A2 - L'Assigeco aspetta Forlì al PalaBanca

16.12.2017 11:36 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 100 volte
A2 - L'Assigeco aspetta Forlì al PalaBanca

Dopo l’incredibile vittoria di due settimane fa con Orzinuovi, giunta dopo ben due tempi supplementari, il PalaBanca torna ad essere teatro delle gesta dei ragazzi di coach Zanchi in quello che è a tutti gli effetti uno scontro salvezza con l’Unieuro Forlì, appaiata ai biancorossoblu a quota 8 punti in classifica, a +2 sulla zona playout.

L’Assigeco Piacenza arriva a questo appuntamento dopo due sconfitte consecutive in trasferta con Udine e Imola, arrivate dopo la sopracitata esaltante vittoria con Orzinuovi, che l’hanno fatta ripiombare nelle zone calde della classifica.

Dall’altra parte una squadra, quella forlivese, anch’essa in un periodo di grande difficoltà con cinque sconfitte nelle ultime sei partite disputate.

Coach Valli dispone comunque di un roster insidioso in ogni reparto, senza un unico terminale offensivo ma dove tutti riescono a rendersi pericolosi, come testimoniato dai ben quattro giocatori in doppia cifra di punti di media.

L’americano Darryl Jackson, visto con la maglia dell’allora UCC Assigeco Casalpusterlengo nella stagione 2015/2016, è il miglior marcatore di Forlì con circa 16 punti di media a partita e sarà, sicuramente tra gli osservati speciali della difesa dell’Assigeco.

Il playmaker israeliano Yuval Naimy, oltre a essere un temibile realizzatore (14 punti di media), è anche il miglior assistman di tutto il girone Est (7,2 assist di media).

L’ex Verona Dane Diliegro garantisce solidità e grinta sotto canestro (miglior rimbalzista della squadra con 7,6 rimbalzi di media) integrandosi al meglio con il più tecnico e versatile Riccardo Castelli (anch’egli ex Assigeco). Il quintetto base è completato dall’ex Scandone Avellino, Giovanni Severini, nello spot di ala piccola.

Dalla panchina escono le guardie Bonacini e Fallucca, con il giovane italo-senegalese Thiam (classe  ‘98) e Quirino De Laurentiis a dare il cambio ai lunghi.

Si preannuncia un confronto infuocato al PalaBanca con l’Assigeco Piacenza che avrà bisogno di risentire nuovamente tutto il calore dei tifosi biancorossoblu, dopo due partite lontano dalle mura amiche, per ritrovare i due punti e, allo stesso tempo, per dare una spallata decisa ad una diretta concorrente per la salvezza.

 

I ROSTER

Assigeco Piacenza: 1 Guyton, 2 Montanari, 4 Costa, 5 Sanguinetti, 6 Diouf, 8 Fontecchio, 9 Formenti, 10 Infante, 13 Seye, 14 Dincic, 20 Livelli, 21 Arledge, 23 Oxilia, 44 Reati. All. Zanchi.

 

Unieuro Forlì: 1 Diliegro, 7 Castelli, 8 Fallucca, 10 Naimy, 12 Campori, 13 Jackson, 16 Gallera, 17 Bonacini, 19 Severini, 20 Thiam, 22 Del Zozzo, 31 De Laurentiis. All: Valli.

 

INFORTUNATI E INDISPONIBILI

Tutti recuperati per coach Andrea Zanchi che da questa settimana può contare anche sull’apporto di Diouf, ritornato disponibile dopo l’infortunio alla caviglia subita con l’Under 20.

 

DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA

Cesare Riva, assistant coach: “Dalle due trasferte ravvicinate della scorsa settimana, siamo tornati purtroppo senza punti ma con la consapevolezza di ciò che dobbiamo fare per eliminare gli alti e bassi di rendimento che ci hanno fin qui contraddistinto. Perché se a Udine è mancata un po’ di concretezza in attacco nei momenti chiave, unita ad un pizzico di fortuna, la trasferta di Imola ha messo in mostra in pieno le nostre due facce, positiva e negativa. Domenica ci attende un altro scontro diretto, ospitando Forlì, squadra reduce da un filotto negativo ma sempre maturato negli ultimi minuti di gioco. Hanno stranieri dal gran talento offensivo nel ruolo di play e guardia (Naimy e l’ex Jackson) e un gruppo di italiani (compreso l’italo-americano Di Liegro) molto compatto che dà ai romagnoli dell’esperto coach Valli un importante solidità difensiva. Ci attende ancora un’altra battaglia di squadra, per continuare la serie positiva tra le mura amiche”.

 

Luca Fontecchio: “Domenica ci aspetta una sfida cruciale contro una squadra che ha i nostri stessi punti. Sarà quindi importante vincere questa partita casalinga contro Forlì evitando i cali di tensione delle ultime 2 trasferte. A Udine e Imola non siamo riusciti a giocare con intensità per tutti i 40 minuti e contro Forlì dovremo dare il massimo per rimanere concentrati in ogni quarto”.