A2 - Ravenna cade di un nulla in casa dell'Andrea Costa

04.02.2018 20:55 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 144 volte
A2 - Ravenna cade di un nulla in casa dell'Andrea Costa

Sconfitta in volata dell’Orasì nel derby di Imola, che premia alla fine un’Andrea Costa più incisiva da tre ed ai liberi, là dove Ravenna è stata invece discontinua. I padroni di casa hanno costruito il loro successo tra la fine del terzo e l’inizio del quarto, la rimonta dell’OraSì è stata tardiva e molto basata sui nervi,. Bell’inizio dell’OraSì, che propone Raschi in quintetto e viene lanciata avanti da Grant e Rice (9-17). Dopo 8’ coach Martino ha avvicendato l’intero quintetto mentre dall’altra parte si vede Bell. Secondo quarto con i contatti che si moltiplicano senza troppi interventi arbitrali. Imola inizia a segnare con continuità da tre mentre Ravenna si incarta e con un break di 9-2 i padroni di casa vanno avanti (27-26) per chiudere a metà gara con un’altra tripla (Alviti) sulla sirena. Terzo quarto con quattro punti consecutivi di Montano per il sorpasso (35-36), poi Penna restituisce mentre l’atmosfera si fa molto elettrica dopo un tecnico a Cavina ma Martino toglie dalla giacca l’asso Vitale, che segna 5 punti per ribaltare ancora tutto. L’OraSì però non insiste perché spreca moltissimo dalla lunetta (1 su 5 per Rice) e Imola ne approfitta per allungare con un break di 9-2. Ultimi quarto con il break di Bell che in pratica decide la gara (57-45) anche se Rice e Grant provano la rimonta (61-57) a 4’ dalla fine. La bomba del meno 1 di Masciadri entra ed esce dal canestro, poi Rice fa il 61-59. Gasparin ricaccia indietro l’OraSì sul 64-59, liberi di Montano 64-61, gioco a due Rice-Grant con canestro più fallo ma il libero del pareggio non entra, poi Penna e Grant 66-65 all’ultimo minuto. Un libero su due di Wilson (67-65, a 36 secondi), Rice sbaglia e fallo su Gasparin che dalla lunetta fa 68-65. Rice per il 68-67 poi fallo su Bell che fa 2/2, Giachetti invece prende un colpo da Bell e fa 1 su 2 per il 70-68. Maggioli uno su due 71-68 a otto secondi, rimessa sbagliata da Imola ma poi una chiamata dubbia su Montano (piede sulla linea?) e finisce con la settima vittoria casalinga di Imola.
Il dopo-partita
Non c’è Antimo Martino, che a causa di un problema all’occhio destro è andato in panchina bendato e dolorante. Al suo posto l’assistente Alessandro Lotesoriere: "Complimenti a Imola, noi abbiamo pagato un rendimento discontinuo e ci dispiace per i tanti tifosi che ci hanno seguito. In campionato è logico avere alti e bassi, l’importante è sapere ripartire subito come abbiamo fatto tra Orzinuovi e Udine, quindi adesso prepareremo bene la gara contro Ferrara"..

ANDREA COSTA-ORASI’ 71-70 (13-19, 32-29, 51-45)
ANDREA  COSTA IMOLA: Penna 14, Gasparin 7, Alviti 15, Wilson 11, Maggioli 6, Bell 10, Simioni 5, Toffali 3. All. Cavina.
ORASI’ RAVENNA: Giachetti 10, Rice 18, Raschi 2, Masciadri 7, Grant 15, Montano 6, Chiumenti 6, Sgorbati, Esposito, Vitale 6. Ne Cinti. All. Martino.
Arbitri: Vita, Cappello, Capurro.
Note. Andrea Costa: tiri da due 9/29, da tre 12/30, liberi 17/22, rimbalzi 34. OraSì: tiri da due 21/42, da tre 5/15, liberi 13/23, rimbalzi 43.