Trento si beve Milano

08.10.2015 21:11 di Alfonso Norelli  articolo letto 1633 volte
Trento si beve Milano

Trento gasata, allenata e pronta. Milano stanca e ancora poco squadra. I bianconeri vincono 80-73. Tutto sommato una vittoria attesa quella della Dolomiti Energia Trentino contro la EA7 Milano, reduce dal tour americano. Migliore debutto in campionato non poteva esserci per i ragazzi di Buscaglia nel PalaTrento tutto esaurito. La squadra di Repesa come ogni anno dovrà lavorare ma certamente sarà tra le protagoniste come lo sarà Trento. Partita caratterizzata da molte palle perse e da entrambe le squadre che non hanno brillato da tre punti e ai liberi. Si è vista una grossa difesa dei padroni di casa che un paio di volte hanno subito i tentativi di rimonta meneghini. Il risultato non è però mai stato in discussione.

Parte con un 6-2 Trento, Olimpia a secco per 4 minuti. Milano di accende con 4 punti di McLean e poi va in vantaggio con altre due affondate di Lawal. Gentile in veste assist-man: 6-10 dopo 7 minuti. Dopo il timeout è break della Dolomiti Energia con due punti da rimbalzo d'attacco di Baldi Rossi e la tripla del giovane Flaccadori: 11-11. La panchina bianconera spara ancora da tre con Lockett. Emporio Armani a contatto con tre giri in lunetta: 15-15 dopo 10 minuti.

I trentini vanno avanti con due triple di Sanders, quindi arriva il momento di Julian Wright che mette 7 punti all'interno di un parziale di 12-2 per l'Aquila che porta i padroni di casa sul 41-27, ovvero il massimo vantaggio. Il finale di quarto è milanese con un 8-0 firmato Lawal, Lafayette e Gentile. Ma sulla sirena di metà gara arriva la tripla di Baldi Rossi che manda tutti al riposo sul 44-35 per Trento.

I padroni di casa rientrano più forti di prima. Lockett dà una spallata importante alla partita nel terzo quarto e con l'aiuto di Wright si sfiora la doppia cifra di vantaggio (62-43). Milano sembra già alle corde fisicamente dopo il tour americano. La tripla di Macvan fissa il punteggio sul 62-46 al 30'. Gli uomini in doppia cifra Wrigth 15 punti, Lockett 11, Pascolo 10. Milano ha 14 di McLean e 12 di Gentile ma con 11 tiri.

McLean non si arrende e con Gentile accorcia le distanze sul 63-52. Milano sembra volerci provare anche in difesa, Buscaglia chiama timeout. La bomba di Hummel vale il meno 8 poi sono ancora Wright e Lockett a ricacciare indietro i milanesi. Lockett è ancora una volta un rebus per l'Armani che onestamente ha troppe amnesie difensive. Sulla schiacciata di Wright i giochi appaiono di nuovo chiusi. Gentile dà speranza con la tripla, 76-69 a 1:13 dal termine ma non c'è niente da fare.