A2 - La Termoforgia firma l'impresa: battuta Trieste dopo 2 tempi supplementari

25.03.2018 23:39 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 179 volte
A2 - La Termoforgia firma l'impresa: battuta Trieste dopo 2 tempi supplementari

Dopo una battaglia di cinquanta minuti l’Alma Pallacanestro Trieste si arrende al PalaTriccoli di Jesi, in una giornata dove ancora una volta coach Eugenio Dalmasson ha dovuto fare a meno dei playmaker Fernandez e Schina.
Le due squadre partono con una notevole “sterilità offensiva”: i primi minuti non regalano grande spettacolo al pubblico del PalaTriccoli, poi spetta a Matteo Da Ros sbloccare il calcistico 3 – 2 che aveva caratterizzato le battute iniziali. Marques Green e la bomba di Marini, però, portano avanti la Termoforgia sul 10 – 6: quando però lo stesso Da Ros si mette in evidenza, insieme Javonte Green e a un Cavaliero che guizza in contropiede, ecco che l’Alma vola sull’11 – 15. Un vantaggio illusorio, perchè cinque punti di Marini e la bomba di “Ike” Ihedioha riportano avanti Jesi sul 19 – 17 al termine del primo quarto.

Trieste non riesce a mettere la testa avanti anche per i molti errori da tre punti ed ai liberi: a inizio secondo quarto, Rinaldi confeziona un gioco da tre punti che porta la Termoforgia sul +4 (24 – 20), ma la reazione di Trieste arriva con il guerriero Roberto Prandin. “Bobo” scodella un assist notevole per il lay up di Bowers, poi infila un canestro e fallo ed un contropiede, che siglano il 24 – 27 Alma. Coach Cagnazzo prova a rispondere con il quintetto piccolo, con quattro esterni e Ihedioha da finto pivot, ed è proprio lui a riportare avanti Jesi con due liberi (28 – 27), prima della fiammata finale di Trieste, coronata da un tap in volante a firma “Green Airlines”, che vale il +4 Alma a metà incontro.

Il terzo quarto ricomincia bene per i biancorossi, che toccano il loro massimo vantaggio sul +8: una schiacciata di Green in back door e Bowers dalla media distanza fissano il 31 – 39, ma risponde subito Jesi con un 7 – 0 di parziale raggiungendo il pareggio. Bowers si rende utile a rimbalzo, mentre in attacco ci pensa Da Ros, con un “fallo e vale” ed un canestro con uso magistrale del perno a infilare il 45 – 51: Jesi va a zona per cercare di limitare i danni, poi Marini (5/9 da due, 3/6 nelle bombe, 6/7 in lunetta, 11 rimbalzi, 7 falli subiti) azzecca il palleggio – arresto e tiro sulla sirena del trentesimo, indovinando il 52 – 57.
L’ultimo quarto vede scatenarsi Hasbrouck: l’americano di Cagnazzo prende fuoco ed infila tre bombe pesantissime, che vanificano gli sforzi di Baldasso, Green e Cavaliero. Dal 60 – 67, Marini mette dentro un “2+1” e Hasbrouck piazza la bomba: l’esterno classe ’86, poi, subisce fallo da Green e mette un libero su due, per il 67 – 67; l’ultima azione vede prima Trieste e poi Jesi sciupare le occasioni conclusive, mandando la partita all’overtime.

Il primo supplementare viene inaugurato da Matteo Da Ros (8/15 da due, 1/3 nelle bombe, 3/6 in lunetta, 6 rimbalzi, 6 assist): cinque punti di fila (69 – 72) portano l’Alma avanti, ma la Termoforgia non molla e torna a contatto grazie ai liberi di Rinaldi e Marini. Un rimbalzo offensivo di Green fissa il 77 – 79 per Trieste, ma Rinaldi risponde ancora: dalla lunetta, Bowers e Marini si scambiano cortesie (81 – 81), poi l’ultimo tiro di Javonte Green non va e, sul tap in, Trieste è sfortunata. Si va al secondo over time, dove ancora una volta Da Ros mette dentro un canestro che vale anche il quinto fallo di Ihedioha (81 – 84): tutto fatto? Assolutamente no, perchè Hasbrouck (1/5 da due, 6/14 da tre, 5/6 ai liberi, 5 falli subiti) segna altre due bombe pesantissime, che portano Jesi al decisivo vantaggio. E’ l’allungo fondamentale, perché l’Alma non riesce più a ritornare avanti nel punteggio e per Jesi si schiudono le porte della vittorie.

TERMOFORGIA JESI - ALMA PALLACANESTRO TRIESTE 94-87 D2TS (19-18; 31-35; 52-57; 67-67; 81-81; 94-87)

JESI: Kouyate ne, Green 13 (3/5 da 2, 2/9 da 3, 1/2 ai liberi), Galiano ne, Fontecchio 3 (0/2 da 2, 1/1 da 3), Marini 23 (5/9 da 2, 3/6 da 3, 6/7 ai liberi), Piccoli (0/1 da 2, 0/2 da 3), Rinaldi 17 (7/8 da 2, 0/2 da 3, 3/3 ai liberi), Valentini ne, Massone, Bordoni ne, Hasbrouck 25 (1/5 da 2, 6/14 da 3, 5/6 ai liberi), Ihedioha 11 (2/2 da 2, 1/1 da 3, 4/6 ai liberi). 

ALL. Cagnazzo

TRIESTE: Coronica, Green 20 (9/17 da 2, 0/3 da 3, 2/4 ai liberi), Milic ne, Baldasso 9 (2/5 da 3, 3/4 ai liberi), Deangeli ne, Janelidze (0/1 da 2), Prandin 9 (4/7 da 2, 0/3 da 3, 1/1 ai liberi), Cavaliero 14 (3/5 da 2, 2/9 da 3, 2/2 ai liberi), Da Ros 22 (8/15 da 2, 1/3 da 3, 3/6 ai liberi), Bowers 13 (3/4 da 2, 1/2 da 3, 4/4 ai liberi), Loschi (0/1 da 2, 0/2 da 3), Cittadini (0/1 da 3).

ALL. Dalmasson

PARZIALI: 19-18; 12-17; 21-22; 15-10; 14-14; 13-6