A2 - Passo falso dei Roseto Sharks a Mantova

08.10.2018 00:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 294 volte
A2 - Passo falso dei Roseto Sharks a Mantova

Esce sconfitto Roseto al  esordio in campionato in A2, PalaBam di Mantova contro i padroni  di casa della Pompea guidati da coach Seravalli in panca e condotti magistralmente da Luca Vencato sul parquet. Peccato per i biancazzurri, che dopo un ottimo secondo quarto  e l’inerzia tutta dalla sua, vanno sotto nel terzo parziale , con i locali bravi a respingere anche la rimonta ospite nel finale:  quattro uomini in doppia cifra per gli Sting, 19 Vencato a cui aggiunge 10 rimbalzi e 7 assist, 16 per Cucci, 15 per Tommy Raspino e 10 Warren,  tra le file rosetane cose 23 per Person, migliore in campo, 14 Sherrod, 9 a testa per Bushati e Pierich. 

Coach D’Arcangeli  parte con Nikolic , Person , Akele , Pierich e Sherrod sottocanestro, risponde Seravalli con Vencato , Warren, Raspino , Ghersetti e Morse, con Cucci in panca. Il primo canestro  è dell’ex Udine e Ferentino Tommaso Raspino  ( 7 all’intervallo per l’esterno di casa ): Roseto emerge grazie ad Akele e Person ma non segna praticamente mai per quattro minuti abbondanti, sentendo anche un l’emozione dell’esordio, anche se i padroni di casa non ne approfittano, sbagliando tante conclusioni facili . La squadra lombarda, spinta dal pubblico del PalaBam, resta sopra i biancazzurri, D’Arcangeli allora comincia a ruotare i suoi, Rordiguez, Eboua e una tripla di Person chiudono la frazione sul 14-12. Nei secondi dieci minuti di gioco regna sempre l’equilibrio tra le due compagini: i biancorossi di casa trovano nel duo Cucci-Maspero canestri importanti, ma gli Sharks sono lì, aggrappati alla gara, e con capitan Bushati firma il sorpasso grazie ad una triplissima. Mantova si aggrappa a Raspino, gli Sharks riemergono ancora una volta: Bushati piazza altre due triple, Mantova si carica di falli nel settore lunghi, e allora si va sotto da Sherrod , il lungo americano firma un paio di canestri di fila, facendo virare l’inerzia dalla parte dei biancazzurri ( 30-36 al 18°). Gli Stings fanno un 6-0 fulmineo, prima che ancora Sherrod sigilli all’intervallo per 36-38.

Al rientro dagli spogliatoi gli Sharks  provano ancora scardinare la difesa mantovana con giochi veloci: una tripla di Person e i primi punti di Nikolic fissano il punteggio sul 45-45, Pierich scaglia la prima “bomba”, risponde Raspino, Person ristabilisce le distanze ma qui Mantova grazie al collettivo piazza un break pesante: Raspino e due triple di Visconti e Vencato fanno andare Mantova sul +8 a fine quarto, 64-56. I padroni di casa sono in totale contro del match, gli Sharks però non mollano, e rintuzzano pian pianino lo svantaggio ma è qui che viene fuori il carisma dei grandi campioni, prima Vencato ( spalleggiato da due triple di Visconti ) e poi Warren portano la Pompea sopra la doppia cifra di vantaggio , coach D’Arcangeli le prova tutte, ma i padroni di casa non si fermano più: Roseto non riesce più a rientrare, anche se nel finale prova a riemergere con Pierich e Sherrod ma il divario resta troppo grande e il match si chiude 85-78, risultato bugiardo per quello che si è visto in campo, soprattutto per gran parte del match. Nel  prossimo turno, domenica  14 Ottobre, gli Sharks giocheranno al PalaMaggetti contro Cagliari, sardi sconfitti all’esordio tra le mura amiche da Forlì.

POMPEA MANTOVA - ROSETO SHARKS    85-78      ( 14-12, 22-26, 28-18, 21-22 )                

Mantova:  Guerra  n.e.  , Vencato  19  , Morse   5  , Poggi      , Raspino   15 , Visconti    9  , Ferrara     , Ghersetti   4  , Maspero    7  , Warren   10  , Cucci   16                            All. Seravalli

Roseto:  Person    23 , Rodriguez   6 , Ianelli   n.e. , Penè      , Nikolic  4   , Eboua  6   , Bayehe   3  , Sherrod   14  , Akele    4 , Panopio   n.e.  , Pierich   9  , Bushati    9                         All. D’Arcangeli