Varese è un turbodiesel, Davies regala il passaggio del turno in FIBA Europe

02.12.2015 22:10 di Paolo Zerbi  articolo letto 1816 volte
Varese è un turbodiesel, Davies regala il passaggio del turno in FIBA Europe

La sparata che vale il prosieguo della corsa in Europa. Varese vince, convince a tratti, ma quel che più è importante ribalta la differenza canestri ed accede al prossimo turno di FIBA Europe. Il 76-61 di Masnago nella partita da dentro o fuori permette di ribaltare il -4 dell’andata e non avere pensieri da terzo posto, vista la contemporanea vittoria di Oostende in Ungheria. Varese in corsa grazie anche alla sostanza del duo italiano Ferrero-Molinaro e avanti grazie alla fiammata di Brandon Davies (23 punti e 7/12 dal campo). Per spegnere le velleità del Soedertaelje, però, serve aspettare ed avere pazienza fino all’ultimo quarto. Prima gli svedesi mettono in difficoltà Varese con le bombe di Bowlin e i canestri di Pita. Quando Varese prova qualche break viene sempre raggiunta, anche perché manca del suo leader: Roko Ukic non incide, ma quando il play croato si accende con i primi due punti della sua partita (due liberi) finisce con l’accendersi anche tutta Varese. Il quarto periodo è una sinfonia, la bomba in transizione di Wayns (su assist di Ukic) è il secondo indizio, il 5-0 firmato Davies quello che vale prova: il passaggio del turno è conquistato. Paolo Moretti si concede ancora una volta il lusso di saltare con la curva, il segnale inequivocabile della festa.

 

OPENJOBMETIS VARESE-SOEDERTAELJE KINGS 76-61

Openjobmetis Varese: Davies 23, Faye 11, Wayns 11, Ukic 4, Molinaro 7, Cavaliero 6, Campani 2, Ferrero 2, Pietrini ne, Kuksiks, Galloway 10. Allenatore Paolo Moretti.

Soedertalje Kings: Johansson ne, Pita 16, Lejasmeiers 5, Bizaca ne, Ramstedt, Bowlin 15, Joseph 4, Spires 10, Anderson 4, Czerapowicz 7. Allenatore Vedran Bosnic.

 

QUINTETTO VARESE:Davies, Ukic, Molinaro, Cavaliero, Galloway

QUINTETTO KINGS: Pita, Lajesmeiers, Bowlin, Spires, Czerapowicz

 

PRIMO PERIODO

Tripla di Daniele Cavaliero per il primo vantaggio biancorosso, seguito da una palla recuperata. Varese sembra esserci con la testa. Buone iniziative di Brandon Davies, un canestro e due tiri liberi mandati a bersaglio. Gli svedesi, però, replicano. Entra Wayns e trova il suo primo canestro che smuove Varese da una situazione pericolosa. Il pubblico (non moltissimo) applaude e prova a diventare fattore. Secondo fallo di Cavaliero, entra Kuksiks. Il Soedertaelje anche con i liberi (Bowlin, vero pericolo, e Joseph) va al + 5 massimo vantaggio (9-14). Moretti chiama time out: Varese è spenta in attacco (3/10 dal campo) e con i prossimi liberi gli ospiti rischiano di doppiare i biancorossi. Bel canestro da sotto di Molinaro, poi solito coast to coast di Wayns e tripla di Galloway: 7-0 di parziale e Varese torna sotto. Tripla di Galloway che ripaga una difesa sconcertante con un buon contributo offensivo: Varese dopo aver visto l'inferno nel primo quarto chiude avanti grazie alla solita penetrazione di Wayns (già 6 punti, 23-21). Serve più attenzione in difesa, soprattutto su un Bowlin già in doppia cifra. Intanto in Ungheria, Ostenda avanti di uno ma partita combattutissima.

 

SECONDO PERIODO

Canestro e giro in lunetta per Brandon Davies, Varese vola sul +5 (26-21), poi inchiodata di Faye per il nuovo massimo vantaggio. Inchiodata in contropiede, stavolta del numero 0 biancorosso, nel frattempo qualche fischio non propriamente casalingo fa alzare la voce al pubblico di Masnago. Due errori di Ukic al tiro, il croato non è ancora entrato in partita mentre un break di 5-0 svedese riporta la parità a quota 30. Sul successivo canestro di Spires, Moretti chiama time out. In uscita, tripla di Molinaro con un pizzico di aiuto del ferro. Pitar, però, replica. Si resta punto a punto, anche se Varese non ha ancora trovato tutti i suoi leader: Faye prova a sbloccarsi. Moretti si becca un tecnico per proteste, il secondo arbitro interviene mentre il tecnico varesino stava discutendo con un altro direttore di gara. Due belle iniziative di Molinaro, ma gli svedesi da tre punti continuano a bombardare (5/10 finora). Parità a quota 41 al riposo lungo, Varese però non ha ancora avuto nulla dal suo leader Ukic e dal bello di coppa Kuksiks. Nel frattempo nell'altra partita del girone Oostende dilaga, Varese per star tranquilla deve vincere di 4 e ribaltare la differenza canestri.

 

TERZO PERIODO

2/2 ai liberi di Davies, primo biancorosso a raggiungere la doppia cifra personale. Replica di Czerapowicz con una rapida entrata e conclusione in sottomano. Wayns e poi l'affondata di Galloway, tentativo di fuga biancorosso, con i padroni di casa che controllano i rimbalzi sui tiri sbagliati dagli svedesi. Fallo tecnico a Galloway dopo un infrazione di passi che il numero 55 non ha gradito. Varese non deve cadere nella trappola perché la partita rischia di restare punto a punto fino alla fine. Tripla di Pita e nuova parità a quota 47. I liberi tengono a galla Varese in un momento di appannamento offensivo: 2/2 per Galloway e Faye e testa avanti. Time out in campo, la miglior cosa per riordinare le idee. Varese completamente bloccata in attacco, Ukic manca come il pane con il croato completamente fuori partita. 2/2 ai liberi per il numero 5, la possibile sveglia? Intanto è nuova parità a quota 55. Tripla di Wayns su assist di Ukic in transizione, prima del riposo Varese ha il lampo che scuote Masnago, la bomba di Faye serve a dare il massimo vantaggio ai padroni di casa: 61-55.

 

QUARTO PERIODO

Dopo una velenosa persa biancorossa in avvio, ma il 2/2 di Ukic in lunetta ritocca il massimo vantaggio. Bowlin dalla media, però, è sempre pericolo pubblico numero uno. Azione perfetta di Varese, scarichi che arrivano al momento giusto e Cavaliero con la bomba non sbaglia per il +9 biancorosso (66-57). La successiva palla recuperata in difesa conferma la bontà dell'inerzia, ma i biancorossi falliscono il canestro che avrebbe ammazzato la partita. Infrazione di 24'' di Galloway, uscito Ukic si è spenta la luce biancorossa, così Moretti rimanda sul parquet il play croato. Canestro fortunoso di Davies ma dall'importanza capitale, sul successivo possesso fallo di Spires su Ukic involato in contropiede dopo il recupero. Fallo ma gli arbitri non concedono un sacrosanto antisportivo. Tripla di Brandon Davies, il parzialino tutto griffato dal lungo biancorosso fa scappare i padroni di casa. Sull'azione offensiva successiva, canestro e fallo del numero 0, di fatto diventato MVP della partita. Rimbalzo offensivo dopo l'errore di Ukic, Davies (e chi se no) mette il punto esclamativo: finale da Masnago, 76-61 e Moretti salta ancora con la curva.