Venezia si impone in casa di Sassari

L’Umana Venezia si impone al PalaSerradimigni 70-82 incassando i due punti del posticipo della quinta giornata. Alla Dinamo non bastano Alexander (17 punti), Varnado (14 + 7 rimbalzi) ed Eyenga (14)
01.11.2015 22:48 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 542 volte
Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari
Venezia si impone in casa di Sassari

È la Reyer Venezia a conquistare il posticipo della quinta giornata condotta dal trio Goss, Peric e Ortner. I padroni di casa partono bene nel primo tempo, impattando sul tentativo di rimonta orogranata della seconda frazione e chiudendo i primi 20 minuti in vantaggio di una lunghezza. Nel secondo tempo però una serie di triple di Goss danno energia agli ospiti che volano sul +10. Nell’ultima frazione il tentativo di rimonta del Banco, condotto da Varnado e Alexander, è vano. Doppia cifra per Varnado, autore di una prestazione da 14 punti e 7 rimbalzi, Alexander (17 pt, 6 rb e 4 assist) ed Eyenga (14 pt, 4 rb e 4 assist).

La scena. La Dinamo Banco di Sardegna si presenta di fronte al suo pubblico dopo la vittoria di Varese e la trasferta in Israele. I giganti di Meo Sacchetti, che oggi firmerà la partita numero 300 sulla panchina della Dinamo, ripartono dagli applausi che i cinquemila del palazzetto gli hanno dedicato al termine del round 2 contro il Cska e scenderanno in campo determinati a dare un segnale importante. Questa squadra è pronta a combattere e vuole mostrare al suo pubblico cosa può fare.

Il match. Coach Meo Sacchetti manda in campo Logan, Alexander, Stipcevic, Eyenga e Varnado, coach Recalcati risponde con Goss, Bramos, Green, Owens e Ress. È Owens ad aprire i giochi ma la Dinamo mostra subito i denti con Alexander e Stipcevic. Eyenga mette a referto 6 punti e coach Recalcati chiama timeout (13-4). I lagunari trovano in Peric il faro per accorciare le distanze, anche Goss aiuta dall’arco ma i biancoblu li ricacciano indietro chiudendo il primo quarto 20-13. Nella seconda frazione la Reyer non ci sta e con Peric, Owens e Tonut si riporta a un possesso di svantaggio (25-22). Petway trova il feeling con il canestro infilando due triple. Venezia esce bene dal timeout con Tonut a firmare il sorpasso dalla lunetta, controsorpasso di Alexander. Si va negli spogliatoi sul 35-34. Al rientro dall’intervallo lungo Venezia trova lo strappo con il cecchino Goss, i lagunari recuperano il gap e si portano avanti. L’ex Roma, Green e Owens ed è +10 Umana; la rimonta biancoblu parte da Varnado (8 punti solo nella terza frazione) con l’aiuto di Eyenga . Una tripla di Stipcevic firma il -1 ma gli ospiti non si perdono d’animo e con Ortner e Peric impongono un break di 12-2. Il quarto si chiude 54-64. Negli ultimi dieci minuti gli ospiti sanciscono la vittoria con le bombe di Goss, Green e Viggiano, Alexander prova a mettersi la squadra sulle spalle ma il divario è troppo ampio. Finisce 70-82.

Dinamo Banco di Sardegna 70 – Reyer Venezia 82

Parziali: 20-13; 15-21; 19-30; 16-18.

Progressivi: 20-13; 34-33; 54-64; 70-82.

Dinamo Sassari – Haynes 5, Petway 8, Logan, Formenti, Devecchi, Alexander 17, D’Ercole 3, Marconato, Sacchetti, Stipcevic 9, Eyenga 14, Varnado 14. All. Meo Sacchetti.

Reyer Venezia – Peric 15, Goss 16, Bramos 5, Tonut 5, Jackson 2, Green 8, Ruzzier, Owens 13, Ress 2, Simioni, Ortner 8, Viggiano 8. All. carlo Recalcati.

Arbitri: i signori Carmelo Paternicò, Gianluca Sardella ed Evangelista Caiazza.