A2 - Fortitudo Bologna, il commento di un tranquillo Gianmarco Pozzecco

29.05.2018 08:32 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 2332 volte
A2 - Fortitudo Bologna, il commento di un tranquillo Gianmarco Pozzecco

Niente intemperanze negli spogliatoi per Gianmarco Pozzecco dopo la fine di gara 1 persa a Casale Monferrato dalla sua Consultinvest Bologna. E in sala stampa la disamina della partita, nel racconto che ne fa bolognabasket.org: "Partita bellissima, grande spettacolo, fair play sia in campo che sugli spalti. E grandissimo arbitraggio, da uomo di sport sono contento. Viviamo in un mondo dove dipendiamo dal risultato, ma non possiamo non essere orgogliosi di quanto fatto oggi, sia noi che loro. Casale più caparbia, ha giocato 40’ con la stessa intensità, noi invece abbiamo giocato scampoli di grandissima pallacanestro, poi per la stanchezza abbiamo commesso qualche errore che abbiamo pagato caro.

Complimenti a Tomassini, canestro finale spettacolare, ma sono contento dei miei. Dispiaciuto perchè forse ad un certo punto abbiamo creduto di averla vinta, e ci siamo messi a preservare le energie. Sconfitta bruciante, siamo più anziani, abbiamo giocatori che sono stati in campo tanto e dobbiamo recuperare. Dobbiamo far uscire anche un po’ di energie mentali. I giocatori sono miei figli, li difenderò sempre e andrò con loro in trincea. Sono bravi ragazzi, starò sempre dalla loro parte e non criticherò mai nessuno.

Mancinelli? E’ un fenomeno, sappiamo che può darci partite di questo tipo. E’ stato stoico, in questo caldo, e normale che alla fine possa avere problemi. I suoi compagni lo aiutano, lui ha fatto cose straordinarie come tutti. Possono sbagliare, ma c’è stato grande spirito di sacrificio.

Le azioni finali? Ho preferito Pini perchè sul pick and roll poteva essere più determinante, ma Gandini prima era andato bene. Ripeto, dispiaciuto per i ragazzi e per i tifosi, dispiace per lo 0-1 ma la serie è aperta. Avevamo la partita in pugno, avremmo dovuto allungare di qualche minuto il periodo positivo.

La discussione con Rosselli? E’ giocatore di grande personalità, e lo preferisco a chiunque altro.