A2 - Montegranaro dura un quarto, poi l'Alma Trieste dilaga

13.05.2018 22:52 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 536 volte
A2 - Montegranaro dura un quarto, poi l'Alma Trieste dilaga

Uno a zero per l’Alma Pallacanestro Trieste: nella prima gara dei quarti di finale dei playoff, i biancorossi superano 105 – 74 la XL Montegranaro, con la più classica delle prove di forza.
I ragazzi di coach Eugenio Dalmasson, dopo un primo periodo difficile, sono riusciti a riprendere in mano le redini dell’incontro ed hanno concluso con un netto più trentuno, lasciando l’amaro in bocca ai marchigiani, che hanno comunque offerto una buonissima prestazione: si parte, ed è subito inizio prepotente della Extralight, con un Maspero protagonista. Il mini play di Ceccarelli alza i ritmi sia in attacco che in difesa e Montegranaro allunga sul 2 – 11, tanto che Dalmasson deve chiamare time out a 7’37’’ dalla prima sirena: Corbett (7/9 da due, 3/6 da tre, 4/6 dalla lunetta, 6 falli subiti) è un altro dei protagonisti, tanto che raggiunge la doppia cifra nel 5 – 19 che caratterizza i minuti iniziali del match. Per Trieste, l’uomo più in palla è Cavaliero, che con due triple tiene l’Alma in scia rispetto agli ospiti, poi Green recupera ed appoggia a canestro, per un primo quarto che comunque termina sul 20 – 27 per Montegranaro.

I ragazzi di Ceccarelli giocano un ottimo basket, ma quando Trieste fa entrare “Bobo” Prandin si alza ulteriormente l’intensità, a tutto campo: i recuperi dell’esterno mestrino fruttano degli extra possessi per Trieste, che con cinque punti di fila di Bowers si riporta a meno due (25 – 27), tanto che Montegranaro deve chiamare sospensione dopo quasi due giri di lancette. I locali provano ad attaccare Corbett, che commette due falli in pochi secondi: Ceccarelli deve sostituirlo ed in questo momento i triestini riescono ad operare il sorpasso, grazie all’intensità difensiva di un Bowers che peraltro sigilla il sorpasso sul 35 – 33. C’è tempo per lo spettacolo, con la schiacciata di Green (10/12 da due, 2/4 nelle triple, 3/3 ai liberi, 6 rimbalzi, 4 falli subiti) su assist di Da Ros ed il canestro a due secondi dall’intervallo di Cavaliero, che fissa il 50 – 45 al ventesimo.

Nella ripresa, Montegranaro si affida alla coppia Powell – Amoroso per rimanere a contatto con l’Alma: 55 – 53, ma è sempre Laurence Bowers (5/9 da due, 4/6 da tre, 2/2 in lunetta, 7 rimbalzi) ad essere decisivo. Il lungo americano mette dentro una tripla, che corona l’intensità dei ragazzi di coach Eugenio Dalmasson: Cavaliero sfoggia un assist spettacolare per Green (66 – 60), ma Powell riesce a liberarsi dall’abulia offensiva che aveva caratterizzato i suoi primi venti minuti. Un libero di Cavaliero tiene avanti Trieste di cinque lunghezze al trentesimo minuto, poi è Juan Fernandez a prendere in mano la squadra in avvio di terza frazione: la sua tripla vale il 75 – 67, poi un assist spettacolare frutta l’alley hoop di Green.

Montegranaro finisce la benzina, poi quando anche Powell deve uscire per infortunio è già troppo tardi: l’Alma dilaga, fra le iniziative della coppia americana Green – Bowers e i sette punti filati di Prandin. Si scatena la grande festa dell’Alma Arena, con spazio anche per Deangeli e Schina e coach Ceccarelli che alza bandiera bianca insieme ai suoi ragazzi: finisce 105 – 74, uno a zero per Trieste e tutto pronto per il secondo confronto della serie, fissato per martedì sera alle 20.30, sempre presso l’impianto triestino.

 

TRIESTE – MONTEGRANARO 105 – 74

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica, Fernandez 7, Green 29, Mussini 11, Schina, Deangeli, Prandin 7, Cavaliero 16, Da Ros 3, Bowers 24, Loschi 6, Cittadini 2. All. Dalmasson
XL Extralight Montegranaro: Rivali 1, Campogrande 13, Maspero 4, Treier 2, Zucca, Corbett 27, Amoroso 15, Nikolic, Powell 8, Altavilla, Guerre 4. All. Ceccarelli

Parziali: 20-27; 50-45; 72-67
Arbitri: Gagliardi di Anagni, D’Amato di Roma e Martellosio di Buccinasco