A2 - Primo giorno di allenamento per la Virtus Roma 2017-18

21.08.2017 21:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 308 volte
A2 - Primo giorno di allenamento per la Virtus Roma 2017-18

È iniziata la stagione 2017-18 della Virtus Roma: i giocatori si sono ritrovati al Centro Medico Eclepta per svolgere le visite mediche di rito, le valutazioni posturali statiche e dinamiche e i test di forza. 

Nel pomeriggio, alle ore 17.30, c’è stato il primo allenamento ufficiale della squadra presso il campo di allenamento al centro Honey Sport City, alla presenza di un nutrito gruppo di tifosi. Dopo un breve saluto del neo DG Paolo Ronci alla squadra, ha avuto luogo una seduta di natura puramente atletica, coordinata dal nuovo preparatore atletico Alessandro Pontrelli. A disposizione di coach Fabio Corbani c’erano Tommaso Baldasso, Massimo Chessa, Giuliano Maresca, Alessio Donadoni, Gabriele Benetti, Aristide Landi, Jacopo Vedovato e Edoardo Lucarelli ai quali si sono aggiunti i ragazzi delle giovanili HSC.

Domani nella prima mattinata è prevista la partenza per il ritiro precampionato in Valchiavenna dove la Virtus rimarrà fino al 2 settembre.

 

Queste le prime parole stagionali di coach Fabio Corbani: «Lo spirito che ci anima in questo primo giorno è sicuramente quello della scorsa stagione, prima di tutto perché abbiamo sei giocatori dallo scorso anno e poi perché vogliamo portarci dietro quello spirito in quanto è piaciuto ai noi, ai nostri tifosi e soprattutto ci ha caratterizzato dandoci un’identità. La squadra ovviamente sarà diversa, e questo è anche il bello del gioco perché sarà curioso scoprire giorno dopo giorno che tipo squadra diventeremo».

Anche il capitano Giuliano Maresca ha rilasciato un primo commento: «C’è sicuramente entusiasmo e grande felicità perché oggi si rivedono tanti uomini tra squadra e staff con i quali lo scorso anno abbiamo condiviso una stagione positiva. Cercheremo di ripartire sulla falsariga proprio della passata stagione, ovviamente con la voglia di migliorarci che si unisce alla curiosità di conoscere i nuovi arrivati. Proprio come lo scorso anno dobbiamo provare a crescere quotidianamente come gruppo e nelle individualità e riuscire a far divertire i nostri tifosi».