A2 - Marco Passera nuovo playmaker della Givova Scafati

11.01.2019 12:32 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 389 volte
A2 - Marco Passera nuovo playmaker della Givova Scafati

Con una brillante operazione di mercato, la Givova Scafati si è aggiudicata le prestazioni dell’esperto playmaker Marco Passera, attualmente inattivo, ma in ottime condizioni fisiche, tali da poterne consentire l’impiego in campo, agli ordini di coach Lino Lardo, già domani sera a Bergamo, in occasione della prima giornata di ritorno del girone ovest del campionato di serie A2. 

Nato a Varese il 17 febbraio del 1982, l’atleta di 180 cm di altezza cresceva cestisticamente nel vivaio della Robur Et Fides Varese (guadagnandosi anche 12 presenze in nazionale under 18), dove esordiva pure in prima squadra (serie B Eccellenza), terminando la sua esperienza con 11,9 punti di media (stagione 2000/2001). Si spostava poi a Vigevano (serie B Eccellenza) per restarci solo un anno, perché nel 2002 passava a Soresina (serie B Eccellenza), dove invece si tratteneva per ben cinque stagioni di fila, centrando nel 2006 la promozione in Legadue ed il titolo di M. V. P., con 11,4 punti, 2,8 assist e 2,5 palle rubate di media. Nella seconda categoria nazionale, l’anno successivo, veniva premiato come migliore playmaker (8,3 punti, 2,6 rimbalzi, 3,3 assist e 2,6 rubate di media), meritando l’ingaggio in serie A della Pall. Varese.

L’impatto con il più importante campionato nazionale era talmente positivo (5,7 punti, 2 rimbalzi, 2,3 assist e 2,5 rubate per partita) da guadagnarsi l’appellativo di “rookie dell’anno” dal portale www.eurobasket.com. Le sue ottime prestazioni gli valevano anche la chiamata di coach Charlie Recalcati in nazionale. Nel 2008/2009 giocava un ruolo determinante nel ritorno in massima serie di Varese (7,3 punti e 2,8 assist), meritandosi la riconferma per la stagione 2009/2010 in Serie A (4,9 punti e 1,6 assist). Scendeva in serie A dilettanti nel 2010/2011 per indossare la casacca di Piacenza (13,3 punti, 2,6 rimbalzi e 3,4 assist), che la stagione successiva veniva ripescata in Legadue, chiudendo ai quarti di finale play-off (7,3 punti, 2,3 rimbalzi e 2,7 assist). Nel 2012/2013 iniziava il campionato di Legadue a Capo D’Orlando, ma a gennaio era vittima di un grave infortunio alla mano, che lo costringeva ad una lunga degenza. Nella stagione successiva si divideva tra Imola (Div. Naz. A Gold) e Chieti (Div. Naz. A Silver), mentre nel 2014 firmava per la Leonessa Brescia (serie A2), conquistando la promozione in massima serie e restandovi fino a gennaio 2017, prima di vestire la maglia di Latina fino al termine della stagione. Nel 2017/2018 chiudeva l’accordo con la Viola Reggio Calabria, facendo registrare 4,1 punti, 2,2 rimbalzi e 2,3 assist di media a partita, prima di passare all’Assigeco Piacenza, dove terminava invece la stagione con 3,6 punti ed altrettanti assist di media. 

La società intanto rende noto che il proprio tesserato Claudio Tommasini si è sottoposto ad intervento chirurgico ad opera del dr. Rocchi di Reggio Emilia. L’operazione è perfettamente riuscita e l’atleta tornerà disponibile entro un paio di mesi, nei quali effettuerà diversi cicli di terapie riabilitative.