Serie B - Andrea Zita saluta l'Etrusca San Miniato

20.06.2018 14:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 276 volte
Serie B - Andrea Zita saluta l'Etrusca San Miniato

La costruzione della Blukart per la stagione 2018/2019 sta procedendo e nei prossimi giorni arriveranno le prime conferme e le prime novità per il roster che affronterà il campionato di serie B. Intanto, nella giornata odierna, il CDA della società della Rocca ha voluto salutare con una nota ufficiale Andrea Zita, uno dei perni dell'Etrusca in queste stagioni.

Andrea è arrivata a San Miniato nella prima stagione di serie C, che culminò subito nella promozione nella B nazionale, insieme alle bandiere di quella splendida impresa, come Bertolini, Stefanelli, i fratelli Meucci, Susini e capitan Parrini, guidati dal nuovo arrivo coach Federico Barsotti. Zita fu proprio una scommessa vinta di coach Barsotti, che affidò la squadra ad Andrea ottenendo in cambio quattro stagioni fantastiche, fatte di grandi successi nella B nazionale. Andrea in questa squadra ha saputo proprio consacrare i valori sul campo dell'Etrusca, squadra di grande cuore, difesa asfissiante e rapide transizioni offensive; con le sue scorribande velocissime ha saputo infiammare il Fontevivo, con tanti bambini e bambine del settore giovanile della Rocca che in queste stagioni hanno avuto Zita come punto di riferimento per diventare un giocatore migliore. "Dopo aver salutato capitan Bertolini, mi ritrovo a dover salutare un altro giocatore che ha fatto la storia recente dell'Etrusca, e non nascondo mai l'emozione in queste circostanze" le prime parole di saluto del dirigente responsabile Andrea Stefanelli "Zita è un ragazzo che ha dato tantissimo all'Etrusca in questi anni: ha avuto una leadership silenziosa, come è nel suo carattere, dentro e fuori dal campo, buttando sempre il cuore oltre l'ostacolo; un esempio in assoluto per tutti i nostri ragazzi. Sono proprio ragazzi come lui che il nostro ambiente sa premiare e amare, per i valori che sanno incarnare attraverso il gioco, per l'atteggiamento sempre corretto dentro e fuori dal campo e per la correttezza, che ha sempre mostrato. In più ha saputo mostrare grande volontà di sacrificio di fronte ad ogni ostacolo, come quando ha voluto guidare la squadra alla vittoria nonostante il setto nasale fratturato nella scorsa stagione, cercando in ogni evenienza di stringere i denti, nel massimo rispetto dei suoi compagni e di tutti i supporter del mondo Etrusca. Voglio augurare ad Andrea il massimo delle soddisfazioni in ambito cestistico, sicuro che possa trovare una squadra all'altezza del suo valore, ma soprattutto in ambito professionale, visto che sta concluedendo gli studi e potrà presto coronare i suoi sogni. Un sincero in bocca al lupo Andrea e GRAZIE da tutta l'Etrusca per quello che ci hai dato in questi anni".