A2 - Soundreef Mens Sana: il punto del vice allenatore Andrea Monciatti

23.01.2018 17:56 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 224 volte
A2 - Soundreef Mens Sana: il punto del vice allenatore Andrea Monciatti

La prima vittoria del nuovo anno ad Agrigento, seconda affermazione stagionale lontano dal PalaEstra, ha allontanato la Soundreef Mens Sana dalle zone calde della classifica del girone Ovest del campionato di serie A2 e ha riportato il sereno in casa biancoverde, in vista del prossimo impegno contro la Lighthouse Trapani di domenica prossima, 28 gennaio, alle 18.

La Soundreef Mens Sana oggi è tornata al lavoro per preparare la sfida contro i siciliani, sesti in classifica e sconfitti di misura in casa dall'Eurotrend Biella (93-91 il finale) nell'ultimo turno di regular season. Alla ripresa degli allenamenti al PalaEstra abbiamo fatto il punto della situazione con il vice allenatore biancoverde, Andrea Monciatti.

Cosa ha lasciato la vittoria di Agrigento?

“Ci sono diversi aspetti positivi, innanzitutto il fatto che la squadra dopo un momento di difficoltà si è dimostrata coesa e ha saputo superare le problematiche dovute alla situazione fisica e soprattutto numerica: i ragazzi hanno giocato una partita di grande voglia e di desiderio di riscattarsi dopo un periodo sfortunato. Oltre a questo c'è soddisfazione per aver fatto una partita difensiva di ottimo livello, cosa che non ci era praticamente mai riuscita ad eccezione di Reggio Calabria e Legnano. È un aspetto che aumenta la consapevolezza di essere cresciuti sotto questo punto di vista e ci dà fiducia per le prossime partite nelle quali ci aspettiamo di poter ripetere questo tipo di prestazione difensiva. Il processo di crescita che avevamo intravisto, ma al quale non aveva fatto seguito il risultato, ad Agrigento ha dato invece i suoi primi frutti”

Come sta procedendo l'inserimento di Kyzlink?

“L'inserimento è stato ottimo visto che ha fatto solo tre allenamenti con la squadra e il suo contributo ad Agrigento è stato molto importante. Sapevamo perfettamente che non era al 100% e il nostro obiettivo è di farlo entrare in condizione il prima possibile senza forzature. Il giocatore comunque è stato molto disponibile nei confronti della squadra e anche i compagni lo sono stati con lui: nonostante sia arrivato da poco è entrato perfettamente nei nostri meccanismi, ha dato una grossa mano in attacco e in difesa, e di conseguenza ne ha giovato anche il rendimento generale”

Che tipo di lavoro imposterà lo staff tecnico in vista del match contro Trapani?

“Anche questa sarà una settimana in parte condizionata dalla situazione fisica della squadra, che ancora ha qualche giocatore non al massimo. Cercheremo, come fatto anche nelle ultime settimane grazie ai ragazzi delle giovanili che si allenano con noi, di sopperire alle assenze e provare nel frattempo a recuperare più giocatori possibile. Sarà una settimana intensa di allenamenti, proseguiremo con il nostro lavoro e cercheremo di inserire ancora di più Kyzlink nei nostri meccanismi. Sicuramente dovremo impostare una partita completamente diversa rispetto a quella di Agrigento perché Trapani gioca una pallacanestro più offensiva e molto fisica con i suoi lunghi di spessore come Renzi e Perry. La Lighthouse è anche una squadra tecnica, che ha nelle mani diversi punti, e dovremo cercare di trasferire anche domenica i miglioramenti fatti in difesa sfruttando al tempo stesso i nostri punti di forza in attacco. Trapani è senza dubbio una delle squadre più forti del campionato, come dimostra la classifica, ma noi vogliamo vincere per dare continuità alla vittoria di Agrigento e alla buona prestazione offerta contro Casale, anche se poi non erano arrivati i due punti”.