A2 OVEST - Bergamo, il derby se lo aggiudica Legnano

28.01.2019 00:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 OVEST - Bergamo, il derby se lo aggiudica Legnano

Nel derby lombardo è l’Axpo Legnano che si porta a casa i due punti, battendo Bergamo con il punteggio di 9287. Una gara da ritmi e punteggio alti, da montagne russe: dopo l’ottimo avvio di Bergamo, i padroni di casa recuperano il gap nel secondo quarto, per poi mettere la testa avanti al 30’. La reazione di Bergamo, veemente, porta i gialloneri ancora avanti a 4’ dalla fine, e qui Legnano è più cinica e trova il successo che la allontana dall’ultimo posto. Per i ragazzi di Dell’Agnello una battuta d’arresto <<che può capitare, dopo 18 giornate>>, come avrà modo di dire il coach livornese in conferenza stampa; sugli scudi Roderick (25 punti e 19 rimbalzi), Fattori e Casella, autori rispettivamente di 18 e 14 punti. Ora testa al derby bergamasco contro la Remer Treviglio, in programma giovedì 31 gennaio al PalaAgnelli. Bergamo scatta di buona lena, sfruttando il buon impatto iniziale di Fattori, autore di sette veloci punti (1-8 al 3’). Legnano paga dazio sempre dal numero 14 giallonero, che inchioda alter due triple consecutive per il primo immediate vantaggio in doppia cifra di Bergamo, che obbliga Mazzetti al time-out. I padroni di casa usano la carta della zona, ma è un azzardo che non paga perché i gialloneri macinano gioco ed in difesa concedono poco; Benvenuti si guadagna la pagnotta colpendo da sotto (10-22 al 7’), Roderick è il solito direttore d’orchestra a 360° ed illumina le azioni di Bergamo, Legnano ha un guizzo in chiusura di frazione con Raffa e Ferri, che accorciano le distanze tra le due squadre (20-27 al 10’). Zugno replica a Serpilli dall’arco mantenendo inalterato il margine in apertura di secondo quarto, Legnano ora ci mette grinta e torna in scia (29-32 al 13’), con Thomas che, dopo una tripla di Bortolani, opera il sorpasso con un gioco da tre punti. Bergamo deve ritrovare fiducia, ma Legnano si prende l’inerzia del momento allungando con Thomas e Serpilli (40-34 al 16’). Dell’Agnello sbraita, Roderick risponde presente finalizzando un gioco da tre punti, Casella e Benvenuti propiziano il contro-break di 0-8 con cui Bergamo torna avanti (40-42 al 18’); Legnano trova in Thomas un totem sotto canestro, ed il neo arrivato sigla la tripla che vale il 43-43 al 20’.  Di rientro dagli spogliatoi l’equilibrio prosegue: Benvenuti si fa sentire sotto canestro con quattro punti consecutivi, Thomas e Raffa rispondono con la stessa moneta e Bortolani ridà margine ai suoi (51-47 al 23’). Bergamo non è fluida come al solito ma ci mette energia, Casella tiene Bergamo a contatto (55-54 al 27’), ancora Thomas e Raffa premono sull’acceleratore per ridare sette lunghezze di vantaggio a Legnano. Fattori riappare dall’arco, ma Legnano non si ferma e si presenta all’ultimo intervallo sopra di sette punti (66-59 al 30’).  Legnano si prende il massimo vantaggio con Serpilli, Roderick, Benvenuti e Sergio tengono in piedi Bergamo nel momento più difficile, esalando un parziale di 0-7 che rimette i gialloneri in piena corsa (71-70 al 34’). Dopo un time-out Bergamo torna avanti con una gran giocata di Taylor, Casella è attivissimo e infila il +3 in contropiede, Legnano però ha mille vite e con il duo Raffa-Thomas ribalta il risultato (84-81 a 100” dalla sirena). Dell’Agnello disegna gli ultimi possessi, ma tocca a Serpilli siglare la tripla del +6 che sembra chiudere i conti; Roderick e Sergio accorciano fina al -2, Thomas e Raffa non sbagliano dalla lunetta e consegnano il successo ai suoi. Al PalaBorsani finisce 92-87 in favore dell’Axpo Legnano. Axpo Legnano-Bergamo 92-87 (20-27, 43-43, 66-59) Axpo Legnano: Raffa 32 (7/10, 4/8), Bortolani 9 (2/5, 1/4), Bianchi (0/2 da tre), Thomas 25 (7/15, 2/7), Bozzetto 4 (1/2, 0/1); Ferri 6 (2/6 da tre), Serpilli 16 (274, 4/7), Corti n.e., Berra n.e., Ballarin n.e., Coraini n.e., Marazzini n.e.. All. Mazzetti Bergamo: Taylor 8 (2/3, 1/5), Roderick 25 (9/15, 1/5), Sergio 5 (1/3, 1/3), Fattori 18 (3/3, 4/8), Benvenuti 12 (4/10, 0/1); Casella 14 (6/7, 0/3), Zucca (0/1, 0/1), Zugno 5 (1/2, 1/2), Bedini n.e., Piccoli n.e.. All. Dell’Agnello