A2 - Coppa Italia, Basket Ravenna presenta il quarto contro Casale

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 134 volte
A2 - Coppa Italia, Basket Ravenna presenta il quarto contro Casale

Ravenna33, struttura medica di riferimento del Basket Ravenna, con la quale la collaborazione è sempre professionale e produttiva dal 2012, anno di nascita del centro, ha ospitato la conferenza-stampa di presentazione della partecipazione dell'OraSì alla Final Eight di Coppa Italia di A2, che si svolgerà a Jesi tra venerdì e domenica prossima. Per la struttura di viale Allende erano presenti il dottor Massimo Cirilli, padrone di casa e ortopedico di riferimento del Basket Ravenna da oltre dieci anni, Maddalena Amadori, responsabile del settore fisioterapico di 'Ravenna 33', e il dottor Mattia Filanti, che da questa stagione è il medico ufficiale dell'OraSì in campionato. Tornando alla Coppa, Ravenna è arrivata a questo importante traguardo dopo un eccellente girone di andata, concluso al quarto posto e quindi all'interno del magnifico poker del girone Est che ha acquisito il diritto a partecipare alla manifestazione organizzata dalla Lega Nazionale Pallacanestro. Per l'OraSì erano presenti il direttore generale Mauro Montini, coach Antimo Martino e Rayvonte Rice.

Le parole di Antimo Martino: "Ci aspetta una sfida molto difficile nel quarto di venerdì contro Casale, che è la squadra migliore del girone Ovest. Ha tre cardini come Tommasini, Blizzard e Martinoni ai quali si aggiungono due stranieri importanti come Marcius e Sanders e diversi giovani interessanti  Non arriviamo a Jesi nel momento migliore ma stiamo lavorando bene in palestra e mi auguro che questo impegno di Coppa rappresenti l'opportunità giusta per restare mentalmente a lungo nella gara, cosa che di recente non è successo. Magari nelle ultime stagioni avevamo abituato tutti nel modo migliore e ci dispiace che i tifosi siano stati delusi dalle ultime uscite, l'importante però è lavorare bene e camminare sempre a testa alta, cosa che possiamo fare perchè la squadra si comporta sempre al meglio in allenamento. E' chiaro che ci sono problemi, ma esistevano anche prima, quando la squadra con un atteggiamento eccellente li aveva mascherati vincendo. Dobbiamo, quindi, ritrovare questo atteggiamento. Per la Coppa le mie favorite sono Casale, Trieste e Fortitudo, perchè alla fine i roster lunghi potrebbero diventare decisivi giocando tre volte in tre giorni per arrivare in fondo. Con il 'dentro o fuori', però, tutti possono sognare in questo tipo di manifestazioni, quindi non escluderei sorprese".

Rayvonte Rice: "Nel basket succede di attraversare momenti difficili, io sono d'accordo con le parole del coach e del presidente ed assieme alla squadra farò di tutto per migliorare la situazione attuale del nostro gioco. Essere alla Final Eight è molto prestigioso, ci siamo meritati la qualificazione e daremo il massimo per onorarla".

Mauro Montini: "In una società sportiva è fondamentale avere una struttura medica qualificata e professionale, in un campionato lungo e difficile come questo prevenzione e riduzione dei tempi di recupero da infortuni è importantissima e 'Ravenna33' ci permette di  farlo in modi e tempi brevi con una disponibilità ottimale".

Massimo Cirilli: "Per 'Ravenna33' l'esperienza della collaborazione con la squadra di basket è importante e l'abbiamo fortemente voluta. Fino al 2012 la collaborazione era legata al medico di panchina ed accertamenti in varie zone della città. La nostra volontà è stata quella di identificare in una struttura sola tutto l'iter necessario ad una squadra e ci siamo riusciti, introducendo un tipo di collaborazione che a Ravenna prima non esisteva".

Il dottor Filanti ha poi spiegato come Rice abbia giocato a lungo con una distorsione alla caviglia gestita settimana per settimana e come altri suoi compagni siano alle prese da tempo con problematiche fisiche, mentre Maddalena Amadori ha illustrato le terapie di prevenzione e cure di infortuni che settimanalmente vengono effettuate con la rosa dell'OraSì.