Serie B - La Goldengas a Matera brilla solo nel primo tempo

27.03.2018 00:20 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 132 volte
Serie B - La Goldengas a Matera brilla solo nel primo tempo

La Goldengas parte fortissimo toccando un incredibile +18 dopo soli 7 minuti di gioco prima di subire il rientro dei padroni di casa.

Matera si rifà sotto giocandosi tutte le proprie carte (Battistini, Ochoa, Migliori, Terenzi....) e, nell'ultimo quarto, infila un parziale di 19-1 che ribalta completamente la situazione.

Finisce 91-72 con i materani che raggiungono Senigallia in classifica.

 

Prova da subito a metterla sul proprio piano preferito la Goldengas che, con le triple di Giampieri e Tortù, si dimostra ispirata dalla lunga distanza mentre difensivamente ogni uno contro uno viene tenuto dalla truppa biancorossa costringendo Matera a faticare non poco per trovare un buon tiro. La tripla dall'angolo di Tortù vale il 15-6 esterno dopo quattro minuti di gioco.

I padroni di casa si sbloccano dalla linea del tiro libero ma Senigallia è caldissima al tiro e a suon di triple, questa volta firmate Pierantoni e Giacomini, scappa sul 21-8 del sesto minuto e obbliga Putignano a chiamare time out.

L'incredibile “magic moment” non viene però interrotto dalla sospensione chiamata dai padroni di casa e sono ancora Pierantoni (dalla lunga) e Giacomini a trovare la via del canestro per un incredibile 26-8 esterno dopo 7 minuti di gioco.

Iniziano le rotazioni e Matera trova da Ochoa i primi punti “facili” ma è Battistini l'uomo del momento. Sono i 6 punti in fila dell'ex Rimini (con annessa schiacciata da hi-light di giornata) ad accorciare le distanze fino al 19-28 con un parziale dei locali di 11-2 negli ultimi tre minuti del primo periodo.

 

Fatica a ritrovare feeling col canestro la Goldengas in avvio di secondo quarto e allora sale in cattedra Paparella. L'italo argentino trova il canestro dalla lunga distanza e si guadagna viaggi in lunetta per togliere lo zero dal proprio tabellino ma soprattutto dare ossigeno a una Senigallia che inizia a soffrire il tonnellaggio di Ochoa nel pitturato.

Matera è costretta a togliere dalla partita Battistini per tre falli, e diventa così Migliori il trascinatore dei padroni di casa. Al giro di boa del secondo periodo il vantaggio senigalliese si è assottigliato fino al 41-36 (poi 43-38) con la coppia Migliori-Ochoa a confezionare il parzialino che al 17' ribalta la situazione e dà il primo vantaggio ai locali (44-43).

Gli ultimi tre giri di lancette prima dell'intervallo lungo vengono vissuti sul filo dell'equilibrio e con le percentuali al tiro che si abbassano rispetto ai minuti precedenti. Tortù in contropiede va ad appoggiare il 49-47 con cui la Goldengas torna negli spogliatoi.

 

Resiste il vantaggio ospite in avvio di ripresa con le incursioni in area di Giacomini e il gioco in post basso di Pierantoni contro un Battistini che, gravato di tre falli, non può difendere come vorrebbe. Sul versante opposto è Migliori, come nel secondo periodo, a caricarsi il peso dell'attacco dei suoi sulle spalle. Lo stesso Migliori però si fa fischiare un tecnico che è di vitale importanza per Senigallia. Giampieri dalla lunetta non sbaglia e sul possesso aggiuntivo Tortù trova la via del canestro. Torna così ad avere 6 lunghezze di vantaggio la Goldengas (59-65 al 26') ma non basta. Di Marco entra in partita (a dimostrazione di quanto sia lunghissima Matera) e riporta prima a contatto e poi in vantaggio i padroni di casa sul 67-65 di fine terzo quarto.

 

E' lo stesso Di Marco ad aprire con altri due punti l'ultimo periodo e a far partire la transizione dei biancoblù da una rubata a Paparella (costretto ad uscire per un forte colpo allo stomaco nel finale di terzo periodo) per il 71-65 locale che obbliga Foglietti al time out. Non cambia però il trend del momento con Senigallia che sembra un po' sulle gambe e Matera che trova la doppia cifra di vantaggio, 76-66, grazie alla tripla di Terenzi e ai liberi di Ochoa quando mancano sei minuti al termine.

La Goldengas non trova più la via del canestro (solo un libero di Pierantoni a segno nei primi 6 minuti dell'ultimo periodo), mentre per Matera la strada diventa in discesa. I padroni di casa mettono la freccia e scappano definitivamente con un parzialone di 19-1 che chiude di fatto la contesa quando mancano ancora quattro minuti al termine e il vantaggio di Matera si dilata fino all'86-66. Gli ultimi minuti non hanno più nulla da dire col punteggio oramai deciso ed è solo garbage time con Matera che fa festa e raggiunge la Goldengas in classifica.

 

 

 

MATERA – SENIGALLIA 91-72

(19-28; 28-21; 20-16; 24-7)

 

MATERA: Montemuro, Cozzoli 13, Cesano, Varaschin, Terenzi 13, Battistini 21, Pasqualini, Ochoa 12, Di Marco 8, Lopane, Ravazzani 12, Migliori 15. All. Putignano.

SENIGALLIA: Tortù 15, Del Torto, Pierantoni 17, Paparella 8, Giacomini 16, Giampieri 10, Gurini 4, Benedetti, Ricci, Bertoni 2, Maiolatesi, Figueras. All. Foglietti.

ARBITRI: Marzo, Nonna.

PROGRESSIONE: 8-18 (5'), 19-28 (10'); 36-41 (15'), 47-49 (20'); 57-61 (25'), 67-65 (30'); 81-66 (35'), 91-72 (40').