A2 - Roseto Sharks supera Mantova all'overtime!

26.03.2018 00:11 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 216 volte
A2 - Roseto Sharks supera Mantova all'overtime!

Dopo una partita ai limiti del “rocambolesco” , gli Sharks  escono  con i due punti in spalla contro Mantova, salgono a quota 12 in classifica e aggiungono un altro piccolo mattoncino al campionato, andando a +4 e con lo scontro diretto a favore su Orzinuovi, ultima in classifica. Mantova esce dal PalaMaggetti con grande rammarico, dopo aver sciupato 10 punti di vantaggio nell’ultima frazione e con la palla per vincere nel quarto parziale con Legion. Nel supplementare poi il duo Contento-Lupusor ( sei punti totali tutti nell’overtime) si è alzato in cattedra in un PalaMaggetti festante e rumoroso: tra i padroni di casa altra super gara di Contento, 24 punti e tanta sostanza nei momenti cruciali, Ogide 18 in 25 minuti ( limitato dai falli ), Carlino 21 e 4 assist, dall’altra parte 27 di Vencato, 20 di Legion e 18 di Cucci.

Coach Di Paolantonio parte con il suo solito starting-five, Marulli-Carlino-Casagrande-Lupusor-Ogide, risponde Lamma con Vencato-Legion-Moraschini-Jones e Cucci: partono subito forte gli ospiti con uno scatenato Legion ( 10 punti nel primo quarto ), Carlino e Casagrande rintuzzano lo svantaggio, ma Mantova è scesa in Abruzzo per dettar legge sin dall’inizio dopo le ultime gare perse per un nulla, con il posto nella post season ancora in corso. Cucci con una tripla firma il 12-18 al 5°, ancora Cucci ne mette 4 di fila e +10 ospite, time out coach Di Paolantonio sul 12-22: al rientro gran risposta dei biancazzurri e Carlino con una tripla riposta Roseto sotto di uno, Di Bonaventura sigla il sorpasso, Carlino segna ancora, Mantova è solamente Vencato, ma Contento chiude il periodo sul 28-24. Inizio secondo parziale Roseto no segna per tre minuti abbondanti, Legion e Candussi ne approfittano facendo tornare Mantova sopra, si sblocca Ogide che si prende gioco di Candussi in zona pitturata: al 15°, 36-32 locale dopo una poderosa schiacciata di Contento, incontenibile questa sera, ancora Vencato si prende Mantova sulle spalle sprona i suoi compagni, comincia una girandola interminabile di tiri liberi da ambo le parti, e ovviamente non ne giova lo spettacolo. Roseto comincia ad accusare un po’ il colpo, con Mantova che cresce d’intensità e livello fisico: le palle perse e rimbalzi offensivi fanno il resto, il tabellone luminoso recita 42-45 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi dopo il mini-riposo, Mantova con un parziale di 12-2 arriva al massimo vantaggio del match, 44-57 del 23°, con Roseto completamente fuori gara e incapace di andare a canestro, anche con conclusioni semplici, dando l’impressione di aver alzato già bandiera bianca, Ogide e Marulli cercano di dimezzare lo svantaggio, ma gli ospiti sono in serata anche dalla linea dei 6,75 e grazie a Cucci torna sopra la doppia cifra di scarto. Il PalaMaggetti allora comincia a scaldarsi, non vuol abbandonare il tutto nel momento più bello, e coach Di Paolantonio da bravo condottiero fa reagire i suoi, che tornano in un amen sul meno 6 con Infante e Carlino. Gli ospiti segnano negli ultimi due minuti di periodo solo dalla lunetta, 62-69 al termine.

Gli ultimi dieci minuti si aprono con il con un canestro del giovane Ferrara, risponde prontamente con una tripla Contento, si sblocca anche Mei dall’altra parte con il primo e unico canestro dal campo di serata, Casagrande segna e subisce fallo, Vencato ristabilisce le distanze con un canestrissimo da tre punti. A cinque dalla fine si è sul 70-78, l’inerzia è tutta mantovana, Contento non molla di una virgola e si prende ancora gioco della difesa ospite e sigla il meno 5, Vencato risponde della stessa moneta e Bobby Jones con la prima tripla di serata dopo una gara abulica firma il +8 a tre dal termine. Sembra finita, non è proprio così. Ogide e Di Bonaventura firmano il meno 4, il PalaMaggetti diventa una polveriera, Roseto comincia a crederci, Mantova perde palloni sanguinosi in attacco ma ha in Luca Vencato un autentico faro questa sera. 79-85 a meno di due minuti, Carlino scaglia da casa sua la tripla del meno tre decidendo che ancora non è finita, Jones sbaglia e Ogide dai 7 metri firma il clamoroso pareggio a 60 secondi dalla fine. Parità. Incredibile al PalaMaggetti. Cucci fa due su due ai liberi, Carlino sbaglia ed ecco gli spettri della gara contro Trieste, comincia il via via di falli e tiri liberi, Jones ne sbaglia uno, Contento e Moraschini si equivalgono, ma a venti secondi Cucci commette antisportivo su Marulli, l’ex Reggio li mette entrambi, Contento subisce ancora fallo ma sbaglia il primo e mette il secondo, parità di nuovo. Mantova ha il pallone per vincere, Legion però fallisce da due punti ed si vai ai supplementari.

Il pubblico rosetano incita a più non posso i ragazzi, coach Di Paolantonio deve fare a meno di Ogide e Infante per limite di falli, l’over time si gioca con Lupusor unico lungo e Di Bonaventura su Bobby Jones: proprio Lupusor firma il vantaggio e suoi primi punti della gara, la partita diventa incandescente e bellissima, Jones ne mette tre di fila, Roseto complice anche la stanchezza sbaglia qual cosina in attacco ma i lombardi non ne approfittano. Ancora Lupusor dalla lunetta, Moraschini e poi Casagrande per il 96-94 a due dalla fine: Cucci ristabilisce il tutto, Contento è tarantolato e dalla lunetta non si fa tradire, sempre Moraschini dall’altra parte , Lupusor dopo un assist fantascientifico del solito Contento travestito da Iron Man stasera: Legion sbaglia ancora a venti secondi dalla fine, Carlino non trema dalla lunetta, il PalaMaggetti già è in festa, Vencato fallisce e ancora Carlino la chiude. Roseto vince e convince sempre di più, dopo una gara al limite della sopravvivenza. Prossimo turno sabato 31 marzo a Ferrara contro Moreno e soci.

ROSETO SHARKS – DINAMICA MANTOVA   104-98   OT  (28-24, 14-21,20-24,28-21,14-8)                                      

Roseto: Carlino  21 , Ogide    18 ,   Alessandrini   n.e. ,   Lupusor  6 ,  Contento 24 ,  Di Bonaventura   7 , Palmucci   n.e. , Lusvarghi    , Zampini   ,  Casagrande   11 , Marulli   11  ,   Infante  6            All. Di Paolantonio

Mantova: Vencato  27 , Jones  7 , Costanzelli   n.e. , Moraschini    13, Ferrara   3 , Timperi    , Candussi   5 , Mei  5 , Legion   20 , Cucci   18                All. Lamma