Serie B - Cerignola si fa rimontare dal Pescara

12.03.2018 11:07 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 91 volte
Serie B - Cerignola si fa rimontare dal Pescara

Non riesce lo sgambetto dei cannibali ai danni dell’Amatori Basket Pescara che, nella bellissima sfida del PalaDileo, si vedono rimontare dagli abruzzesi di coach Rajola e, soprattutto, perdono due punti fondamentali per la rincorsa al miglior piazzamento nella griglia playout. Partita molto combattuta e bella da vedere per i tanti supporters che hanno affollato gli spalti del palazzo ofantino, con l’Udas che finalmente porta in campo il trio formato da Sabbatino (al rientro dopo il grave infortunio), Rugolo e Tessitore. I biancazzurri ofantini, dopo una buona parte di gara passata sempre in vantaggio, restano spiazzati dal rientro di Leonzio & Co. si fanno scappare la ghiotta occasione per continuare a risalire la classifica.

L’inizio di gara vede la truppa cerignolana scatenata dall’arco: quattro bombe in pochissimi minuti ed è subito 12-6, con Pescara costretta a rifugiarsi al primo time out della contesa. L’Amatori cerca di reagire ma fatica a concludere con estrema precisione, trovando sempre la respinta del ferro sui propri tentativi, consentendo ai cannibali ofantini di mantenere il vantaggio anche al termine della prima sirena. Sarà 18-10 in favore degli udassini, che sembrano davvero in giornata di grazia, soprattutto nelle conclusioni dalla distanza.

Nella seconda frazione di gioco, però, comincia a crescere l’estro di Masciarelli, il numero 00 in casacca rossa mostra sprazzi di gran talento e riporta Pescara sotto di cinque lunghezze, con Cerignola costretta a fermare l’inerzia dell’Amatori. Il quintetto di casa, però, continua con il solito Rugolo a colpire dalla distanza, mostrando una precisione ed una concentrazione senza pari: 36-29 in una partita assolutamente senza esclusione di colpi. Gli abruzzesi provano a macinare gioco e punti per rientrare in parità, ma vedono rigettare le proprie istanze grazie ad un’altra bomba di Tredici ed al super canestro, dalla propria metà campo, di Nunzio Sabbatino, che mette a segno un buzzer beater in stile Nba mandando le due squadre sul 43-35 all’intervallo lungo. 

Al rientro dagli spogliatoi la gara comincia ad assumere ben altri significati, con Pescara che dimostra di aver retto l’onda d’urto biancazzurra e di restare sul pezzo. Drigo ne firma cinque in rapida successione e, con l’aiuto dell’incontenibile classe ’94 Leonzio, Pescara firma il primo vantaggio della gara sul 48-49. La formazione ospite continua ad attaccare approfittando del momento difficoltoso degli udassini e con Bedetti e Leonzio legittimano il vantaggio nei 30’, 56-60 alla fine del terzo periodo in un PalaDileo colmo come non mai.

L’inizio del quarto periodo, però, vede sempre Pescara comandare le ostilità e andare addirittura sul +9 grazie alle sortite del numero 17 Capitanelli. Coach Marinelli, invece, si affida alla dinamicità di Peppe Ippedico che risponde presente all’appello e segna cinque punti in un amen che, incredibilmente, riportano sotto i cannibali, complici gli errori degli abruzzesi nella gestione della sfera: 65-71 di marca pescarese. L’Udas non molla e lo dimostra con le bombe in rapida successione di Rugolo e Gambarota che rimettono in parità la contesa, in un PalaDileo oramai rovente e voglioso di spingere i propri beniamini ad un importante successo casalingo. Il quintetto ospite regge bene il rientro veemente dei cannibali che, clamorosamente, gettano alle ortiche i possessi decisivi e lanciano la girandola dei sistematici, ma i minuti scarseggiano: al termine dei quaranta minuti esulta Pescara che sbanca il palazzo ofantino per 78-72, riprendendo la sua marcia verso la terza posizione. Per i cannibali cerignolani, invece, non arriva la seconda vittoria consecutiva dopo la bella imposizione esterna di Nardò e, purtroppo, si perdono punti fondamentali per la corsa salvezza in attesa della gara di Fabriano di questa sera. Prossimo impegno per Tessitore e soci nella difficile trasferta di Porto Sant’Elpidio, dove l’Udas dovrà assolutamente cercare il blitz fuori dalle proprie mura. 

Udas Basket Città di Cerignola – Amatori Pescara 72-78 (20-10; 43-35; 56-60)

Udas Cerignola: Gambarota 3, Ippedico 5, Tredici 16, Kushchev 14, Sabbatino 7, Rugolo 21, Grittani ne, Markus, Tessitore 6, Raicevic ne. Allenatore: Luigi Marinelli

Amatori Pescara: Masciarelli 18, D’Eustachio 2, Drigo 21, Mlinar 2, Bedetti 7, Caverni 2, Pagliaroli ne, Capitanelli 14, Leonzio 12, Taglieri. Allenatore: Stefano Rajola.