A2 - Alma Trieste e Matteo Da Ros prolungano il contratto

05.12.2017 19:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 129 volte
A2 - Alma Trieste e Matteo Da Ros prolungano il contratto

Alma Pallacanestro Trieste comunica con
soddisfazione di aver prolungato il contratto di Matteo Da Ros,
legandosi all’ala milanese fino al 30 giugno 2021. Il giocatore classe
1989, uno dei trascinatori della passata stagione, sarà dunque un altro
dei punti cardini della formazione del futuro e, insieme a Baldasso e
Janelidze, è stato “blindato” dalla società triestina, che durante lo
scorso campionato e nell’inizio di questo 2017/2018 ha potuto apprezzare
la duttilità di Da Ros, vero e proprio playmaker aggiunto della squadra
di coach Eugenio Dalmasson.

Matteo Da Ros, che nel 2016/2017 ha viaggiato a 11.2 punti, 6.4 rimbalzi
e 3.8 assist di media ad incontro, durante l’estate ha subito due
interventi ma ha saputo superarli brillantemente tornando a pieno regime
nel gruppo e garantendo, fino a questo momento, un contributo da 10
punti, 7 rimbalzi e 5.4 assist ad allacciata di scarpe: cifre che
sanciscono sempre più la sua capacità di rendersi utile a tutto tondo
sul parquet.

“E’ un’altra conferma della volontà societaria di fare bene e cercare di
puntare sempre più in alto - queste le parole del Presidente Gianluca
Mauro - consolidando un gruppo che sta dimostrando il proprio valore e
l’attaccamento a questa società. I risultati ci stanno premiando e la
squadra sta lavorando con serietà, ecco perchè riteniamo importante, per
il futuro di Alma Pallacanestro Trieste, investire su coloro che stanno
dando un contributo importante a questa società”.

Il general manager Mario Ghiacci: “Siamo assolutamente soddisfatti per
l’accordo raggiunto - queste le parole del GM biancorosso - visto che
Matteo è stato uno dei giocatori cardine per il risultato raggiunto lo
scorso anno e, anche in questa stagione, sta recitando un ruolo da
protagonista. Avere la conferma triennale da parte di un giocatore come
lui ci dà certamente ulteriore tranquillità e spessore in un ruolo
delicato com’è quello di ala forte”.