A2 - Il girone di andata dei Knights finisce a Rieti

06.01.2018 22:22 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 221 volte
A2 - Il girone di andata dei Knights finisce a Rieti

Ultima gara del girone d'andata dei Knights sarà a Rieti, contro una squadra in un trend positivo con 4 vittorie in fila.
Rispetto all'inizio della stagione, Rieti ha cambiato dopo 7 giornate allenatore e straniero, portando alla NPC la guida tecnica di Alessandro Rossi e quella in campo di Jamal Olasewere.
Olasewere, classe 1991, nativo di Silver Spring nel Maryland, dopo aver frequentato l'high school si trasferisce all'Università di Liu Brooklyn con la quale gioca dal 2009 al 2013. Dopo aver disputato il PIT (Portsmouth Invitational) torneo primaverile al quale partecipano alcuni tra i migliori prospetti usciti dal college, approda in Belgio dove gioca con i Wolves Verviers-Pepinster. La stagione successiva, 2015-2016 sbarca in Italia e firma con la Virtus Roma con cui chiude la stagione a 14.4 ppg e 7.7 rimbalzi di media. La scorsa stagione nuova avventura per Olasewere che firma con l'Hapoel Ramat Gan, squadra partecipante alla seconda lega israeliana. In estate la firma con Orzinuovi con cui in 7 gare ha prodotto oltre 19 punti a partita conditi da 10 rimbalzi di media.
Nella sua carriera ha vestito anche la maglia della nazionale nigeriana totalizzando 29 presenze. Ora l'approdo a Rieti per quella che sarà la sua terza avventura nel campionato di serie A2, in cui segna 18.7 punti di media e cattura 8.8 rimbalzi.

Il miglior realizzatore però per Rieti, rimane Zaid Hearst; prodotto della Salisbury School nel Connecticut e poi in NCAA di Quinnipiac, formazione della Northeast Conference. Nell'ultimo anno al college, stagione 2014-2015, Hearst ha prodotto 18.3 ppg, 6.1 rimbalzi a partita ed il 50.3% dal campo. L'esordio in Europa è del 2015, quando Zaid viene chiamato dal Baloncesto Oviedo nella Leb Oro Spagnola (equivalente della nostra serie A2). La scorsa stagione Hearst ha firmato con l'Araberri, squadra ugualmente appartenente alla Leb Oro ed in 34 partite disputate termina il campionato come miglior marcatore della categoria a 20.2 punti di media, 4.8 rimbalzi, 1.5 assist ed il 52% da campo e 35% da 3

Il play titolare della squadra è Claudio Tommasini, 197 cm per 100kg, classe 1991, bolognese di nascita, Tommasini dopo alcuni anni al settore minibasket alla Polisportiva Masi, viene intercettato dalla Virtus Bologna dove gioca tutte le giovanili, si trasferisce l’ultimo anno da under a Forlì entrando a far parte della rosa di Serie A dilettanti. La carriera da professionista prosegue a Ostuni in Serie B dove disputa la finale con Trapani, poi due anni a Veroli in A2, in seguito si sposta a Torino in B1 dove vince il campionato, veste per due anni la maglia di Caserta ed infine gioca due stagioni a Trapani. In questi anni Tommasini si fa conoscere per le sue doti tecniche e caratteriali.

In centro all'area l'ex azzurro Angelo Gigli, centro di 211cm, nato a Pietermaritzburg in Sud Africa. Muove i primi passi alla A.P.D. Vigna Pia per poi spostarsi alla Fortitudo Roma 1908.
Passa nelle giovanili della Bipop Carire Reggio Emilia fa il suo esordio in serie A1 nell’ottobre del 2004. Nell’estate 2005 riceve la convocazione in Nazionale da coach Recalcati per l’Europeo di categoria in Serbia e Montenegro. Dichiaratosi eleggibile per il Draft del 2005 continua la sua carriera nelle fila reggiane con cui gioca anche la stagione 2005-2006.
Nel 2006 partecipa ai Mondiali in Giappone e la stagione 2006-2007 lo vede in maglia Benetton Treviso con cui nel corso della prima annata chiude a 7,2 punti di media e 4,2 rimbalzi a partita. Con la maglia della Benetton esordisce anche in Euroleague dove viaggia a 7,1 ppg in stagione e 6,8 in Top 16 sotto la guida di coach David Blatt.
Nell’estate 2007 prende parte agli europei con la Nazionale, poi veste ancora la maglia di Treviso e poi quella della Virtus Roma con la quale sigla un contratto triennale.
Nel 2011-2012 è alla Virtus Bologna e poi nel 2013 all’Olimpia Milano con cui sigla un biennale. 
Nel 2014 torna in prestito a Reggio Emilia con cui alza al cielo anche l’Eurochallenge.
Disputa la stagione 2014-2015 ancora con la maglia dell’Olimpia per poi approdare al Basket Ferentino. 
Il suo Palmares conta 1 Supercoppa italiana con la maglia di Treviso (2006), 1 Coppa Italia sempre con Treviso (2007) ed una Eurochallenge con Reggio Emilia nel 2013-2014. 109 presenze con la maglia della Nazionale italiana.
In oltre è "Ambasciatore per i Diritti Umani" che gli è stato conferito dall’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza Onlus, per essersi contraddistinto in misura straordinaria per l’impegno a favore dei diritti umani, sanciti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Gigli, infatti, è socio dell’organizzazione umanitaria internazionale United Planet Foundation, ONG accreditata tramite Società Civile all’Economic Social Council – organo delle Nazioni Unite -istituzione avente base a Kiev (Ucraina) e presente attualmente in altri 8 paesi del mondo, impegnata in cause che vanno dal settore sanitario (trapianti di midollo di bambini leucemici post Chernobyl e strutture di accoglienza per orfani), al settore della tutela ambientale, fino alla tutela dei Diritti Umani.  

Unico confermato dalla scorsa stagione Juan Marcos Casini. Da ormai più di 10 anni in Italia, Casini, nel suo Palmares conta: la vittoria del campionato argentino nel 1999, le finali della Liga Sudamericana nel 2000, la vittoria nel campionato di Legadue con Jesi nel 2004 e la partecipazione all’All Star Game di Liga A in Argentina nel 2009.
Nato nel 1980 a Cordoba (Argentina) e di nazionalità italo-argentina, è cresciuto nell’Atenas Cordoba con il quale ha vinto il titolo argentino del 1999. In argentina ha militato anche nel Regatas Corrientes e nell’Andino la Roja. Nel 2003 è giunto in Italia, vestendo la maglia di Jesi per 4 stagioni di cui 3 in serie A2, vincendo il campionato nel 2003/04. Nel 2007 va a Cantù, in serie A e poi torna in Argentina nel 2008/9 per militare tra le fila del Boca Juniors Capital Feder in Liga A. Dopo una stagione rientra in Italia e precisamente a Pistoia in Legadue e i due anni successivi gioca a Scafati, infine nel 2013 va Ferentino, per poi spostarsi a Casale Monferrato l’anno successivo. Nel 2014/15 gioca con la Viola Reggio Calabria e poi nell’OraSì Ravenna in A2, ed infine l'approdo a Rieti nella scorsa stagione, in cui diventa uno degli idoli del pubblico.

Faccia nuova in celeste-amaranto anche Giovanni Carenza, pugliese di origine, ma cresciuto negli Stati Uniti, dopo i primi anni di settore giovanile a Reggio Emilia, è un'ala forte di 202 cm, nato nel 1988.
Dal 2011/12 è un giocatore di valore assoluto in Serie A2, che gioca prima con la maglia di Ostuni, poi Veroli, Agropoli e da questa stagione di Rieti.
In questa stagione gioca 20 minuti di media con 5.9 punti e 2.7 rimbalzi.

Altro giocatore ormai affermato in A2 è Norman Hassan, guardia/ala piccola di 197 cm e 93 kg, in uscita da Imola, apprezzato soprattutto per le sue doti da attaccante. Nato a Pisa nel 1991 e cresciuto ad Anghiari in provincia di Arezzo, Hassan ha praticato minibasket a San Sepolcro e tutto il settore giovanile con i Crabs Rimini. La prima maglia che ha indossato da senior è stata quella della Bawer Matera in B1, segue poi Cartiere Riva del Garda in B1, tre stagioni a nei Crabs Rimini in B1 e tre anni ad Imola in Serie A2.

Prodotto nostrano, invece, è Nicola Savoldelliplaymaker scuola BluOrobica Bergamo, classe 1997, ha il primo approccio alla pallacanestrocon l’Excelsior Bergamo allenato dal suo papà, per poi passare alla Bluorobica Bergamo dove disputa tutto il settore giovanile. L’ultimo anno da under lo gioca con la Stella Azzurra Roma andando a disputare le Finali Nazionali Under 19 a Torino dove vince lo scudetto. Savoldelli conta belle esperienze in Nazionale con cui ha disputato l’Europeo under 16 a Kiev e il Mondiale under 17 a Dubai. Il primo anno da professionista è con la Remer Treviglio per poi andare l’anno successivo in prestito in Serie B alla Gessi Valsesia in Piemonte e poi a Rieti. Ai margini delle rotazioni Alberto Conti, Leonardo Marini e Mattia Melchiorri.

SITUAZIONE KNIGHTS
Situazioni ancora incerta per Toscano (adduttori) e Martini (slogatura alla caviglia). Le condizioni sono al 50% e proveranno fino al riscaldamento prima della partita.

ARBITRI
1° Arbitro: MARTOLINI ALESSANDRO di ROMA (RM)
2° Arbitro: MAFFEI LUCA di PREGANZIOL (TV)
3° Arbitro: MORASSUTTI ALBERTO di SASSARI (SS)