Trionfo della Montepaschi nella tana del Real Madrid

25.01.2012 22:05 di Umberto De Santis  articolo letto 815 volte
Trionfo della Montepaschi nella tana del Real Madrid

Alla presentazione delle squadre ci sono Mirotic nel Real, e Ksisof Lavrinovic nella Montepaschi, quando tutti li davamo out. La pretattica sembra aver funzionato, almeno con i media, in campo si dimostrerà vincente solo quella di Pianigiani. Gli spagnoli, con 94 punti, sono una macchina da canestri in casa e primi in Eurolega per punti segnati. Intanto nello starting five senese parte Michelori. E’ Thornton a segnare i primi due punti della gara. Il duello tra Tomic e Andersen è subito importante, ma Michelori sgomita e va a canestro. Le triple di Mirotic e Carroll non impressionano la Mens Sana che accetta il ritmo alto di gara che piace agli spagnoli. McCalebb penetra e inarrestabile vale il vantaggio al 4’ 8-11. Parziale senese 0-10 che si dilata con le triple di Lavrinovic, una difesa asfissiante che non lascia buoni tiri al Real Madrid, e il primo quarto fila veloce 15-31.

Si rientra in campo e Moss piazza la bomba. La reazione degli spagnoli passa dalla forza nel rimbalzo d’attacco che genera tiri liberi. Zisis si porta a spasso i difensori e Ress segna agevolmente: dopo due minuti  è 17-36. Suarez rispponde con al tripla, ma Rakocevic è lesto nella replica. Ritmo troppo elevato e precisione al tiro stratosferica: il Real delle statistiche è la squadra di Siena. Al 15’ Pablo Laso ha già chiamato un altro timeout, sperando abbia capito come attaccare la Montepaschi (4/24 fino a questo momento al tiro!) 20-40. Pianigiani alterna velocemente gli uomini, che si riempiono di falli, per mantenere il ritmo. Llull tenta di spronare i suoi, ma Rakocevic è implacabile. Al 18’ è 29-45, Siena ha perso la fluidità e prontamente Pianigiani corregge gli errori dei suoi in un timeout infuocato, sui due lati del campo. McCalebb toglie le castagne dal fuoco, tuttavia una palla persa a pochi secondi dalla sirena permette a Singler un comodo contropiede. Si va al riposo 34-47, con 14 punti di McCalebb,  10 Moss, 9 Rakocevic. Dall’altra parte Reyes ha 9 punti, ma Madrid ha un pessimo 12/18 ai liberi e 9/32 sui tiri totali.

Si rientra e Pianigiani continua a mescolare i quintetti levando punti di riferimento agli avversari. Al 24’ 36-54, la stoppata di Stonerook è devastante per Pocius. Di là Begic stoppa Andersen, la lotta sotto i canestri è totale. Al 26’ Carroll per il 40-56, ma la risposta di Bootsy è immediata. Batti e ribatti, e Lavrinovic mette la terza tripla personale. Siena controlla, l’ultima palla è per Rodriguez che non trova punti: 48-65. Ancora Ksistof Lavrinovic apre l’ultimo periodo con la bomba. Il Real stringe i denti per tentare la rimonta: parziale 6-0 e timeout Siena sul 54-68 a 7’27” dalla fine. Madrid esce col 4-0. Chiude il break Lavrinovic 58-70. Qualche fischio dubbio e un canestro di Mirotic rimettono Madrid a meno 10 al 35’. Quintetto vecchio senza Andersen di Pianigiani per aumentare ulteriormente l’intensità in difesa, doppio play con insieme Zisis e McCalebb , che vola in contropiede 60-72 a 3’30” dalla fine. L ‘assist di Zisis per Bo è clamoroso, il Real va in barca e rimane in contatto solo con i liberi. In lunetta però ci arriva anche Andersen che a 1’38” sigla il 63-80. Canestro+fallo per Carroll col quinto fallo si Stonerook, ma andersen piazza la bomba del +18, poi toglie la sedia a Reyes che fa passi in attacco. Il sigillo finale di Zisis da tre appena sporcato dal lay up di Pocius scrive la parola fine alle pene degli spagnoli: 69-88 è la cifra della partita perfetta della Mens Sana.

REAL MADRID – MENS SANA SIENA 69-88 (15-31, 34-47, 48-65)

REAL MADRID: Tomic 4, Sanz, Pocius 9, Suarez 3, Reyes 17, Mirotic 7, Rodriguez 3, Velickovic, Begic 4, Carroll 12, Singler 2, Llull 8. All. Laso
MENS SANA SIENA: McCalebb 25, Zisis 3, Andersen 11, Rakocevic 9, Carraretto, Thornton 8, Lavrinovic 16, Ress 2, Michelori 2, Stonerook 2, Aradori, Moss 10. All. Pianigiani