A2 - La NPC Rieti presenta i due americani Davenport ed Heasrst

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 134 volte
A2 - La NPC Rieti presenta i due americani Davenport ed Heasrst

Quest’oggi i nuovi arrivati CHRIS DAVENPORT e ZAID HEARST  hanno avuto  il primo incontro ufficiale con la stampa insieme al coach NUNZI.

Davenport ha da subito elogiato l’ottima accoglienza ricevuta e si è detto soddisfatto del primo allenamento svoltosi ieri con la squadra. Entrambi gli statunitensi hanno trovato un’ottima sinergia con il club che li sta aiutando al meglio. La transizione è stata facilitata per entrambi dalla completa disposizione dello staff NPC, in particolare il DS Martini e il Team Manager Feliciangeli e dalle indicazioni ed i consigli messi a disposizione dal capitano della squadra Angelo Gigli.

Davenport  chiamato il Dark Horse Dunker dai suoi ex-compagni vuole confermare tale soprannome senza nascondere la sua estrema fiducia nelle proprie capacità.

Esperienza completamente diversa per Hearst che dopo l’avventura spagnola è pronto a mettersi a disposizione della squadra con le sue qualità tecniche che lo rendono un jolly spendibile a 360°. Nella scorsa stagione è stato utilizzato in più ruoli, dal playmaker ad ala, ed è stato il miglior marcatore della Leb Gold spagnola, quindi coach Nunzi avrà modo di capire ad ogni occasione come sfruttare le diverse abilità del nuovo acquisto NPC. Le molte amichevoli saranno il giusto test per comprendere come organizzare il team.

Le caratteristiche dei due americani vanno ad inserirsi all'interno delle dinamiche seguite fino ad ora ed innestando quelle capacità tecniche di cui il quintetto necessitava. Come sottolineato da coach Luciano Nunzi : “ Avevamo bisogno di un giocatore, in questo caso Chris, che si sposasse bene con le caratteristiche di Gigli e Carenza. Credo che come rookie abbia la necessità di adeguarsi anche alle differenze con il campionato statunitense .” Un’inesperienza che non ha fatto dubitare Nunzi sulla scelta del giovane Davenport, poiché convinto dell’importanza della famiglia NPC che renderà il processo di ambientamento molto facile.

Si conclude con un riferimento al campionato da parte di coach Nunzi la conferenza stampa dei due americani: “Il campionato vede al via squadre molto competitive. Per noi la crescita di squadra dipenderà dalla capacità di  integrazione delle diverse qualità. I due americani ci assicurano energia e caratteristiche che il gruppo italiano non ha e viceversa, quindi  credo che la fusione e l’equilibrio tra le due identità è quella che ci farà crescere in campo” .