A2 - Al PalaBanca dell'Assigeco arriva l'Andrea Costa Imola

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 157 volte
A2 - Al PalaBanca dell'Assigeco arriva l'Andrea Costa Imola

Dopo la vittoria esterna con Orzinuovi, l’Assigeco Piacenza vuole compiere un altro passo deciso verso la salvezza matematica, ospitando al PalaBanca l’Andrea Costa Imola.

La formazione allenata da coach Cavina, nonostante la sconfitta di Bergamo dell’ultima giornata, continua a coltivare il sogno playoff dopo un campionato giocato, fino a questo momento, al di sopra delle aspettative.

Imola ha allestito un roster composto da un buon mix di giocatori giovani e di esperienza. I pericoli maggiori per la difesa biancorossoblu arriveranno dalla coppia di americani: David Bell e Jeremiah Wilson. Il primo è una guardia di talento e fantasia (miglior realizzatore della squadra con 15,9 punti di media partita) vista nella passata stagione con la maglia della Dinamo Sassari in Serie A; il secondo, invece, è un lungo atipico dalle buone doti realizzative (14,4 punti a partita) in grado di giocare sia spalle a canestro sia di rendersi pericoloso al tiro da tre punti (38% in stagione), oltre che solido rimbalzista (9,4 di media).

La giusta dose di classe ed esperienza sono fornite da Michele Maggioli e Patricio Prato, la pericolosità dall’arco da Giovanni Gasparin, l’imprevedibilità dai giovani Davide Alviti, classe 1996 che viaggia ad una media di 12 punti a partita tirando con il 39% da tre punti, e dal playmaker, scuola Virtus Bologna, Lorenzo Penna (classe 1998).

Per l’Assigeco si prospetta un’altra battaglia sulla via della salvezza, altri 40 minuti di passione da vivere con il coltello tra i denti potendo contare anche sul supporto dei tifosi biancorossoblu che hanno sempre mostrato grande vicinanza alla squadra, soprattutto nei momenti delicati di questa stagione.

 

I ROSTER

Assigeco Piacenza: 1 Guyton, 2 Montanari, 3 Passera, 5 Sanguinetti, 6 Diouf, 9 Formenti, 10 Infante, 13 Seye, 20 Livelli, 21 Arledge, 23 Oxilia, 24 Amoroso, 44 Reati. All: Riva.

 

Andrea Costa Imola: 1 Pelliconi, 2 Wiltshire, 3 Bell, 4 Alviti, 5 Maggioli, 8 Cai, 10 Wilson, 11 Gasparin, 12 Prato, 20 Toffali, 21 Rossi, 24 Penna, 27 Simioni. All: Cavina.

 

DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA

Coach Cece Riva: "La vittoria in trasferta di sabato scorsa contro Orzinuovi, giunta anche con rotazioni ristrette nel pacchetto lunghi visto il doppio forfait di Infante e Amoroso, ha dato la giusta carica per affrontare una sfida altrettanto decisiva. Imola ha fin qui disputato un ottimo campionato, non solo in termini di risultati ma anche di qualità di gioco espresso e di miglioramento individuale dei singoli. Chiari sono i meriti di un coach preparato ed esperto come Demis Cavina per questo triplice risultato raggiunto. Ora inseguono la ciliegina sulla torta che sarebbe un posto nei play-off. Noi non abbiamo ancora invece centrato il nostro obiettivo e abbiamo un'occasione importante per farlo con le nostre mani e davanti al nostro pubblico. Per questo sono sicuro che i vari problemi fisici che hanno caratterizzato la nostra settimana non saranno un alibi nella testa dei miei ragazzi che sono fortemente determinati a conquistare questi due punti salvezza".

 

Marco Passera: “Imola è una squadra tosta che gioca bene e che è ancora in piena lotta per i playoff. Sicuramente verrà a Piacenza determinata a portare a casa i due punti. Noi veniamo dalla non facile vittoria contro Orzinuovi e, anche se non siamo al 100% della forma, cercheremo con tutte le nostre forze di portare a casa il risultato. Vogliamo raggiungere il prima possibile la matematica salvezza per goderci l’ultima parte di stagione”.

 

INDISPONIBILI E INFORTUNATI

Ryan Amoroso sta continuando il programma di recupero e si unirà alla squadra solo nella rifinitura di sabato. Luca Infante, scongiurato il pericolo di lesioni al ginocchio, sta cercando di far riassorbire l'ematoma ma le possibilità di vederlo in campo sono ridotte al lumicino. Matteo Formenti è sofferente per un problema alla caviglia mentre in settimana anche Davide Reati ha dovuto fermarsi un giorno per una infiammazione al ginocchio.