Sassari non ce la fa vs Cantù, Roma vince a Reggio. Stasera Siena ci riprova a superare Milano mentre Venezia si gioca tutto

16.05.2013 00:17 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 783 volte
Aradori
Aradori

Sassari ancora una volta non ce la fa in un Pianella ribollente, ha vinto l'organizzazione difensiva di Cantù anche meritatamente nonostante i sardi non abbiano mai mollato tanto da rischiare di vincere solo se Becirovic (19 punti) avesse avuto la stessa fortuna (e bravura) di Aradori (11 punti) nell'ultimo tiro del secondo quarto. Ora si torna a Sassari, ma la Lenovo ora è più sicura avendo impattato la serie sul 2 a 2. Meo Sacchetti ha messo in campo contemporaneamente tutti i suoi tiratori e con il pressing finale ha recuperato in meno di un amen 10 punti, un margine che Cantù si era guadagnato grazie a tre triple consecutive di Mister Ragland (23 punti). Alla fine del primo tempo sembrava che i brianzoli avessero già chiuso la contesa, la Dinamo sembrava domata con Drake Diener (6 punti) in giornata storta e il cugino Travis ( bravo e profondo negli assist, ben 9) a servire i compagni tenendo lontano le sue percentuali al tiro. Risultato finale 82-80 con Tyus (16 punti) MVP dell'incontro. In questa gara 4 sono cambiati i protagonisti, sicuramente il premiato nel pre-partita Aradori (miglior giocatore scelto dai tifosi) al suo rientro che è andato a prendersi gli applausi destinati 48 ore prima a Leunen, l' ex- Thornton (16 punti) e Gordon (13 punti) per gli ospiti. I biancoblù isolani hanno commesso qualche errore nel sottovalutare al tiro Ragland, ma soprattutto hanno fatto fatica come già detto a contrastare l'arcinea difesa canturina. Nell'altro incontro di Reggio Emilia, la Virtus Roma riesce nell'impresa di vincere 68-71 e così pareggia i conti contro la Trenkwalder. Presentatasi al PalaBigi al gran completo con i rientri di Jordan Taylor (18 punti) MVP della gara e Lawal (10 punti), i capitolini sono stati davvero bravi nei primi due quarti per poi precipitare nel terzo realizzando solo 8 punti (contro i 22 dei padroni di casa) perdendo il buon vantaggio (10 punti) capitalizzati andando sotto di 4 (50-46) alla chiusura della frazione, per poi lottare nell'ultimo quarto e a portarsi a casa l'incontro. Datome (20 punti) ancora una volta determinante, buona la prestazione di Jones (12 punti). Per Reggio è mancato Antonutti (3 punti), Cinciarini si è fermato a 10 punti, Bell a 13 e Taylor Donell, solito guastatore con 19 punti. Questa sera si riparte con Siena pronta a rimandare Milano a casa senza vittorie con Venezia già all'ultima spiaggia se non riuscirà a fermare l'imbattuta Varese al Taliercio. Appuntamento alle ore 20.30 (rb)

(c) Riproduzione riservata