Serie B - La Robur Varese deraglia a Pavia. Ora tre battaglie con Alba

Vescovi: «Adesso non ci sono più calcoli da fare»
16.04.2018 16:50 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 169 volte
Fonte: La Prealpina
Bianconi (22 punti)
Bianconi (22 punti)

Dura solo un tempo il sogno della Coelsanus di espugnare Pavia e blindare il fattore campo nei playout. La compagine di Cecco Vescovi deraglia alla distanza dopo aver condotto per due quarti e mezzo, travolta dalle folate di Mascherpa (3/6 da 2, 4/7 da 3, 6/9 ai liberi e 11 falli subiti) in una partita che rimette a nudo le difficoltà offensive nei climi arroventati della solita Robur troppo fragile in versione esportazione (10/24 da 3 ma 30% da 2 e 14 perse). A questo punto la permanenza in B per la ventiduesima stagione consecutiva sarà assegnata dalla “maxi-serie” con Alba: domenica al Campus antipasto nel turno finale della stagione regolare per assegnare il fattore campo nel playout al meglio di tre gare che deciderà la salvezza. «Ormai non ci sono più calcoli da fare: per restare in questa categoria dovremo battere Alba tre volte, la prima per conquistare il vantaggio della bella in casa e le altre due per mettere al sicuro la serie B – conferma il coach Cecco Vescovi – Ieri siamo andati bene fino a quando l’alternanza delle difese ha pagato, poi senza Assui e con un paio di senior sottotono abbiamo perso fluidità offensiva. Gli equilibri sono molto sottili e se si stacca un filo poi usciamo di partita; ormai però siamo questi, abbiamo avuto l’ennesima conferma che se non difendiamo e lottiamo di squadra facciamo fatica a tutti i livelli». Primo tempo in equilibrio con la Robur che contiene il primo assalto pavese (12-7 al 7’ ma 14-15 al 12’) sfruttando la vivacità di Santambrogio (10 alla pausa lunga) per tenere il comando (19-22 al 15’). I tre falli rapidi di Mercante (foto in alto) e Croci penalizzano la squadra di Vescovi, che pure amministra l’inerzia (22-27 al 17’) chiudendo bene l’area contro una Winterass dalle mani fredde (3/13 da 3 a metà gara). La ripresa parte forte (32-38 al 23’) con due dardi di Bianconi (5/7 da 3 ma 1/6 da 2 e 10 rimbalzi), ma è il canto del cigno per una Coelsanus che sbatte ripetutamente contro i muscoli della difesa di casa (9/30 da 3...). I gialloblù faticano a tenere il passo (47-43 al 30’) e quando Mascherpa accende la luce bucando la zona ospiti il gap diventa presto sostanzioso (69-51 al 33’). 

WINTERASS PAVIA - COELSANUS VARESE  76 - 60

PAVIA: De Min 8, Squeo 2, Di Bella 8, Manuelli 10, Samoggia 12, Mascherpa 24, Fazioli 5, Bussolini ne, Visigalli, Rochlitzer, Infanti 10. All. Baldiraghi

COELSANUS: Bloise 10, Croci 5, Rosignoli 1, Santambrogio 13, Assui ne, Caruso, Rossi 5, Cadario ne, Moretti 2, Mercante 2, Bianconi 22, Trentini. All. Vescovi