Top 16 Eurolega, 10ª giornata: la Montepaschi all'assalto del muro Khimki

Biancoverdi senza Ress ed Hackett. Diretta tv su Sportitalia2 a partire dalle 16.30
08.03.2013 09:56 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 686 volte
Fonte: Corriere di Siena
Kristjan Kangur
Kristjan Kangur

SIENA - Pomeriggio con rischio per la Mens Sana, di scena in Russia (si gioca alle 16.30, causa fuso orario) nel decimo turno delle Top 16 dì Eurolea. Fuori dai giochi un paio delle eccellenze Montepaschi (Hackett è ko, Ress non gioca), l'assalto del Khimki si prospetta durissimo da respingere in virtù della quantità e della qualità che i padroni di casa sono in grado di sprigionare, ancor più sul parquet di casa.
 

Qui Montepaschi Infortunato Daniel Hackett, l'ormai abituale focus sulle notizie che arrivano dall'infermeria riguarda Benjamin Eze e Tomas Ress: ci sono speranze di vedere in campo il primo, che ha ripreso (con molta cautela, in verità) ad allenarsi ieri mattina nella rifinitura effettuata a Bologna, palestra Arcoveggio, è invece certa l'assenza del bolzanino, sempre alle prese con il lungo e difficile recupero dall'infortunio patito a metà gennaio. Coach Luca Banchi ha fatto appello alle energie di chi oggi scende in campo, chiedendo l'ennesimo "extra-sforzo", ma mai come in questa trasferta la dichiarazione di intenti rischia di non colmare l'enorme gap atletico che la Mens Sana paga a fronte della solidità (e delle motivazioni) degli avversari. Giocarsela a sportellate con Ortner e Lechthaler, chiedendo gli straordinari sotto a Kangur, vuol dire avere una coperta cortissima, allungabile solo se dagli esterni dovesse scaturire una prestazione di quelle da incorniciare e mettere nel libro dei ricordi. Riusciranno Bobby Brown, Janning e Rasic a confezionarla? Da questo punto di domanda dipendono buona parte delle chances biancoverdi di compiere l'impresa e staccare virtualmente il tagliando per i playoff Addirittura potendo, a quel punto, iniziare a pensare di giocarseli col fattore campo favorevole.
 

Qui Khimki La sconfitta in volata della scorsa settimana a Barcellona mette con le spalle ai muro la franchigia della "periferia" moscovita, costretta oggi a vincere per non vedersi piombare addosso, sul quarto gradino della classifica, Maccabi (avversario la prossima settimana a Tei Aviv) e Caja Laboral e mettere così a forte rischio il passaggio del turno. In un roster solido, esperto e competitivo (oltre che molto lungo) come quello russo, spiccano le cifre di Zoran Planinic (6.1 assist per gara, oltre ai 13.6 punti) ma ancor più l'esplosione del centro statunitense Davis, che nelle ultime quattro gare di Top 16 ha viaggiato a 16.5 punti e 7.2 rimbalzi dì media. Trovare anelli deboli nella catena allacciata da Ri-mas Kurtinaitis, in realtà, è utopia: ci sono i nomi (basti pensare a Ri-vers, Monya, Fridzon, Augustine e la lista sarebbe ancora lunga), c'è il secondo miglior attacco nel Gruppo F (80.6 punti) e c'è il fatto che il Khimki, di fronte al pubblico della propria arena, è praticamente imbattibile, avendo in tutta la stagione europea lasciato una sola vittoria, due settimane fa all'Olimpiacos (82-87) dopo aver dilapidato un vantaggio che aveva raggiunto anche la doppia cifra.

Arbitri e media Direzione di gara affidata a Christodoulou (Grecia), Muli vie (Croazia) e Nuran (Turchìa). Diretta tv su Sportitalia 2, radiocronaca su Antenna radio esse e Radio Siena.

Matteo Tasso