Trentino Basket Cup - Italia sul velluto contro la Rep. Ceca: 78-48 con super Belinelli

17.06.2016 22:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 2371 volte
Trentino Basket Cup - Italia sul velluto contro la Rep. Ceca: 78-48 con super Belinelli

Introduzione: Una Italia troppo solida, concreta e ricca di talento per una Repubblica Ceca orfana di Satoransky e Vesely, supera senza troppi patemi la formazione allenata da coach Ginzburg, soffocandola con 40 minuti di difesa estremamente aggressiva che le valgono un nettissimo 78-48. Marco Belinelli, 15 con 4 triple, Peppe Poeta (8 punti e tanta leadership) e Davide Pascolo (12) i migliori per la formazione italiana, che sabato sera affronterà la Cina nella finale per il primo posto della quinta edizione della Trentino Basket Cup. 

La cronaca: le due squadre iniziano l'incontro con un bel piglio, con l'Italia aggressiva in difesa e la Repubblica Ceca reattiva nell'attaccare le rotazioni azzurre per provare a finire al ferro (7-5). A rompere l'equilibrio, quindi non può che essere qualche soluzione di puro talento individuale, con Marco Belinelli (12 con 3/4 dall'arco) protagonista assoluto (20-12). Auda (4) e Hruban con due siluri dai 6.75 (6) provano a replicare allo strapotere dell'Italia, ma la difesa dei ragazzi di Messina è dominante, almeno quanto il campo aperto di un Poeta ispiratissimo (6 punti e 3 rimbalzi): al 10' è 31-16.   
 
In apertura di secondo periodo a entusiasmare il PalaTrento è Davide Pascolo (36-18), almeno fino a che Danilo Gallinari, con assist di tocco per Cervi. Contro la pimpante difesa azzurra il team di Ginzburg fatica l'inverosimile a segnare e l'Italia, pur stentando un po' in attacco, continua ad ampliare il proprio margine di vantaggio. Alla pausa lunga è 48-24, con ben 10 giocatori a referto per la squadra di Messina.
 
Nel terzo quarto Belinelli col gioco da quattro punti, e Hackett arrivando fino al ferro, accendono i 2.132 del PalaTrento (55-26). Soffocata dalla pressione italiana, la squadra ospite va a caccia di qualche punto con le soluzioni individuali di Hruban (8) e Houska (4), cui rispondono i beniamini di casa Poeta (8) e Pascolo (10), con il recupero e la schiacciata in contropiede di Dada a suggellare ufficialmente un imbarazzante doppiaggio (65-32 al 29').

L'ultimo periodo, così, è buono solo per fare un po' di accademia, con il neoentrato Fontecchio ad aggiungersi all'elenco dei dodici giocatori italiani a segno nella serata. Finisce 78-48, con Italia già a pensare alla finale per il primo posto della Trentino Basket Cup, in programma sabato sera alle 20.30 contro la Cina.