World Cup 2019 FIBA - L'Italia di Sacchetti si complica la vita ma non stecca l'esordio con la Romania

24.11.2017 22:39 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 2738 volte
World Cup 2019 FIBA - L'Italia di Sacchetti si complica la vita ma non stecca l'esordio con la Romania

Noi siamo quello che siamo, una squadra messa insieme in tre giorni, con diverse seconde fila investiti di responsabilità, con ritorni ingombranti e recuperi lontani, con un allenatore nuovo dalla filosofia completamente differente dalla pignoleria tattica e descrittiva dei suoi predecessori Pianigiani e Messina. Per fortuna il clima di casa di Torino e l'avversario non proprio eccelso sono due motivi per cominciare bene. Il pubblico non ha tradito, la Romania stava per farlo anche quando il -15 a 5' dalla fine poteva fare pensare che fosse l'ora di mandare il massaggiatore ad accendere la caldaia per una doccia calda.

Infatti una certa aria di sufficienza - che sarebbe normale visto come senza apparente fatica Vitali & C. tenevano lontani nel punteggio gli uomini di Markovski - non poteva pagare una squadra nuova senza troppo amalgama, con giochi non ancora completati in allenamento, passaggi insufficienti in attacco e adeguamenti difensivi che hanno portato a perdere l'uomo in difesa. Negli ultimi secondi la Romania, sotto anche di diciannove, ritorna -5 ma in questi ex-ragazzi c'è ancora orgoglio e qualità per trovare da due tiri difficili due canestri decisivi.

Domani gli Azzurri voleranno a Zagabria, dove domenica 26 novembre (ore 18:00, diretta su SkySportHD), affronteranno la Croazia, sconfitta ad Almere dai Paesi Bassi per 68-61.

Per lo starting five il CT Sacchetti sceglie Vitali, Aradori, Gentile, Polonara e Crosariol. Ai primi canestri della Romania (4-0), l’Italia risponde coralmente con il parziale di 15-3, dove spiccano i 5 punti di capitan Aradori. Coach Sacchetti ruota molto i suoi, e nel primo quarto hanno fatto ingresso in campo già 10 giocatori a sua disposizione. Dopo il veemente avvio, la squadra di coach Markovski segna con il contagocce, mentre l’Italia mantiene un buon piglio in attacco (Della Valle 6 punti nel quarto, Gentile 4). Dalla lunetta, Aradori mette una doppia cifra di margine con il rivali a pochi secondi dalla fine del primo quarto (26-15).
La tripla di Filloy apre il secondo quarto degli Azzurri, poi sono i 4 punti consecutivi di Gentile (10 punti in 8’ di impiego) a firmare il massimo vantaggio Italia dalla palla a 2 (37-21) . La forbice si allarga in continuazione (tripla di Fontecchio, 40-21), poi i nostri avversari racimolano un minibreak che chiude la prima metà gara sul 42-28 Italia.
Al ritorno dagli spogliatoi la Romania prova, con le triple di capitan Moldoveanu, a riaprire la gara (46-36 al 25’). Gli Azzurri però, non rischiano mai di assottigliare troppo le distanze (parziale di 11-4, per il 57-40, con Aradori ancora protagonista).
A inizio quarto periodo il vantaggio Azzurro non può ancora dichiarare chiusa la gara, e la Romania dimostra di essere ancora viva con la tripla di Watson che porta coach Sacchetti a chiamare time-out dopo appena 20’’ dall’inizio del quarto (59-46). L’Italia non perde ulteriore terreno, Filloy, Della Valle e Vitali mordono dall’arco e portano gli Azzurri sul 73-61 a 3’ dall’ultima sirena. Non è finita. Nell’ultimo giro d’orologio Watson crea una breccia nella difesa Azzurra, e il suo gioco da tre punti consegna alla Romania uno svantaggio di soli 5 punti (73-68). Il 2/2 di Della Valle è ossigeno puro per l’Italia, che può consegnare l’ultimo canestro proprio al play Watson prima di sentire la sirena della vittoria.


Italia-Romania 75-70 (26-15, 16-13, 17-15, 16-15)
Italia: Della Valle 16 (3/5, 2/7), Fontecchio 3 (1/2 da tre), Aradori* 16 (3/8, 2/6), Gentile* 12 (5/9, 0/2), Biligha 4 (1/1), Vitali* 7 (2/5, 1/4), Filloy 6 (0/2, 2/3), Crosariol* 4 (2/3), Abass 5 (1/3, 1/2), Burns (0/2, 0/1), Polonara* 2 (1/2), Iannuzzi ne. All. Sacchetti
Romania: Watson* 14 (5/8, 1/5), Mandache* 3 (1/4, 0/3), Orbeanu 8 (1/1, 2/3), Uta, Paliciuc 7 (2/4, 1/4), Moldoveanu* 10 (2/4, 2/3), Nicolescu, Virna ne, Cate* 16 (6/7), Torok 4 (1/5, 0/1), Kuti* 6 (3/7, 0/2), Darwiche 2 (0/3, 0/1). All. Markovski

Arbitri: Maestre (Francia), Bijedic (Bosnia ed Erzegovina), Nikolic (Serbia)

Note. Tiri da due Ita 18/40, Rom 21/43; Tiri da tre Ita 9/27, Rom 6/22; Tiri liberi Ita 12/12, Rom 10/16. Rimbalzi Ita 40, Rom 38. Assist Ita 12, Rom 16.
Fallo antisportivo a Darwiche (6:07)