A2 - Trieste sul filo di lana supera una Montegranaro gagliarda

16.05.2018 00:14 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 631 volte
A2 - Trieste sul filo di lana supera una Montegranaro gagliarda

Due a zero sudato, più che sudato, per l’Alma Pallacanestro Trieste: al palazzetto di Via Flavia, tantissime emozioni nel secondo confronto della serie, con una Montegranaro che nonostante un inizio traumatico riesce a mettere in grande difficoltà la compagine di coach Eugenio Dalmasson, brava però a risolvere nei sospiri conclusivi con il talento di Mussini e la fisicità di Javonte Green (5/10 dal campo, 7/7 in lunetta, 8 rimbalzi e 7 assist).

Trieste fa rientrare Janelidze, che prende il posto di Baldasso: l’inizio dei biancorossi è devastante, con la Extralight che rimane per cinque minuti e mezzo senza segnare. Nel frattempo, l’Alma fa spellare le mani al pubblico presente, con cinque punti di Mussini e altri cinque di Bowers che fanno segnare un tremendo 16 – 0 a 4’30’’ dalla prima sirena: Amoroso rompe il ghiaccio per i marchigiani da tre punti, poi Powell indovina un canestro e fallo con antisportivo annesso, ma c’è solo l’Alma sul campo, con Bowers che colpisce nuovamente dal perimetro e corona il magistrale 21 – 8 biancorosso al decimo minuto.

Partita finita? Assolutamente no: sebbene Gueye sbagli una schiacciata praticamente da solo e Trieste tocchi un nuovo massimo vantaggio sul 27 – 11, Amoroso (4/6 da due, 5/10 nelle bombe, 3/3 ai liberi, 6 rimbalzi, 4 falli subiti) si mette in ritmo e comincia a segnare praticamente qualsiasi pallone toccato. Le triple dell’ala di Cercola spronano coach Dalmasson a chiamare time out (29 – 19), ma non serve, perchè il capitano degli ospiti riporta la Extralight sotto la doppia cifra con una grande linea di fondo: il team di Ceccarelli inizia a sfruttare alla grande i lunghi, perchè anche Powell si mette in ritmo con nove punti di fila. L’inerzia passa nelle mani degli ospiti, che si portano avanti 32 – 34 grazie a Corbett: due liberi di Janelidze a due secondi dalla fine fissano il 34 pari con cui si va al riposo.

Nella ripresa, si conferma ancora il grande momento targato XL: Powell (11/16 dal campo, 2/3 ai liberi, 5 rimbalzi, 5 falli subiti) e Maspero portano subito sul +5 i marchigiani e Dalmasson deve ricorrere ancora una volta al minuto di sospensione. C’è tanto agonismo in campo, Trieste cicca un pò troppo nel tiro da fuori mentre Montegranaro non molla di un centimetro: Cittadini infila un canestro e fallo (40 – 44), ma dall’altra parte la formazione di Ceccarelli piazza due bombe di fila con Corbett e Powell. Quando l’ala forte americana scippa un pallone e schiaccia in solitaria, arriva il massimo vantaggio per la Extralight (46 – 57): l’Alma non si perde d’animo, Fernandez e Green riescono a dimezzare lo scarto portando i biancorossi sul meno cinque con dieci minuti da giocare.

Grande spettacolo all’Alma Arena anche nell’ultimo periodo: sei punti di Amoroso, con una bomba e un gioco da tre punti, fissano il 52 – 63 Montegranaro. Trieste soffre, ma si tiene a contatto grazie alla precisione dalla linea della carità: Cavaliero e Green riportano vicina la formazione di casa, sul 65 – 68, poi è il momento di Corbett, che si sblocca dal torpore offensivo dei primi venti minuti. Il canestro da tre punti della guardia di Ceccarelli frutta il 67 – 73 ai marchigiani, che rimangono avanti di sei lunghezze: in questo frangente, determinante è l’apporto di Laurence Bowers (2/5 da due, 3/5 nelle bombe, 2/2 ai liberi, 5 rimbalzi), che prima infila due liberi e poi, sul recupero difensivo, appoggia a canestro il 73 – 75. Time out Ceccarelli, poi sull’azione successiva Maspero scarica per il canestro di Powell: dall’altra parte arriva la replica di Da Ros ed il finale è tutto da raccontare. Montegranaro sbaglia in attacco, Trieste gira la palla verso Mussini, che dall’angolo piazza la bomba del 78 – 77 a quaranta secondi dalla fine: Powell non centra il canestro, ma Campogrande cattura la palla vagante e appoggia il più uno Extralight a 19’’. Sul successivo possesso, Green va spalle a canestro contro lo stesso Campogrande, che lo ferma con un fallo: 2/2 ai liberi e +1 Trieste, che riesce a difendere sull’ultimo attacco degli ospiti. Powell scarica su Maspero, ma la tripla del play di Ceccarelli è oltre il tempo limite: 80 – 79 finale, i biancorossi vanno nelle Marche con il 2 – 0 in saccoccia e la possibilità di chiudere la serie già venerdì al PalaSavelli.

 

TRIESTE – MONTEGRANARO 80 – 79

Alma Pallacanestro Trieste: Fernandez 4, Green 17, Mussini 13, Schina ne, Deangeli ne, Janelidze 4, Prandin 2, Cavaliero 9, Da Ros 10, Bowers 15, Loschi, Cittadini 6. All. Dalmasson
XL Extralight Montegranaro: Rivali, Campogrande 6, Maspero 2, Treier 2, Zucca ne, Corbett 16, Amoroso 26, Nikolic ne, Powell 25, Altavilla ne, Gueye 2. All. Ceccarelli

Parziali: 21-8; 34-34; 52-57
Arbitri: Stefano Ursi di Livorno, Francesco Terranova di Ferrara, Daniele Caruso di Pavia