LIVE: Cuore ed orgoglio, la Tezenis torna a vincere nel derby Veneto

10.02.2019 18:56 di Lorenzo Belli  articolo letto 1626 volte
LIVE: Cuore ed orgoglio, la Tezenis torna a vincere nel derby Veneto

Dopo un periodo buio la Tezenis trova l'orgoglio di uscire dalle difficoltà nel derby con la De Longhi, sono ben 5 i giocatori in doppia cifra (top i 14 di Ferguson di cui 9 nell'ultimo periodo) ma tutti hanno portato il loro fondamentale tassello nella vittoria, in special modo i "gregari" Ikangi (11) e Quarisa (6 e 8 rimbalzi) poi a mettere i titoli di coda ci ha pensato Candussi (14 e 9) assoluto trionfatore nell'incrocio con Tessitori (5 e 4). Non bastano agli ospiti le 5 triple di Imbro' (15 e 5 assist) e l'energia di uno spuntato Burnett (16 ma 1/6 da fuori a cui ha aggiunto 7 rimbalzi)

 

LA CRONACA LIVE: Nel derby veneto che caratterizza la 21esima giornata di campionato si affrontano due compagini in un momento totalmente opposto della stagione; la Tezenis Verona è reduce da 5 ko in fila e paga tantissimo gli infortuni che l'hanno privata prima di Udom ed ora di Henderson, assenze pesanti in particolar modo per il bilanciamento che garantivano ad un roster costruito con molte bocche da fuoco ma dai labili equilibri difensivi. Di fronte troverà una De Longhi rinfrancata dalle due trionfali vittorie contro Cagliari (94-52) e Cento (92-49) che l'hanno rilanciata con veemenza nella lotta alla seconda piazza, inoltre settimana prossima è atteso in città nientemeno che David Logan che avrà il compito di condurre con la sua classe Treviso nella massima serie

Agli ordini dei signori Beneduce, Saraceni e Tallon la palla a due viene alzata con i seguenti quintetti sul parquet: Amato, Severini, Dieng, Poletti, Candussi in gialloblu, Imbro', Burnett, Alviti, Antonutti e Tessitori per gli ospiti

Apre la contesa un canestro di Candussi ma le protagoniste nella prima parte della gara sono le difese e le scarse percentuali di tiro, al giro di boa del parziale è 4-5; la Tezenis è in completa confusione e un break imbastito da Alviti, Burnett e Lombardi consiglia Dalmonte a fermare il gioco (4-12). Severini e il sesto uomo di lusso Ferguson fanno risalire la china ai padroni di casa che al 10' sono solo con 2 punti di ritardo (15-17) griffati da Burnett poco istanti prima della sirena

56" della seconda frazione e Menetti chiama minuto di sospensione dopo il 4-0 veronese che infiamma le tribune dell'AGSM Forum, la grinta di Quarisa e Ikangi è lodevole ma la De Longhi con Chillo e Imbro' da oltre l'arco ritrova l'inerzia del match (23-26). Ancora un time out di Dalmonte che rigenera la Tezenis: un maestoso Ikangi infila due triple e Candussi in contropiede riportano avanti i gialloblu (33-29); le penetrazioni al ferro di un indomito Burnett non bastano ai trevigiani che rientrano sotto di quattro lunghezze - 39-35 - contro una Verona ferita ma pugnace come non si vedeva da oltre un mese 

Ikangi con 8 punti il sorprendente top scorer veronese, stessa quota per Burnett nelle fila bianco azzurre. A rimbalzo gli ospiti fanno la voce grossa (15-22) e per il momento soffocano bene il tiro da fuori della Tezenis (3/12)

La spinta di capitan Amato per il massimo vantaggio gialloblu (44-37), Imbro' e Uglietti provano a frenare l'avanzata della Tezenis ma Candussi domina lo scontro diretto con Tessitori ed Amato è nel suo momento di trance agonistica e la De Longhi fatica; altra tripla di Imbro' che regala ossigeno ma la serata negativa di Burnett al tiro da fuori e Severini con un gioco da 4 punti manda in estasi le tribune (58-51). Uglietti trova punti da lontano ma sono Poletti ed un rocambolesco buzzer beater di un Quarisa leonino a griffare il 62-54 che recita il tabellone al 30'

Lombardi con una schiacciata e Uglietti con un altra conclusione dai 6,75 dimezzano il ritardo, l'arcigna difesa fa il resto e Dalmonte ferma il gioco (64-61 -7'). Nel momento di empasse massima Ferguson prova a prendersi la scena, la sfida sale di tensione e i contatti si moltiplicano ed anche Burnett si manifesta con canestro del 67-66 ad altissimo coefficiente di difficoltà. Imbro' sorpassa colpendo da fuori ma Ferguson lo ripaga immediatamente della medesima moneta ed è finale in apnea per il derby veneto(70-69 -2'21")

Burnett si guadagna un giro in lunetta è bravo a metà: 70 pari quando mancano solo gli ultimi 120", Ferguson in avvicinamento illude i tifosi di fede gialloblu ma dopo l'errore di Uglietti spreca la ghiotta occasione di mettere due possessi di differenza (72-70 -1'04"). Risolve Severini prendendo sfondamento sull'assalto di Imbro' e la Tezenis ha di nuovo un potenziale match ball a 49 dal termine. Dopo qualche rischio ed un paio di passaggi avventurosi la palla arriva a Candussi che dai 6,75 manda i titoli di coda ed in visibilio i tifosi veronesi: la squadra di Dalmonte dopo 5 sconfitte in serie torna a vincere nella sera più importante 75-70 nel derby e la De Longhi è piegata.