A2 - Tempo di derby tra Bakery Piacenza e UCC Assigeco

20.04.2019 10:22 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Tempo di derby tra Bakery Piacenza e UCC Assigeco

Una partita che vale una stagione. Questa è l’importanza che ricopre per la Bakery Piacenza, la stracittadina contro l’Assigeco in programma sabato sera, alle 20:30, al PalaBakery. Dopo 76 giorni senza esultare, la scorsa domenica Piacenza ha espugnato Ravenna e si è regalata un’altra chance per mantenere la categoria. Appling ha dominato con 31 segnature ma è stata tutta la squadra a rispondere presente nel momento più delicato dell’anno, come spiega proprio l'esterno statunitense: «La vittoria di Ravenna è stata veramente importante per noi, un successo di cui avevamo bisogno da tempo. Ogni giocatore ha lottato allo strenuo delle proprie possibilità ed anche i ragazzi usciti dalla panchina, che hanno giocato di meno, ci hanno tenuto in carreggiata per il rush finale. Abbiamo dimostrato grande carattere ed orgoglio e ci siamo portati via i due punti».

In questo momento i biancorossi sono ancora ultimi, con due punti di ritardo rispetto alla Baltur Cento ed alla Termoforgia Jesi ma con un paio di combinazioni felici potrebbero raggiungere i tanto agognati playout. Tutto si deciderà sull’asse Piacenza-Verona-Jesi. Se la truppa di coach Di Carlo avrà l’impegno casalingo contro un Assigeco salva, senza obiettivi di classifica ma galvanizzata dal derby, Cento dovrà viaggiare verso Verona per affrontare una Tezenis in lotta serrata con Udine per il quarto posto. Ed in questo scenario carico di emozioni non può certo stare tranquilla Jesi che se la vedrà in casa contro Mantova.

La classifica ci dice che: la Bakery deve vincere e sperare nella sconfitta centese per conquistare l’ultimo posto, in virtù degli scontri diretti a favore proprio contro la formazione dell’ex Gasparin. Oppure vincere, e sperare nella doppia sconfitta di Cento e Jesi per raggiungere il quattordicesimo posto, con la formazione marchigiana che abbandonerebbe la categoria.

Intrecci thriller che offriranno un sabato sera solo per cuori forti.

Per i biancorossi la ricetta è continuare sulla strada tracciata a Ravenna. Nei 40’ minuti regolamentari Andrea Pastore e soci hanno tenuto la furia di Smith e compagni a 79 punti segnati, vale a dire 4.5 punti in meno rispetto al dato stagionale. In più i biancorossi potranno riabbracciare il PalaBakery con il susseguente tifo. Sei delle otto vittorie stagionali sono arrivate al Palasport di Largo Anguissola e i dati offensivi ne risentono tremendamente. I punti segnati da 77.5 diventano 80.3, i rimbalzi da 33.3 a 34.4 e le assistenze da 18.3 a 19.6: numeri che fanno ben sperare coach Gennaro Di Carlo.

Di contro però, l’Assigeco di coach Ceccarelli non è sicuramente un’avversaria facile. Oltre alla dose di adrenalina che un derby fornisce, i biancorossoblù sono salvi da diverse giornate ed in stagione hanno battuto le dirette concorrenti almeno una volta, dando filo da torcere anche a chi sta ai piani alti. Una formazione che ha solidità e ritmo, e che può contare su due americani di livello ed un gruppo variegato bene fra gioventù ed esperienza. Murry e Ogide sono nettamente i due migliori realizzatori (16.5 & 16 punti a partita), ma il loro apporto nel sistema-Ceccarelli vale quanto quello di Sabatini (4.5 assist, il migliore) o Formenti (37% da 3 punti). Inoltre un dato sottovalutato è quello dei rimbalzi offensivi concessi: la truppa di Ceccarelli è seconda nel girone est con soli 8.6 palloni lasciati agli avversari.