Serie B - La Fiorentina Basket espugna Varese

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 72 volte
Serie B - La Fiorentina Basket espugna Varese

“Una vittoria che dedichiamo al capitano della Fiorentina Davide Astori. Come sportivi, come espressione della comunità fiorentina, siamo stati molto toccati da questo dramma. A Davide ed alla sua famiglia dedichiamo questo risultato, con grande rispetto e cordoglio. Credo che in questo momento non ci sia da festeggiare, ma si debba contribuire con il nostro impegno e la nostra serietà alla condivisione dei più autentici valori sportivi, valori che caratterizzavano la personalità del Capitano Viola”.

Così Andrea Niccolai commenta la vittoria della Fiorentina Basket che sabato si è imposta in trasferta su Varese per 59-75.

“E' stata un successo importante e pesante per noi – prosegue il coach - perché sappiamo che vincere in trasferta, soprattutto alla fine del campionato, è molto difficile. È la settima vittoria esterna, un dato eccellente e molto significativo. Abbiamo portato a casa una partita combattuta, in cui siamo stati bravi a reagire alle difficoltà, come l'espulsione di Alessandro Grande, che ha cambiato un po' gli equilibri, o il recupero finale di Varese, che si era rifatta sotto negli ultimi cinque minuti. Da questa partita traiamo indicazioni molto positive, in linea con il trend dell'ultimo periodo dove abbiamo alzato nettamente la nostra efficienza difensiva, un elemento decisivo per costruire le vittorie nel finale di campionato ed in vista dei playoff”.

Un risultato prezioso per una gara, per la Fiorentina, molto complicata ed insidiosa. “Sono molto contento della prestazione dei ragazzi, è stata veramente una vittoria di squadra con 10 giocatori in campo, tutti con minuti in momenti importanti e l’esordio stagionale del 2001 Fred Lorbis. È un'ulteriore conferma del nostro buon momento, della crescita della squadra, in linea con la continuità di prestazioni difensive di questo ultimo mese, dove siamo stati molto attenti e solidi nella nostra metà campo, come si è visto in particolare contro San Severo e Milano”.

“Questa era una partita chiave – conclude Niccolai - con un calendario che ci riservava quattro trasferte su sei gare. Vincere subito la prima ci mette in un'ottica positiva per le prossime. Ci aspettano in casa loro Oleggio, Montecatini e Moncalieri, saranno vere e proprie battaglie. Dovremo metterci l'elmetto e combattere. In questa fase tutte le squadre sono motivate e pronte, pensiamo ad Alba e Sangiorgese che verranno a Firenze per prendersi punti fondamentali per evitare i playout o conquistare i playoff. Quindi non possiamo mollare di un centimetro, continuando a prepararci ad ogni sfida con puntigliosità e concentrazione”.