Varese vs Venezia è il primo verdetto. Milano da trasferta vince vs Cantù, si rivede Bologna, exploit di Cremona a Reggio

28.04.2013 23:42 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 870 volte
Varese vs Venezia è il primo verdetto. Milano da trasferta vince vs Cantù, si rivede Bologna, exploit di Cremona a Reggio

In questa penultima giornata di regular season c'è un solo verdetto certo ovvero la capolista Varese (Sakota 22 MVP, Green 14, Dunston 13, Banks 11. Ere 11) vincente 85-70 contro Pesaro (Barbour 16, Stipcevic 15, Crosariol 14) incontrerà negli ottavi di Playoff la Reyer Venezia (Szewczyk 28 MVP, Clark 15, Bowers 14, Young 11) vincente 79-91 ad Avellino contro la Sidigas ( Dean 20, Dragovic 16, Ivanov 14, Biligha 11) grazie anche alla concomitante sconfitta di Caserta (Jelovac 19 MVP, Jonunas 14, Gentile 13, Mordente 12, Maresca 12) per 87-74 in quel di Sassari contro la Dinamo (Gordon 15, Diener D. 14, Thornton 13, Diener T. 12, Easley 12) che si è assicurata il secondo posto finale. La sfida più accattivante la si è giocata a Desio dove Milano (Gentile 25 MVP, langford 17, Green 15) ha acquisito l' 11a vittoria esterna in questo campionato, nessuno ha fatto meglio. Questa volta a farne le spese è stata Cantù (Aradori 17, Tabu 14, Tyus 13) che l'aveva superata all'andata in tempi decisamente migliori per i biancoblu di coach Trinchieri. L' Armani ha vinto una gara che in passato, a pochi minuti dalla fine, facendosi recuperare quasi tutto il bottino accomulato arrivando al + 4 (64-68) con gli avversari in rimonta avrebbe perduto. Cantù, in attesa del nuovo regista, ha avuto soltanto dei buoni flash, ma  troppi black-out al tiro e ovviamente non è bastata la sola buona volontà nonostante aver ritrovato dopo due gare opache, Aradori. Roma ( Czyz 18, Taylor 16, Jones 12, Datome 12, Goss 11, Lorant 11) ha vinto a Biella contro la retrocessa Angelico ( Rochestie 26 MVP, Jurak 17, Tsaldaris 11) 78-85, ma la vittoria più bella è arrivata al PalaBigi di Reggio Emilia dove Cremona (Peric 26 MVP, Jackson 13, Stipanovic 13, Vitali 13, Chase 12) ha fatto vedere i sorci verdi alla Trenkwalder (Taylor 23, Cinciarini 19, Jeremic 11, Bell 11) battendola a domicilio 78-87. Gran finale per la formazione di Gresta. E' stata partita vera anche se i reggiani avevano la pancia piena per aver agguantato in precedenza i playoff. Si è rivista anche la Virtus Bologna (Pullen 34 MVP, Gaddefors 17, Rocca 11) che è tornata alla vittoria a Brindisi superando l' Enel (Robinson 22, Reynolds 15, Viggiano 13, Simmons 10, Gibson 10) di Bucchi con la testa in vacanza. E' finita 87-93 per gli emiliani dell'ex-ad Sabatini. A Porto San Giorgio i campioni d' Italia (o di quel che resta) della MPS Siena (Moss 17 MVP, Kangur 16, Brown 13, Carraretto 12, Janning 12) l'hanno spuntata contro la Sutor Montegranaro (Cinciarini D. 22, Johnson 15, Amoroso 13, Di Bella 12, Slay 11, Burns 10) 90-94. La squadra di coach Recalcati è uscita tra gli applausi anche se questa volta è andata solo vicina alla vittoria come era avvenuta contro Varese. (rb)

(C) Riproduzione riservata