A2 - Trieste a fatica domina l'Unieuro Forlì

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 189 volte
A2 - Trieste a fatica domina l'Unieuro Forlì

L’Alma Pallacanestro Trieste vince la prima partita casalinga della stagione piegando l’Unieuro Forlì per 75-66. Non una pratica agevole ma una vittoria da sangue, sudore e lacrime conquistata nei minuti finali. Green e Fernandez (23 e 16 punti rispettivamente) hanno guidato i biancorossi alla conquista dei due punti contro un’avversaria che, pur priva di Naimy, ha trovato grandi risposte in Bonacini e Jackson (17 e 15 punti).

Quintetto iniziale: Fernandez, Prandin, Green, Coronica, Cittadini. Coronica sblocca il risultato con una brillante penetrazione a canestro, Cittadini lo segue con un’appoggiata al vetro e poi Prandin va a segno dalla lunga distanza: 7-0 Alma.

Capitan Castelli risponde per Forlì, reduce dalla brillante vittoria all’esordio nel derby con Imola, ma i biancorossi hanno una marcia in più: un’altra tripla di Prandin al limite dei 24 secondi e il lay up del “Citta” confermano la partenza lanciata dei padroni di casa (12-2). L’ex Di Liegro e Jackson danno una scossa all’Unieuro e, mentre Green rientra in panchina per un colpo al pollice della mano sinistra, Bowers fa il suo esordio in campionato. Le conclusioni di Janelidze, Fernandez e i liberi di Bonacini fissano il risultato del primo quarto sul 16-10.

Janelidze e Green mantengono il timone dell’attacco in una gara che si fa particolarmente fisica nei contatti. Coach Valli prova a giocare la carta della zona mentre Bowers fa fruttare la propria pericolosità in attacco andando a ripetizione in lunetta (23-16). Gli ospiti trovano un paio di canestri da Thiam e una conclusione dalla media di Bonacini che li riporta a contatto. Trieste sporca le proprie percentuali di tiro e Forlì si fa sotto sino al 25-24 che costringe al time out coach Dalmasson.

Una tripla di Fernandez fa tirare un sospiro di sollievo all’Alma, poi è ancora Cittadini con un sontuoso movimento di arresto e tiro appoggiato al vetro a riportare Trieste sul 30-24. Il tiro rovesciato di Green e un’altro canestro di Bonacini mandano in archivio la prima metà di gara sul 34-28.

La ripresa del gioco offensivamente è tutto un affare fra Bonacini e Cittadini, che guidano le rispettive squadre sino al 38-32. Un paio di fischi discussi scaldano il clima dell’Alma Arena e l’atmosfera diventa incandescente. Forlì si appoggia dentro a Castelli e Di Liegro, Trieste si scuote con una schiacciata in contropiede di Green (42-38). La gara, però, rimane combattutissima e due triple dei forlivesi portano per la prima volta il risultato in parità a quota 44. Una tripla di Green ridona energia ai biancorossi ma Forlì non molla di una virgola e mette la testa avanti sul 49-50. La tripla di Baldasso sigilla la terza frazione: 54-50.

Il parziale di 7-0 degli ospiti in apertura del quarto decisivo spaventa l’Alma che si affida ai leader emotivi Green e Fernandez per rimettersi in carreggiata. Si entra negli ultimi 5 minuti sul 58-57. Due liberi di Bowers ridanno ossigeno ai biancorossi che sugli sviluppi di un fallo tecnico a Di Liegro vanno a canestro con il “Lobito”. La gara sale di colpi e Javonte Green non può che ergersi a protagonista con un alley oop da incorniciare (64-61). Forlì trova l’ultima parità con Bonacini, poi l’Alma innesta finalmente le marce alte negli ultimi 3 minuti: Fernandez da tre punti e Green con la classica rubata più schiacciata in contropiede portano Trieste sul +5.

Bowers trova poi una provvidenziale appoggiata al vetro e i due liberi di Loschi mettono in ghiaccio i due punti a meno di un minuto dal termine. Il finale recita 75-66, ma la gara lascia il sapore di un combattimento sportivo vinto sul filo di lana grazie al marchio di fabbrica made in Trieste: il carattere.

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica 2, Fernandez 16, Green 23, Babich n.e., Schina n.e., Baldasso 3, Janelidze 6, Prandin 6, Da Ros n.e., Bowers 7, Loschi 2, Cittadini 10 . All. Dalmasson.

Unieuro Forlì: Di Liegro 10, Castelli 13, Fallucca n.e., Naimy n.e., Campori, Jackson 15, Gellera, Bonacini 17, Severini 5, Thiam 4, De Laurentiis 2. All. Valli.