ultime due stagioni con il Basket  Scauri e una semifinale play off per la A2 raggiunta.  Con questi arrivi e con le conferme dell'immarcescibile Bjelic, del capitano Dell'Anna e quella dell'ultimo minuto di un altro giocatore decisivo come Chirico, coach Davide Olive si ritrova tra le mani un roster camaleontico in grado di fiaccare la resistenza di qualsiasi avversario. 
" Sarà una partita sicuramente molto complicata" - esordisce così l'ex Beppe Ferilli. "Il loro roster è di valore assoluto, cominciamo probabilmente con la trasferta più dura del campionato, per noi sarà banco di prova durissimo.  Dalla nostra abbiamo il vantaggio di poter giocare un pò con la mente sgombra, saranno loro sicuramente ad avere più pressione addosso e noi proveremo a sfruttare questo aspetto. In più dovremo cercare di utilizzare le nostre armi emerse in pre-campionato, a volte bene ed altre a volte un pò meno, come agonismo e velocità. Come in ogni partita, anche la più difficile si va in campo per mettersi alla prova e noi vogliamo farlo, anche per vedere fino a dove possiamo spingerci contro team così forti. Non partiamo battuti, sia chiaro, cercheremo di fare la nostra partita, rispettandoli ma senza timore"
Quella di domenica non sarà una partita come tutte le altre per Beppe, che una piazza come Nardò la conosce benissimo, per averci giocato e per essere entrato nel cuore dei tifosi granata negli ultimi quattro anni. "Sicuramente ci sarà un pò di emozione, non posso negarlo, ma sono davvero carico e concentrato, come i miei compagni, vorrei fare una bella partita. Sarà importante aiutare la squadra in qualche maniera e provare a limitare i loro punti di forza, soprattutto Stella, Provenzano e Bjelic, anche se essendo una squadra costruita per vincere è assolutamente da temere in tutti i suoi 10 interpreti".