A2 - La XL EXTRALIGHT® sbatte contro il fortino PalaRuggi e resta col fiato sospeso per Rivali

15.04.2018 23:32 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 112 volte
A2 - La XL EXTRALIGHT® sbatte contro il fortino PalaRuggi e resta col fiato sospeso per Rivali

Primo match point per il quarto posto sprecato per la XL EXTRALIGHT®. La Andrea Costa Imola impone la sua legge (13 vittorie su 14 partite al PalaRuggi) e i gialloblu avranno bisogno di una vittoria contro la capolista Trieste domenica prossima al PalaSavelli per mettere al sicuro il fattore campo nel primo turno di playoff. Ma ciò che preoccupa davvero ora l’ambiente veregrense sono le condizioni di Rivali: il regista pesarese ha subito una forte distorsione alla caviglia sul finire del secondo quarto e non è più tornato in campo. Si attendono gli esami dei prossimi giorni per capire l’entità dell’infortunio. Senza il suo generale in campo, la Poderosa è andata progressivamente spegnendosi, trovando un sussulto d’orgoglio solo in avvio di quarto periodo. Troppo poco però per uscire coi due punti dal fortino imolese.

Eppure la XL EXTRALIGHT® era partita con la giusta concentrazione, per nulla intimorita dal caldo pubblico biancorosso. Due triple di Amoroso alimentano il mini allungo gialloblu (11-15 al 6’) ma Imola, trascinata da un Penna elettrico, sale di giri in difesa e mette pian piano le mani sulla partita. L’aggressività imolese mette alle corde l’attacco della Poderosa, ma i tanti errori al tiro zavorrano le prove di fuga dell’Andrea Costa, che comunque va all’intervallo avanti di 7 (36-29).

Il terzo quarto è un vero incubo per la squadra di coach Ceccarelli, che segna la miseria di 4 punti nei primi 7’ del quarto e lascia scappare i padroni di casa fino al +18 (59-41 al 29’). Sembra l’inizio della fine ed invece i gialloblu hanno un sussulto d’orgoglio. Con Powell e Corbett in panchina e tanta energia dai vari Maspero, Nikolic e Treier, la XL EXTRALIGHT® abbassa la testa e inizia a credere sul serio nella rimonta. In un amen la Poderosa costruisce un parziale di 0-12 che sembra rimettere le cose a posto (59-53 a 7’ dalla sirena con bomba di Campogrande). A mancare è però quel canestrino che avrebbe davvero inchiodato Imola con le spalle al muro e allora la Andrea Costa trova con Gasparin e Bell le triple che ridanno quota ai romagnoli, fiaccando i sogni gialloblu.

Come anticipato, ora servirà l’impresa per centrare il quarto posto: sarà necessario battere Trieste o potrebbe bastare perdere nel caso Verona perda in casa contro una Roseto già rassegnata alla penultima piazza. Negli altri casi, i gialloblu scivolerebbero al quinto posto.

Queste le parole di coach Ceccarelli in sala stampa: “Siamo riusciti a dare una partita fino alla fine a questo pubblico e, viste le ultime gare che ha giocato la Andrea Costa qui, non era facile. Ad un certo punto sembrava si andasse verso lo stesso copione, ma con grande carattere, grande difesa e i due americani in panchina abbiamo rimesso in piedi la partita dando qualche pensiero a Imola fino alla fine. Purtroppo a metà tempo abbiamo subito un duro colpo con l’infortunio di Rivali. Complimenti a Imola per la grande stagione che ha disputato: ha creato al PalaRuggi un vero fortino ed ha centrato una salvezza anticipata. Sia noi che loro possiamo dirci squadre che hanno fatto più di quanto si pensasse ad inizio stagione, con roster assemblati con sensatezza. I risultati di oggi ci vedono costretti a battere Trieste per centrare il quarto posto, ma va bene così: ci vogliamo guadagnare il miglior piazzamento possibile con le nostre forze, senza guardare agli altri. La sfortuna oggi non è nei risultati delle altre, ma nell’infortunio di Rivali. Il mio unico pensiero è per lui, soprattutto per la caratura della persona che è e non se lo merita nel modo più assoluto”.

ANDREA COSTA IMOLA- XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 73-65

IMOLA: Turrini ne, Bell 16, Alviti 12, Maggioli 2, Cai ne, Wilson 9, Gasparin 3, Prato 7, Toffali 2, Rossi, Penna 15, Simioni 7. All.: Cavina.

MONTEGRANARO: Rivali 2, Campogrande 7, Maspero 2, Treier 6, Zucca 2, Corbett 15, Amoroso 9, Nikolic 5, Powell 17, Altavilla ne, Gueye. All.: Ceccarelli.

PARZIALI: 18-19, 18-10, 23-14, 14-22.