Serie B - C'è Padova in arrivo per la Pallacanestro Crema

20.11.2016 08:48 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 92 volte
Serie B - C'è Padova in arrivo per la Pallacanestro Crema


La Pallacanestro Crema si gode l'aria rarefatta ma frizzante dell'alta classifica, dopo il colpo esterno di Desio. Archiviata la dura sconfitta dell'esordio di Cento, Del Sorbo e compagni si sono idealmente ricollegati alla stagione scorsa, fornendo un rendimento di altissimo livello e cedendo da allora solamente alla fortissima Piacenza. I leoni cremaschi, saliti al secondo posto in classifica alle spalle della capolista Orzinuovi assieme a Bergamo, Cento e Piacenza, ospiteranno domenica alle ore 18.00 la Broetto Padova, formazione che segue il gruppo delle quattro formazioni al secondo posto. Gli ospiti arriveranno al PalaCremonesi con il coltello tra i denti, a causa delle tre sconfitte consecutive che hanno rovinato la festa dopo il filotto del mese di ottobre, l'ultima delle quali patita contro la Co.Mark Bergamo. Società storica e con precedenti anche ai piani superiori, Padova è guidata da Massimo Friso, esperto tecnico con trascorsi ad Arezzo, Ferentino, Forlì, Mestre e Pistoia. Punto di forza della temibile formazione veneta la coppia di lunghi formata da Marco Lazzaro, 18 punti di media a partita, e Claudio Nobile, poderoso centro da 11 punti e quasi nove rimbalzi per allacciata di scarpe, ottimo difensore ed a dispetto della mole buon contropiedista. In doppia cifra anche il dominicano Juan Carlos Canelo, guardia di 185 centimetri capace di disimpegnarsi sia in cabina di regia che da secondo esterno. Pochi minuti finora per il talentuoso playmaker Stevan Stojkov, che con Canelo costituì una giovane coppia delle meraviglie in maglia Virtus Bologna. L'ex Montichiari, buon regista ed ottimo tiratore, sconta alcuni acciacchi ma è in crescita. Gabriele Salvato è un all round che può giocare da play, da guardia e anche da ala piccola, in grado di difendere su qualsiasi esterno, che si è dimostrato, specie quando non è stato gravato dai compiti della regia, un tiratore mortifero dalla lunga distanza. Il giovane Matteo Ferrara, esterno di classe 1997 e poco meno di due metri, in questo primo scorcio di stagione si è guadagnato minuti e responsabilità, cogliendo al volo l’opportunità rappresentata dall’assenza per infortunio di Stojkov. Nello spot di ala si alternano Enrico Crosato, che pur non abbondando di centimetri ha grandi attitudini di rimbalzista, e Federico Schiavon, che può giocare in tre ruoli anche se il suo impiego naturale è quello di ala piccola, in possesso di un buon tiro e buon difensore. Un incontro complicato per la formazione di Pat Baldiraghi, anche se ormai vaccinata agli scontri d'alta classifica. Conscio delle difficoltà il coach di Pavia:"Partita difficile, arriveranno a Crema affamati dopo tre sconfitte consecutive e recuperando uomini importanti come Stojkov e Nobile. Dovremo usare le nostre armi, intensità difensiva ed agonismo. Il nostro pacchetto lunghi finora ha ben figurato, ma domenica troveranno davvero pane per i propri denti: Nobile è un rimbalzista solidissimo, Lazzaro è il secondo giocatore del girone come valutazione dopo Ghersetti. Naturalmente Padova è pericolosa anche con gli esterni, soprattutto Canelo. Dovremo dare il 100%."